Cerca

Bari Volley, derby d’alta quota con il Molfetta

Attesissima la gara, tra terze in classifica, della diciassettesima giornata della B1 maschile di pallavolo (si gioca sabato 24 al Palazzetto dello Sport di Carbonara con inizio alle 18.30). Di Fino: «Vogliamo riscattare la batosta dell’andata»
Bari Volley, derby d’alta quota con il Molfetta
BARI - Non faranno fatica i ragazzi del Club Atletico Bari Volley a trovare stimoli e motivazioni per prepararsi nel migliore dei modi all’attesissimo derby della diciassettesima giornata del campionato di B1 con il Molfetta (si gioca sabato 24 al Palazzetto dello Sport di Carbonara con inizio alle 18.30). Ci sarebbe innanzitutto da allungare la serie di vittorie consecutive (ben sette fino ad oggi) che ha riportato prepotentemente Rinoldo e soci alla ribalta, proiettandoli in piena zona play-off. Per non parlare della voglia di fare bella figura in una partita così sentita, un match che sicuramente attirerà l’attenzione di tanti appassionati e addetti ai lavori. E poi la formazione guidata da Vito Avellis è una diretta concorrente (anzi, attualmente la più diretta visto che occupa a pari merito con i gialloblu del Presidente Vastano la terza piazza della classifica) nella lotta alla conquista di un posto quantomeno negli spareggi-promozione di fine stagione.

Ma la molla che maggiormente spinge gli uomini di Vincenzo Nacci ad impegnarsi persino più del solito negli allenamenti è il desiderio di cancellare la pessima prestazione della gara di andata, che li vide soccombere in un 3-0 quasi senza storia. «In campo eravamo come bloccati – ricorda Antonello Di Fino, opposto della compagine del capoluogo pugliese – qualsiasi cosa tentassimo per risalire la china risultava vana. Una batosta che non abbiamo certo dimenticato: cercheremo di riscattare quell’umiliazione».

Di certo il Bari Volley che De Mori e compagni si troveranno di fronte sabato è squadra molto diversa da quella timida e impacciata di quella sera. «Siamo cresciuti tanto, sia sul piano tattico, sia su quello della mentalità – conferma l’atleta cosentino, bomber della formazione gialloblu con i suoi 259 punti messi a segno in sedici partite – ora abbiamo un gioco di attacco più vario che coinvolge anche i centrali e siamo decisamente più lucidi nei momenti topici della partita. Basta fare un passo indietro al finale del primo set dell’ultima gara con il Chieti per rendersene conto: solo una squadra concentrata, determinata e sicura di sé può ribaltare un parziale di 20-24 siglando sei punti consecutivi. Siamo davvero in un ottimo momento».

Ma l’ex giocatore di Lamezia e Loreto è ben consapevole che per avere ragione di una corazzata come quella molfettese ci vorrà il miglior Bari Volley. «Se pensiamo che per il semplice fatto che abbiamo ottenuto sette vittorie di fila i nostri avversari si scanseranno – conclude Di Fino – andremmo incontro ad un disastro anche peggiore di quello dell’andata. Con l’arrivo di Masini, uno dei palleggiatori migliori della B1, Molfetta ha rinforzato ulteriormente un’intelaiatura che già poteva contare su giocatori di altissimo livello quali Kunda, De Mori, Bonati e Costantini e questo la dice lunga sulla difficoltà del match. Sarà fondamentale dunque imporre sin da subito il nostro ritmo di gioco, partendo in modo aggressivo e cercando di essere continui al servizio e a muro: è lì che si deciderà la partita».

Sarà tutta barese anche la coppia arbitrale: la delicata direzione del derby tra Club Atletico Bari Volley e Pallavolo Molfetta è stata affidata ai signori Antonio Colapietro e Nicola Traversa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400