Cerca

Bari Volley senza avversari: anche Spoleto ko

Nell’importante scontro diretto d’alta classifica della quindicesima e ultima giornata del girone di andata della serie B1 maschile di pallavolo, non resistono nemmeno gli umbri: 3-1. Minafra: «Un momento d’oro». Baresi terzi in classifica e in piena zona playoff
Bari Volley senza avversari: anche Spoleto ko
BARI - Nemmeno la temibile compagine perugina dello Spoleto riesce a resistere al travolgente Club Atletico Bari Volley targato Vincenzo Nacci: la formazione barese ottiene la sesta vittoria consecutiva superando gli umbri per 3 set a 1 nell’importante scontro diretto d’alta classifica della quindicesima e ultima giornata del girone di andata. Al giro di boa del campionato Minafra e compagni giungono al terzo posto in graduatoria, in piena zona playoff e con la consapevolezza di poter raggiungere qualsiasi obiettivo se continuano a giocare con la stessa mentalità vincente mostrata in questa fase del torneo. Basti un’unica considerazione: anche contro Bucaioni e compagni i gialloblu baresi hanno dovuto attraversare parecchi momenti di difficoltà: ne sono venuti sempre fuori con il piglio della grande squadra.

Costretto a rinunciare al libero Basile, bloccato da un’influenza, Mister Nacci lo rimpiazza con il giovane Scarafile, confermando per il resto la stessa formazione reduce dal successo di Gela, con Laterza al palleggio, Di Fino opposto, Lacalamita e De Tellis al centro, Fiore e Rinoldo di banda. Spoleto risponde con l’ex Bucaioni in cabina di regia, De Matteis sulla diagonale, La Forgia e Gelli centrali, Saviotti e Gradi schiacciatori-ricevitori, Corsetti libero. L’equilibrio della fase iniziale del match è rotto a metà frazione da un break di 4-0 della formazione di casa, propiziato in gran parte dagli attacchi e dai muri di Fiore e De Tellis, che consentono ai baresi di portarsi sul 19-14. Mister Tardioli prova allora a ridisegnare l’assetto della sua squadra rimpiazzando il giovane Gradi con Lattanzi e Gelli con Battistelli. Mosse vane contro la perfezione del cambio-palla della compagine del Presidente Vastano, nelle cui file Carella sostituisce l’infortunato Di Fino (il casentino rientrerà nel secondo set). È De Tellis a chiudere la prima frazione per Bari con un primo tempo di rara potenza e precisione (25-20).

Nel secondo parziale la reazione spoletina si affida in particolare al fondamentale della battuta. Mister Tardioli ordina maggiore aggressività al servizio, i suoi uomini non se lo fanno ripetere due volte e per la ricezione barese sono guai grossi. Saviotti costruisce l’allungo decisivo prendendo a pallate la retroguardia avversaria (12-20). Un muro di Battistelli rimette in equilibrio il conto dei set (18-25).

Il terzo parziale non inizia per il libero barese Scarafile, acciaccato. Il suo posto è preso da capitan Minafra. I ragazzi di Mister Nacci riprendono il discorso interrotto nella prima frazione e prendono il sopravvento con gli attacchi di Rinoldo (da applausi la sua prova), Fiore e Di Fino, ben serviti da Laterza (20-13). Ma è ancora la battuta a riportare a galla gli ospiti, che non mollano: Saviotti e La Forgia mandano la ricezione barese sull’orlo di una crisi di nervi (21-20). Nel momento decisivo però, emerge la maggiore lucidita dei gialloblu di casa: la riscossa degli uomini di Nacci è guidata da Rinoldo (23-21) e da De Tellis, che ancora con un attacco in primo tempo riporta Bari avanti di un set (25-22).

Il quarto parziale è da cardiopalma. Si gioca punto a punto per tutta la durata della frazione, con la tensione derivante dall’importanza della posta in palio dipinta sui volti dei protagonisti ed emozioni intense per chi ha avuto la fortuna di assistere al match: Saviotti ha in mano il contrattacco per allungare la gara al tie-break, De Tellis lo stoppa con un muro pazzesco (25-25). Un altro muro, stavolta di Lacalamita regala a Bari l’occasione per portare a casa l’incontro, circostanza che si realizza puntualmente a seguito di un errore in attacco di Lattanzi, che fa letteralmente impazzire di felicità il gruppo barese. «È un momento d’oro per noi – il commento di Pino Minafra, capitano del Bari Volley – speriamo di allungarlo il più possibile. Lavoriamo bene in settimana e i frutti li raccogliamo in partita, quando riusciamo ad esprimerci al massimo proprio nei momenti decisivi. E anche quando non mettiamo immediatamente la palla a terra, recuperiamo palloni preziosi a muro, spostando gli equilibri dalla nostra parte, segno di grande forza di volontà da parte della squadra. Il bilancio del girone di andata? Positivo, se si eccettua qualche punto perso in malo modo. Cercheremo di rifarci con qualche buona prestazione in trasferta, magari proprio partendo dal prossimo match contro Chieti».

CLUB ATLETICO BARI VOLLEY – MONINI MARCONI SPOLETO PG 3-1 (25-20; 18-25; 25-22; 28-26)
CLUB ATLETICO BARI VOLLEY: Laterza 2, Di Fino 11, De Tellis 10, Lacalamita 4, Fiore 20, Rinoldo 15, Scarafile (L), Carella 2, Minafra (L), Albanese, Fiorentino, Anselmo n.e. All. Nacci-Bruno
MONINI MARCONI SPOLETO PG: Bucaioni 4, De Matteis 14, Gelli, La Forgia 8, Saviotti 20, Gradi, Corsetti (L), Battistelli 5, Lattanzi 9, Restani, Grechi (L) n.e., Guidolin n.e. All. Tardioli-Farinelli
Arbitri: Danilo Arseni di Brindisi e Pierpaolo Di Bari di Brindisi. Spettatori: 150 circa
BARI: Bp 4, Bs 12, Mp 13; SPOLETO: Bp 16, Bs 14, Mp 8

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400