Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 17:26

Bari Volley, fine anno col botto

I baresi schiantano il Terlizzi 3-0 nell'ultima partita dell'anno della serie B1 maschile di pallavolo. Lo schiacciatore Fiore: «Quando giochiamo così è difficile per chiunque affrontarci». Dopo la sosta trasferta in casa della corazzata Gela
CLUB ATLETICO BARI VOLLEY – CITTÀ DI TERLIZZI 3-0 (25-23; 25-17; 25-17)

CLUB ATLETICO BARI VOLLEY: Laterza, Di Fino 16, De Tellis 10, Lacalamita 7, Fiore 12, Rinoldo 9, Basile (L) Minafra, Carella, Albanese, Fiorentino, Anselmo n.e. All. Nacci-Bruno
CITTÀ DI TERLIZZI: Libraro 1, Ruggiero 2, Valente 8, Muccio 2, Lampariello 6, Del Vecchio 9, Bisci (L), Pirola 7, Iaia, Lorenzoni, Tamborra n.e., Panunzio (L) n.e. All. Lorenzoni-D’Elia
Arbitri: Maurizio Canessa di Bari e Marco Riccardo Zingaro di Foggia
BARI: Bp 1, Bs 15, Mp 8; TERLIZZI: Bp 2, Bs 5, Mp 7

BARI - Non poteva esserci chiusura migliore per il 2008 del Club Atletico Bari Volley: la formazione del capoluogo pugliese ha infatti imposto la legge del più forte anche nel derby con il Terlizzi superando con un secco 3-0 la compagine della città dei fiori e ottenendo il quarto successo consecutivo della gestione Nacci. La squadra barese ha mostrato ancora una volta progressi importanti sul piano del gioco e della mentalità, gestendo l’incontro con sagacia tattica e perizia tecnica, senza lasciare agli avversari possibilità alcuna di entrare nel match. Segnali assolutamente confortanti alla vigilia di una serie di scontri diretti che potranno incidere notevolmente sul destino del team del presidente Vastano in questo campionato.

I baresi partono con la formazione-tipo con Laterza al palleggio, Di Fino sulla diagonale, Lacalamita e De Tellis al centro, Fiore e Rinoldo di banda e Basile libero. Dall’altro lato della rete mister Lorenzoni lascia Pirola in panchina preferendogli a inizio match Ruggiero nel ruolo di opposto, con Libraro in cabina di regia, Muccio e Valente centrali, Lampariello e Del Vecchio schiacciatori-ricevitori, Bisci libero.

L’iniziale equilibrio è spezzato nella fase centrale della prima frazione dagli attacchi devastanti di Fiore, senza dubbio uno dei migliori in campo e dai muri di De Tellis, anch’egli in grande forma. Bari allunga, portandosi avanti di quattro lunghezze (16-20), ma Terlizzi non sta a guardare, riuscendo a rimettersi prontamente in scia con due punti consecutivi di Del Vecchio (20-21). Al momento del dunque i gialloblu di casa mostrano maggiore solidità degli ospiti, non sbagliando una virgola in fase di cambio-palla e approfittando di un clamoroso errore in palleggio di Ruggiero conquistano la prima frazione (25-23).

Di qui in avanti la cronaca del match si risolve in un lungo monologo dei ragazzi di Mister Nacci, che rasentano la perfezione in ogni fondamentale. Appare invece frastornata la compagine terlizzese, in cui evidente serpeggia il nervosismo tipico di chi si sta vedendo sfuggire la situazione di mano. 8-3 al primo time-out tecnico, 16-7 al secondo, 25-17 il parziale conclusivo, numeri che sono l’impietosa testimonianza di un dominio assoluto della squadra barese nel secondo set.

Un dominio che prosegue imperterrito anche nella terza frazione. Mister Lorenzoni le prova tutte, schierandosi al posto di Lampariello e affidandosi alla potenza di Pirola. Mosse vane di fronte allo show di Di Fino e soci che in appena 23 minuti chiudono a proprio favore set e match con un bel diagonale di Rinoldo (25-17). «Siamo stati bravi ad imporre sin da subito il nostro ritmo di gioco – il commento finale di Alessio Fiore, trascinatore in attacco della formazione barese – e quando ci riusciamo è difficile per chiunque affrontarci. Cosa è cambiato rispetto a inizio stagione? Siamo decisamente più tranquilli in campo e più consapevoli del nostro valore. Forse dovevamo toglierci da dosso il groppone di essere necessariamente la squadra da battere. Sono molto felice anche per la mia prestazione personale, finalmente mi sto allenando con continuità e i risultati si vedono. Il ciclo di scontri diretti che ci attende? Possiamo giocarcela con tutti». Dopo la sosta natalizia nuova impegnativa verifica per gli uomini di Mister Nacci, in trasferta contro la corazzata Gela.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione