Cerca

CALCIO / Lecce trema Ora è in piena zona B

Nel 17° turno della serie A, i salentini non vanno oltre un pareggio a reti bianche contro il Bologna e piombano in piena zona retrocessione (sono terz'ultimi, scavalcati anche dal Torino). Si riprende il 10 gennaio
• Fischi, ma Beretta è fiducioso
• I risultati di Iª, IIª Divisione e D
• Pallavolo: Trento-Martina 2-3
• Basket: Viterbo-Taranto 51-65

Lecce-BolognaLECCE-BOLOGNA 0-0

LECCE (4-3-1-2): Benussi 6; Schiavi 6, Stendardo 5.5, Fabiano 5.5 (39' st Angelo sv), Ariatti 6; Munari 5.5 (21' st Zanchetta 6.5), Vives 6, Caserta 6; Giacomazzi 5.5; Cacia 4.5 (21' st Castillo 7), Tiribocchi 6.5. In panchina: Rosati, Diamoutene, Antunes, Konan. Allenatore: Beretta 5.5.
BOLOGNA (4-3-1-2): Antonioli 6.5; Zenoni 6, Moras 6, Terzi 5.5, Bombardini 5.5; Marchini 6 (17' st Amoroso 5.5), Volpi 6, Mudingayi 6; Valiani 6 (34' st Adailton sv); Di Vaio 6.5, Bernacci 5 (39' st Cesar sv). In panchina: Colombo, Castellini, Mingazzini, Lanna. Allenatore: Mihajlovic 6.
ARBITRO: Morganti di Ascoli 7.
NOTE: cielo sereno ma giornata caratterizzata dal forte vento, terreno di gioco non in perfette condizioni. Ammoniti: Stendardo, Giacomazzi, Vives, Zanchetta, Terzi, Marchini e Bombardini. Angoli: 7-5. Recuperi: pt 0'; st 3'.

LECCE – Il Lecce non sa più vincere. Al «Via del Mare» la squadra di Mario Beretta non va oltre lo 0-0, facendo salire a dodici la poco onorevole striscia di partite senza vittoria. L’ultimo successo dei salentini risale infatti alla quarta giornata di campionato (2-0 al Cagliari) e ora in classifica sotto Giacomazzi e soci restano soltanto due squadre, Reggina e Chievo.

Primo tempo scialbo e secondo tempo migliore da parte dei padroni di casa, che per quanto fatto vedere nella ripresa avrebbero meritato di trovare la vittoria nell’ultimo turno di campionato prima della sosta. Sotto l’albero di Natale i giallorossi non trovano i tre punti ma i fischi di fine gara da parte dei propri tifosi.

In avvio Beretta propone Cacia dal primo minuto al posto di Castillo. Al 4-3-1-2 dei pugliesi Mihajlovic risponde con un modulo speculare. Nei primi minuti il Lecce manovra di più e gli ospiti si affidano ai guizzi di Di Vaio. Prima di assistere alla prima occasione da gol bisogna attendere il 25': mischia in area leccese, il pallone finisce sui piedi di Bombardini che da buona posizione spara alto. Pochi minuti dopo la risposta leccese, facilitata da un errore di disimpegno di Terzi, ma Cacia spreca l'assist smarcante di Giacomazzi e spedisce il pallone sopra la traversa. La seconda parte di frazione vede un Bologna più pimpante e anche se le occasioni latitano al fischio dell’intervallo sono gli uomini di Mihajlovic ad aver fatto vedere le cose migliori.

In avvio di secondo tempo il Lecce appare più volenteroso ma le azioni d’attacco dei salentini sembrano confuse e frutto di spunti estemporanei più che di manovre ragionate. Se poi ci si mette anche la scarsa vena di Cacia, che al 19' fallisce il gol a tu per tu con Antonioli sprecando l’assist di Tiribocchi, allora si capisce che i fischi del pubblico di Lecce hanno una loro giustificazione. A metà ripresa i giallorossi cambiano marcia: Beretta inserisce Castillo per Cacia e nel giro di due minuti la squadra di casa sfiora il vantaggio. Al 22' Antonioli compie un miracolo sulla conclusione di testa del neo entrato, il pallone finisce a Tiribocchi che si divora il gol a porta sguarnita. Un minuto dopo una bomba di Castillo si stampa sulla traversa. I due cambi hanno cambiato volto alla formazione di casa, che appare trasformata. Gli ultimi minuti sono un vero e proprio arrembaggio: ci provano prima Zanchetta e poi il volenteroso caserta ma il match finisce a reti bianche, con i giocatori di casa sommersi dai fischi dei propri sostenitori.

I risultati degli incontri della 17ª giornata del campionato di calcio di serie A

Atalanta-Juventus 1-3 (30' Del Piero/J, 37' Legrottaglie/J, 48' Vieri/A, 81' Amauri/J);
Cagliari-Reggina 1-1 (1' Acquafresca/C, 61' su rig. Brienza/R);
Catania-Roma 3-2 (34' Baiocco/C; 40' e 56' Morimoto/C, 74' Vucinic/R, 78' Menez/R);
Chievo-Genoa 0-1 (89' Olivera/G);
Lecce-Bologna 0-0;
Sampdoria-Fiorentina 0-1 (19' Montolivo/F);
Torino-Napoli 1-0 (52' Bianchi/T);
Milan-Udinese (posticipo 20.30).

Giocate ieri: Lazio-Palermo 1-0 (66' Rocchi/L)
Siena-Inter 1-2 (34' e 83' Maicon/I, 44' Karjha/S)

La classifica (squadre, punti, partite giocate, vinte, pareggiate, perse, gol fatti, gol subiti)

Inter 42 17 13 3 1 31 11
Juventus 36 17 11 3 3 30 13
Fiorentina 32 17 10 2 5 25 14
Napoli 30 17 9 3 5 25 16
Milan (-) 30 16 9 3 4 23 17
Genoa 29 17 8 5 4 24 17
Lazio 27 17 8 3 6 26 22
Catania 25 17 7 4 6 18 20
Atalanta 24 17 7 3 7 21 19
Palermo 23 17 7 2 8 21 21
Roma (-) 23 16 7 2 7 21 23
Udinese (-) 22 16 6 4 5 24 20
Cagliari 21 17 6 3 8 19 21
Sampdoria (-) 19 16 5 4 7 15 18
Siena 19 17 5 4 8 13 18
Bologna 15 17 3 6 8 19 27
Torino 15 17 4 3 10 13 29
Lecce 14 17 2 8 7 14 24
Reggina 13 17 3 4 9 15 33
Chievo 9 17 2 3 12 9 27
(-): una gara in meno

La classifica cannonieri

12 RETI: Di Vaio (2 rig) (Bologna); Gilardino (Fiorentina); Milito (4 rig) (Genoa).
11 RETI: Amauri (Juventus).
10 RETI: Ibrahimovic (Inter).
8 RETI: Floccari (Atalanta); Zarate (2 rig) (Lazio).
7 RETI: Mascara (2 rig) (Catania); Ronaldinho (2 rig) (Milan); Denis, Hamsik (2 rig) (Napoli); Miccoli (2 rig) (Palermo); Corradi (3 rig) (Reggina); Di Natale (2 rig) (Udinese).
6 RETI: Acquafresca (1 rig) (Cagliari); Mutu (1 rig) (Fiorentina); Sculli (Genoa); Del Piero (2 rig) (Juventus); Quagliarella (Udinese).
5 RETI: Jeda (Cagliari); Pandev (Lazio); Kakà (2 rig) (Milan); Cavani (Palermo); Totti (1 rig) (Roma); Cassano (1 rig) (Sampdoria).
4 RETI: Paolucci (Catania); Maicon (Inter); Rocchi (Lazio); Tiribocchi (Lecce); Pato (Milan); Lavezzi (Napoli); Vucinic (Roma); Bellucci (1 rig) (Sampdoria); Amoruso (2 rig) (Torino).
3 RETI: Doni (Atalanta); Conti (Cagliari); Kuzmanovic, Montolivo (Fiorentina); Nedved (Juventus); Castillo (Lecce); Simplicio (Palermo); Brienza (1 rig) (Reggina); Delvecchio (Sampdoria); Kharja (Siena); Bianchi (1 rig), Rosina (3 rig) (Torino); D’Agostino (2 rig), Floro Flores (Udinese).
2 RETI: Ferreira Pinto, Valdes, Vieri (Atalanta); Valiani, Volpi (Bologna); Fini (Cagliari); Morimoto, Plasmati (Catania); Marcolini (1 rig), Pellissier (Chievo); Papastathopoulos (Genoa); Cordoba, Cruz, Muntari, Stankovic (Inter); Chiellini, Iaquinta (Juventus); Foggia (Lazio); Cacia, Caserta (Lecce); Ambrosini, Inzaghi (Milan); Zalayeta (Napoli); Cozza (Reggina); Aquilani, Julio Baptista, Panucci, Perrotta (Roma); Calaiò, Ghezzal, Maccarone (1 rig) (Siena); Stellone (Torino); Pepe, Sanchez (Udinese).
1 RETE: Garics, Guarente, Manfredini, Padoin (Atalanta); Bernacci (1 rig), Moras (Bologna); Bianco, Larrivey, Lopez (Cagliari); Baiocco, Martinez, Sabato (Catania); Bentivoglio, Italiano, Langella, Mantovani (Chievo); Felipe Melo, Pazzini (Fiorentina); Biava, Motta, Olivera, Palladino (Genoa); Adriano (rig.), Maxwell, Obinna, Vieira, Samuel (Inter); Camoranesi, Giovinco, Grygera, Legrottaglie, Marchionni (Juventus); Dabo, Diakitè, Ledesma, Mauri, Siviglia (Lazio); Esposito, Giacomazzi (Lecce); Borriello, Inzaghi, Seedorf, Zambrotta (Milan); Maggio, Mannini, Pazienza (Napoli); Bovo, Bresciano, Cassani, Kjaer, Mchedlidze, Succi (Palermo); Barreto, Costa (Reggina); De Rossi, Juan, Menez (Roma); Franceschini, Padalino, Stankevicius (Sampdoria); Ficagna, Frick, Galloppa (1 rig); Vergassola (Siena); Abate, Abbruscato, Barone, Colombo, Saumel, P.Zanetti (Torino); Inler (Udinese).
1 AUTORETE: Terlizzi (Catania pro Inter); Mascara (Catania pro Inter); Cicinho (Roma, pro Bologna); Di Loreto (Torino pro Reggina); Pisano (Torino pro Inter); Domizzi (Udinese pro Lecce); Siviglia (Lazio pro Napoli); Mantovani (Chievo pro Lazio); Denis (Napoli pro Milan); Papastathopoulos (Genoa pro Juve); Felipe (Udinese pro Chievo); Diakitè (Lazio pro Inter).

Il prossimo turno (18ª giornata, 11 gennaio alle ore 15)

Bologna - Chievo
Fiorentina – Lecce
Genoa - Torino (10/1, ore 18.00)
Inter - Cagliari (10/1, ore 20.30)
Juventus – Siena
Napoli – Catania
Palermo - Atalanta
Reggina - Lazio
Roma – Milan (ore 20.30)
Udinese - Sampdoria

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400