Cerca

Cras Taranto a caccia degli ottavi di Europe Cup

Il PalaMazzola ospiterà (giovedì 18 alle ore 20,30) la gara di ritorno dei sedicesimi di finale tra le ioniche e le rumene dello Sfantu Ghorghe. Coach Ricchini: «Vogliamo la qualificazione con il bel pubblico». Si parte dal +5 dell’andata
Cras Taranto a caccia degli ottavi di Europe Cup
TARANTO - «Preservare il +5 sull’andata, magari non spremendo sino all’estremo le forze della squadra, per volare agli ottavi di finale della Europe Cup. Vorremmo tagliare questo traguardo con il più bel pubblico del PalaMazzola». Queste, in pillole, le intenzioni di coach Roberto Ricchini, per il match in programma domani (giovedì 18 dicembre) al PalaMazzola (ore 20,30), tra il Cras e lo Sfantu Ghorghe. In palio il passaggio al secondo turno ad eliminazione diretta della Uefa del basket femminile. Chi vince affronterà agli ottavi la spinosa squadra francese del Tarbes Bigorre, che ha nettamente vinto il suo sedicesimo di finale. In 80 minuti di gioco, tra andata e ritorno, le transalpine hanno battuto per un totale di 206-110 le “povere” rumene del Bashet Icim.

CERCASI SUCCESSO NUMERO 14 - Il Cras non vuole sparire dal sogno che sta facendo appassionare i suoi tifosi. La formazione jonica è imbattuta, tra campionato e Europe Cup, da tredici partite consecutive. Quasi due mesi immacolati, che non stanno facendo però perdere la testa alle giocatrici rossoblù. Lo spiega il pivot italo-brasiliano Karen David, che in Europa porta una media-partita buona pari a 7,6 punti e 4,6 rimbalzi. «Il Cras resta coi piedi a terra e continua a produrre basket gradualmente, puntando sulla forza corale. Questo è il risultato – evidenzia la giocatrice che proprio oggi, 17 dicembre, compie 31 anni – della teoria redatta dal nostro allenatore, che è bravo a dosare le energie praticando un turn over continuo e ci tiene sempre concentrate. Da parte nostra il compito di giocare con intelligenza e sfruttare il nostro talento. Armi, queste ultime, indispensabili per contenere le fastidiose rumene, che giocano bene soprattutto sull’esterno».

La difesa rigida vista contro Schio, potrebbe bastare per neutralizzare lo Sfantu Gheorghe, per poi garantire consequenziali praterie alle attaccanti di Taranto. In chiave Europa, la forza agonistica rossoblù è impressa dalle cecchine Batkovic, Mahoney e Greco, che garantiscono la doppia cifra, rispettivamente con una media di 16, 15,6 e 10,4 punti match. Dati vitali e “figli” del gioco corale che tanto piace a Ricchini.

OCCHIO ALLE ESTERNE RUMENE - Il Css Lmk Sfantu Gheorghe è alla prima partecipazione alla Europe Cup, mentre è una formazione già affermata nel campionato rumeno, dove attualmente è in crescita, trovandosi in quinta fila, dopo 7 successi e 4 ko. Nella passata edizione del campionato, la squadra biancoverde ha perso la finale scudetto in gara-5 contro la Icim Arad.

La leader della squadra allenata da Csaba Déri, in Europe Cup è la trentenne guardia rumena Ildiko Vass, che porta una media di 15,9 punti a match. In termini di rimbalzi, invece, si pone all’attenzione degli addetti ai lavori il centro ungherese 29enne Judit Kajdacsi, che recupera una media di 11,4 palle a partita. La imprevedibilità del gioco è spesso assicurata dalla miglior “passatrice” della squadra (media di 7 assist a gara), ovvero la guardia americana Sharnee Zoll, che all’andata impose al Cras anche 21 punti. Altri pericoli possono giungere dall’ala-pivot rumena Erzsebet Ambrus, che segna 10 punti a gara. E dalla guardia-ala senegalese Salivata Diatta, dalla media di 9,1 punti in Europe Cup.

LE FORMAZIONI - Cras Taranto: Zimerle, Greco, Mahoney, Godin, David; Bello, Sanchez, Siccardi, Prado, Batkovic. All. Roberto Ricchini. Sfantu Gheorghe: Zoll, Diatta, Vass, Cazac, Kajdacsi; Ambrus, Sa’ndor, Matovic, Nagy, Bordas. All. Csaba Déri.
Arbitri: Armindo Araujo (Por) e Jelena Tomic (Cro).
Inizio della partita alle ore 20,30. Diretta web sul sito www.fibaeurope.com.

IN COPPA CON GLI ABBONAMENTI DELL’A1 - Il Cras rende noto che anche per la partita di Coppa di domani saranno validi gli abbonamenti che il pubblico ha sottoscritto per le partite del campionato. Dunque gli abbonati godranno anche dei match internazionali dalle tribune del PalaMazzola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400