Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 00:44

Taranto, torna la spagnola Sanchez

Ingaggiata dal Cras (A1 femminile di basket) l’esterna di 34 anni, già in Puglia nella stagione 2006-2007. Sostituirà a tempo determinato l’infortunata Sauret-Gillespie. La giocatrice: «Sono felice per questa nuova occasione. Aiuterò la squadra»
Rosi SanchezTARANTO - Il Cras Basket Taranto comunica di aver ingaggiato la giocatrice spagnola Rosi Sanchez. L’atleta di Li, sostituirà “a tempo” l’altra comunitaria Audrey Sauret-Gillespie, attualmente impegnata nella fase di rieducazione dopo l’intervento al ginocchio. «La società – spiega il presidente Angelo Basile – ha voluto compiere un nuovo sforzo di mercato, per permettere a Ricchini di lavorare con una squadra competitiva, attraverso dieci giocatrici esperte a disposizione. Sanchez è una di queste, che noi conosciamo bene e che può offrire un contributo valido sia in Italia che in Europa».

La dirigenza crassina, attraverso il segretario del club Pasquale Fasano, è attualmente impegnata nell’operazione di tesseramento dell’esterna iberica, affinché possa essere disponibile già domenica prossima nell’impegno di campionato a Pozzuoli e giovedì prossimo in Coppa in Romania.

GRADITO RITORNO - La guardia Rosi Sanchez, la cestista con più presenze (132) nella nazionale spagnola (con la quale ha vinto due bronzi europei nel 2001 e nel 2003), torna al Cras dopo la parentesi della stagione 2006-2007, caratterizzata da una media di 6,7 punti, 3,2 rimbalzi ed il 53,8% nel tiro da due, dopo 15 partite giocate. In seguito Sanchez fu costretta ad alzare bandiera bianca per alcuni problemi al ginocchio. Ma la stagione successiva (2007-2008) ha ridato nuove soddisfazioni all’intelligente cestista spagnola. Dapprima l’ottimo corso col Gran Canaria, la squadra della sua città: 10 punti di media nella Liga spagnola e 16 punti+7 rimbalzi in Europe Cup.

Tali numeri hanno richiamato l’attenzione della Famila Schio, che l’ha ingaggiata per l’ultima parte del campionato, culminata poi con lo scudetto, che attualmente spicca sul petto delle “arancioni”. Di 4,1 punti e 3,4 rimbalzi a gara la media di Rosi, che in Italia si appresta a giocare la sua quarta stagione dopo il bon debutto nell’annata 2005-2006, con la maglia di Maddaloni, al quale garantì 14 punti a sfida. Nel curriculum dell’esterna iberica, spiccano anche una Coppa Ronchetti (l’attuale Europe Cup) e due Coppe della Regina, vinte con Gran Canaria.

«SONO FELICE DI ESSERE TORNATA» - E’ riapparso il sorriso sul volto di Rosi Sanchez, che da quest’estate è aggregata al Cras, che le ha permesso di mantenere la sua condizione atletica e cestistica, ancora utile, a 34 anni, «per provare a spingere lontano una grande squadra». Queste le prime parole di Sanchez, dopo il secondo ingaggio della sua carriera da parte del Cras nel giro di due anni. «Il mio compito sarà quello di rafforzare il settore esterno dopo la temporanea uscita di scena di Sauret-Gillespie, offrendo al coach Ricchini talento ed esperienza».

Oggi, giovedì 4 dicembre, in una seduta intensa al PalaMazzola, la giocatrice dell’isola canarina si è allenata col Taranto. Il desiderio è di tornare a calcare presto il parquet di gioco. «Sinora aspettavo una proposta importante – chiude Sanchez – ora è arrivata. Io l’ho accettata con entusiasmo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione