Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 13:51

L'Italgest Casarano pronta a ripartire

Sabato ritorna il campionato di serie A d’Elite di pallamano. I salentini impegnati sul difficile campo del Secchia Rubiera, attuale quarta forza del torneo. Il tecnico Trapani: «Èuno scontro diretto». Ancora indisponibili il centrale Di Leo e l’ala sinistra Ognjenovic
L'Italgest Casarano pronta a ripartire
CASARANO - Conclusa la positiva parentesi della Nazionale italiana impegnata nelle qualificazioni all'Europeo 2010, la Italgest Salento d’amare Casarano ritorna a lavorare al completo in vista della ripresa del suo campionato, fissata per sabato sul difficile campo del Gammadue Secchia Rubiera, attuale quarta forza della Serie A d’Elite.

Sono stati ben tre i rosso – azzurri protagonisti con la maglia azzurra dell’importante pareggio contro la Bosnia e del successo sulle Far Oer: il capitano Vito Fovio, Damir Opalic ed il rientrante Giuseppe Lovecchio, che nel doppio appuntamento ha dimostrato di essere del tutto guarito dall’infortunio che ne ha limitato l’utilizzo in questo primo scorcio di stagione.

Nella pausa della massima espressione della pallamano italiana per club, la Italgest non è rimasta a guardare, ma ha continuato a lavorare intensamente in quegli aspetti che necessitavano di essere rispolverati e migliorati. «Privi degli infortunati e dei giocatori impegnati nelle rispettive nazionali, abbiamo insistito sull’aspetto fisico ed individuale», dichiara il tecnico Francesco Trapani. «Abbiamo tenuto anche un’amichevole contro l’Altamura, che si è rivelata utile per mantenere il ritmo partita dopo aver lavorato in gruppo ridotto».

Trapani, quindi, può ora abbracciare interamente il suo gruppo, con il quale si proietta al prossimo match di Rubiera: «Da questa mattina proseguiamo a pieno organico il nostro cammino di avvicinamento al match di sabato, che ritengo sia molto importante per il nostro campionato», prosegue l’allenatore. «La partita contro il Secchia assume una valenza di uno scontro diretto, che dobbiamo vincere per rimanere attaccati al gruppo di testa, e con un atteggiamento mentale corretto scenderemo in campo cercando di concedere il meno possibile, come sempre abbiamo fatto finora».

L’infermeria, però, non concede tregua alla compagine rosso – azzurra, costretta ancora a fare a meno del centrale Piero Di Leo e dell’ala sinistra Miran Ognjenovic: «Non riusciamo a recuperare i nostri due acciaccati per la trasferta in Romagna. Ognjenovic non riesce ancora ad allenarsi ed in settimana sarà sottoposto ad un ulteriore controllo ecografico, mentre per Di Leo la situazione non è delle migliori poiché deve continuare il riposo assoluto raccomandato dallo staff medico», conclude Trapani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione