Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 22:50

CALCIO / Catania-Lecce 1-1 Castillo riponde a Paolucci

Nella quattordicesima giornata della serie A, i salentini raccolgono un punto in Sicilia. Partenza bruciante dei padroni di casa. Poi i giallorossi trovano le contromisure. Nella ripresa, la punta dei siciliani sblocca (61'). Quasi immediata la risposta dei pugliesi: l'argentino entra e segna (69')
• Serie B: Bari-Albinoleffe 1-2
Catania-Lecce 1-1CATANIA-LECCE 1-1 (0-0 nel primo tempo)

CATANIA (4-3-3): Bizzarri 6; Sardo 6, Silvestre 6, Stovini 6, Sabato 6; Carboni 6, Ledesma 6 (39' st Izco sv), Biagianti 6 (26' st Tedesco 6); Mascara 6, Paolucci 7, Plasmati 5.5 (35' st Martinez sv). In panchina: Kosicky, Alvarez, Morimoto, Silvestri. Allenatore: Zenga 6.
LECCE (4-4-1-1): Benussi 6.5; Polenghi 6, Schiavi 6, Fabiano 6, Esposito 6; Munari 6, Ardito 6, Zanchetta 5.5, Ariatti 6; Giacomazzi 5 (23' st Castillo 6.5); Tiribocchi 6 (47' st Antunes sv). In panchina: Rosati, Diamoutene, Caserta, Vives, Cacia. Allenatore: Beretta 6.
ARBITRO: Dondarini di Finale Emilia 5.5
RETI: 16' st Paolucci, 24' st Castillo.
NOTE: Serata fresca, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 20 mila circa. Ammoniti: Paulucci, Silvestre, Zanchetta, Ardito, Polenghi. Angoli: 11-1 per il Catania. Recupero: 2' pt, 3' st.

CATANIA – Primo pareggio al «Massimino» per il Catania dopo sei successi e una sconfitta. Mascara e compagni devono accontentarsi dell’1-1 contro un buon Lecce. Complessivamente discreta la prova dei rossazzurri che cercano la vittoria con più insistenza davanti a un avversario che si gioca la sua partita non rinunciando a contrattaccare. Dopo il gol di Paolucci Beretta azzecca il cambio inserendo Castillo, autore poco dopo del gol del pareggio.

Zenga ritrova Sardo in difesa sulla destra, mentre a sinistra Sabato vince il ballottaggio con Silvestri; a centrocampo torna Carboni; il tridente offensivo è composto da Plasmati, preferito a Morimoto, Mascara e Paolucci; indisponibili Martinez, Terlizzi e Llama. Beretta opta per lo schieramento con una sola punta, Tiribocchi con Giacomazzi in appoggio. In difesa, esordio stagionale per Schiavi che sostituisce Stendardo, laureatosi nella giornata di ieri in giurisprudenza; l’unico assente è Angelo.

Fasi di studio nei primi minuti e ammonizione pesante per il catanese Silvestre, già diffidato. Il protagonista è Benussi che al 7' salva in corner su un perfetto colpo di testa di Plasmati e 1' dopo risponde alla grande respingendo sulla linea un nuovo colpo di testa ravvicinato di Sardo dopo 3 angoli di fila. Il Lecce non sta a guardare e dopo qualche momento di sbandamento crea pericoli alla retroguardia etnea: al 13' Tiribocchi con un sinistro da dentro l’area manda sull'esterno della rete; al 15' su Tiro-cross di Ariatti dalla sinistra, Bizzarri si salva d’istinto.

La partita è bella, giocata a viso aperto, anche se il Catania costruisce di più, pur affidandosi un pò troppo ai lanci lunghi: al 23' angolo di Mascara dalla sinistra, Benussi respinge corto e Stovini manda alto da due passi. Al 35' ancora un tentativo di Sardo con un esterno che finisce sopra la traversa. Meno emozionante la parte finale del primo tempo che si chiude a reti bianche.

Identiche formazioni ad inizio ripresa. Al 7' il Catania sfiora il vantaggio con un sinistro di Paolucci in area che colpisce il palo e poi finisce fuori. Molto attivo l’attaccante del Catania che al 13' va in fuga dalla sinistra e mette al centro un pericoloso cross intercettato dall’attgento Benussi. E proprio Paolucci al 16' sblocca il risultato con un diagonale di sinistro dopo un assist casuale di Biagianti.

Il gol cambia i piani del Lecce, ora costretto a far ela partita. Beretta per dare più sostanza all’attacco inserisce Castillo tirando fuori un poco incisivo Giacomazzi. Mossa decisamente azzeccata perché 1' dopo il suo ingresso in campo l’argentino firma il pareggio con un gran destro al limite dell’area; terzo gol per lui.

Cambia anche il Catania: Tedesco rileva Biagianti e Martinez Plasmati. Al 36' torna a farsi pericoloso il Lecce con un tiro in velocità di Tiribocchi, parato in due tempi da Bizzarri. Al 38' dentro anche Izco per Ledesma. Nel finale vano assalto del Catania.

SERIE A – 14ª GIORNATA DI ANDATA – 30 NOVEMBRE – ORE 15

Atalanta – Lazio
Cagliari – Sampdoria
Catania - Lecce 1-1 giocata sabato
Genoa - Bologna
Inter - Napoli
Juventus – Reggina sabato ore 20,30
Palermo - Milan ore 20.30
Roma – Fiorentina
Siena - Torino
Udinese - Chievo

CLASSIFICA (legenda: squadra, punti, partite giocate, vinte, pareggiate, perse, gol fatti, gol subiti)

Inter 30 13 9 3 1 20 7
Milan 27 13 8 3 2 19 10
Juventus 24 13 7 3 3 17 9
Napoli 24 13 7 3 3 19 13
Lazio 23 13 7 2 4 22 14
Fiorentina 23 13 7 2 4 18 12
Catania (+) 22 14 6 4 4 15 15
Udinese 21 13 6 3 4 21 14
Genoa 21 13 6 3 4 20 15
Atalanta 17 13 5 2 6 14 15
Palermo 17 13 5 2 6 16 18
Siena 16 13 4 4 5 11 12
Sampdoria (-) 16 12 4 4 4 13 15
Cagliari 14 13 4 2 7 14 17
Roma (-) 14 12 4 2 6 14 18
Lecce (+) 13 14 2 7 5 13 19
Torino 12 13 3 3 7 14 19
Reggina 11 13 3 2 7 12 24
Bologna 9 13 2 3 8 11 22
Chievo 6 13 1 3 9 6 21
(-): una gara in meno
(+): una gara in più

IL PROSSIMO TURNO - 7 DICEMBRE – ORE 15

Atalanta – Udinese
Cagliari – Palermo
Chievo – Roma (6/12, ore 18.00)
Lazio - Inter (6/12, ore 20.30)
Lecce - Juventus
Milan - Catania
Napoli – Siena
Reggina - Bologna
Sampdoria - Genoa (ore 20.30)
Torino – Fiorentina

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione