Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 17:39

Il Lecce si prepara per la gara contro la Roma

Domani in programma un’amichevole a Nardò in preparazione alla gara di calcio di serie A al Via del Mare contro la Roma. Il difensore Fabiano: «I giallorossi ci faranno visita dopo aver vinto il derby contro la Lazio. Vorranno confermarsi. Dovremo cercare di arginarli»
Il Lecce si prepara per la gara contro la Roma
LECCE – Doppia seduta d’allenamento per il Lecce di Mario Beretta. Si sono allenati tutti regolarmente, assenti i nazionali Diamoutene e Feltscher. Domani è in programma un’amichevole contro la Nuova Nardò al Campo Sportivo «Giovanni Paolo II», con inizio alle ore 15 in preparazione alla partita di serie A al Via del Mare contro la Roma.

«I giallorossi La Roma ci faranno visita dopo aver vinto il derby contro la Lazio; vincere una partita particolare, come lo è il derby, ti dà una carica in più, energia ed entusiasmo. Vorranno confermarsi e noi, consapevoli di questo, dovremo cercare di arginarli». Sono le parole del difensore brasiliano del Lecce, Fabiano Medina da Silva, in vista della sfida di domenica pomeriggio alle ore 15.

«Totti è un giocatore importante, al quale dovremo prestare particolare attenzione perché è in grado in qualsiasi momento di dettare passaggi filtranti; per questo dovremo essere attenti in copertura, non dare spazio alla profondità, cercando di chiudere tutti gli spazi. La classifica non rispecchia il reale valore della Roma. Stanno facendo un po di fatica, hanno avuto un inizio di campionato difficile, però, secondo me, basta poco per riprendere a giocare come facevano lo scorso campionato».

Il difensore fa poi un passo indietro parlando della gara persa con la Sampdoria. «Penso che nella gara contro la Sampdoria abbiamo sbagliato l’approccio. Nell’intervallo il mister ci ha suggerito degli accorgimenti da mettere in pratica e nel secondo tempo siamo entrati in campo più attenti e determinati. Il tecnico - aggiunge Fabiano - ci allena sempre per cercare di vincere tutte le partite, a prescindere dall’avversario di turno, sia che giochi contro la prima che contro l’ultima in classifica. Poi ogni partita ha una storia a se e bisogna accettare il verdetto del campo, però non cambia il nostro modo di affrontare le gare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione