Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 02:18

Martina Franca esonera Lattari. Arriva Bonitta?

di G. FLAVIO CAMPANELLA
Fatale per il tecnico brasiliano la sconfitta di Vibo nell'ottavo turno della A1 maschile di pallavolo. Il sostituto potrebbe essere Marco Bonitta, campione del mondo nel 2002 con l'Italia femminile
Martina Franca esonera Lattari. Arriva Bonitta?
Marco Bonittadi G. FLAVIO CAMPANELLA

MARTINA FRANCA - Proprio ieri ha cercato di spiegare la sconfitta di Vibo Valentia. Ma il 3-0 subìto in Calabria ha fatto il paio con il precedente tonfo interno contro Forlì. Cosicché, il tecnico Lattari ha avuto il benservito. Antonio Bongiovanni, presidente della Stamplast Martina Franca (A1 maschile di pallavolo), ha deciso di esonerarlo. Scarno il comunicato diffuso dall'ufficio stampa. «Si conclude la collaborazione tra la Prisma Volley Martina Franca ed il signor Radamès Lattari, al quale va il ringraziamento sincero per il lavoro sin qui svolto e rivolge un in bocca al lupo per le future esperienze professionali. L’allenamento odierno è stato diretto dal vice Danilo Paglialunga in attesa che venga ufficializzato il nome del nuovo allenatore del club biancoazzurro». 

Non sono bastate, insomma, le attenuanti: l'assenza di Granvorka, l’esordio di Mastrangelo dopo tre mesi dall’ultima partita giocata e le imperfette condizioni di Rodriguez, reduce da una settimana di allenamento differenziato per problemi al ginocchio destro. Evidentemente qualcosa non andava. Peraltro, alcune dichiarazioni devono aver sconcertato la dirigenza: «La partita di domenica - ha dichiarato Lattari poche ore fa a proposito del 3-0 di Vibo - è stata molto equilibrata. Specie il primo set. Negli altri due parziali siamo stati in vantaggio di due o tre punti fino al secondo time-out tecnico». La contraddizione di un risultato che ammette pochi margini di discussione e appunto l'incapacità di mantenersi in vantaggio durante i parziali della gara sono state le gocce che hanno fatto traboccare il vaso. 

Il tecnico brasiliano, dunque, non ci sarà in quella che aveva individuato come la partita del riscatto. Sabato prossimo la Stamplast affronterà il fanalino di coda Padova (zero punti in classifica) nell'anticipo della nona giornata. I pugliesi sono fuori dalla zona retrocessione (a quota 9), ma per due sole lunghezze (Modena è a 7). Dietro ci sono anche (di un punto) proprio a Vibo e Forlì (8). Uno smacco troppo forte per una società ambiziosa. Volendo si sarebbe potuto aspettare (il successo contro i veneti appare pressoché scontato) e cercare di ripartite senza cambiare il coach. Ma la scelta dell'avvicendamento è stata fatta per permettere al nuovo tecnico di ripartire in tempo per puntare ai playoff, vero obiettivo di questa stagione, soprattutto dopo l'ingaggio di Luigi Mastrangelo. 

Si fanno i nomi di Pupo Dall'Olio (a Perugia l'ultima esperienza, prima dell'esonero e dell'arrivo del turese Di Pinto) e di Emanuele Zanini (ex Verona), ma è molto probabile l'arrivo di Marco Bonitta, ravennate di 45 anni, campione del mondo nel 2002 con la Nazionale italiana femminile. Dopo la parentesi con l'Italia ha allenato anche la Polonia, ma il torneo di serie A1 maschile (nel 2006-2007 è stato a Cavriago, ma in A2) dovrebbe dargli forti motivazioni, proprio quelle di cui ha bisogno la Stamplast Martina Franca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione