Cerca

La Intini Noci sconfitta a Imola

Doveva essere la partita del riscatto dei biancoverdi e invece i tre punti vanno ai padroni di casa nell'ottava giornata della serie A1 maschile di pallamano. La sconfitta allontana i baresi dalle prime posizioni. Sabato arriva il Castenaso: si gioca in campo neutro
ROMAGNA-INTINI NOCI 28-25 (12-11)

Romagna: F. Tassinari 2, Minarini, Galassi, Scheda, Mat. Folli 6, Bulzamini, Kovacevic 10, Ceroni 4, La Guardia, Raffini 2 ,Scheda, Dal Monte 4, Tampieri, N. Tassinari . Allenatore: D. Tassinari.
Intini Noci: La Presentazione 7, Cusumano 3, Coppola 1, Millet 3, V. D’Alessandro, Pulito 2,
Grande, Ventrella, Fabra 8, D’Aprile , Recchia, F. D’Alessandro 1, Spinozza, VentrellaGentile.
Allenatore:Iaia.
Arbitri: Bavarese-Bocchieri.

NOCI - Doveva essere la partita del pronto riscatto del Noci e invece i tre punti vanno ai padroni di casa dell’Imola nell'ottava giornata della serie A1 maschile di pallamano. Più vogliosi e concentrati gli uomini di Tassinari una sorta di incontro da ultima spiaggia per uscire dalle sabbie mobili del fondo della classifica. Dall’altra parte i baresi si presentano senza Marine fuori per squalifica e Ninni D’Alessandro (rimasto in Puglia per motivi di studio).

Non è stato il Noci delle ultime uscite. La partita è stata un festival degli errori da una parte e dall’altra, palle perse, tiri sbagliati, frutto di due squadre non all’altezza della situazione. La prima frazione è scivolata via in equilibrio, i locali mai in vantaggio, se non negli ultimi secondi, i biancoverdi che provavano più volte ad allungare (in vantaggio anche di 2 reti) ma l’Imola prontamente si riportava in pareggio. La prima frazione si concludeva con i padroni di casa in vantaggio per 12-11.

Seconda frazione che vede i padroni di casa in cerca dell’allungo decisivo ma i nocesi sono sempre pronti a rifarsi sotto, sino ad una manciata di minuti dalla fine, quando, con i nocesi in vantaggio per 21 – 20 su un tentativo di contropiede gli arbritri fischiano un fallo di piede a Cusumano, l’italo belga protesta per l’inesistenza del fallo e si becca il rosso per la seconda partita consecutiva.
I locali approfittano dell’uomo in più e piazzano un break importante di quattro gol contro nessuno dei nocesi e la partita può considerarsi finita, l’incontro si chiude con il risultato di 28-25.

Una sconfitta che allontana il Noci dalle prime posizioni ma ancora in zona play-off. Sabato arriva il Castenaso (BO), si gioca in campo neutro a Salerno alle 15.00, per la squalifica di due giornate del campo nocese, bisognerà riprendere a vincere per restare attaccati al treno dei play-off e non rischiare di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere.

In quanto al resto, Trieste al comando della classifica. La formazione di Radojkovic con il successo interno sul Mezzocorona ha mantenuto due punti di vantaggio sul Bozen che ha dovuto sudarsela sul campo del Meran, dove, dopo un primo tempo di assoluta parità, gli uomini di Eisengstegen hanno vinto facendo leva sull'ottimo impianto di gioco. La sfida fra Bozen e Trieste della prossima settimana potrà chiarire molto per la lotta al vertice. Con la vittoria sul Capua raggiunge il terzo posto anche il Pressano che ha avuto in Moser il suo miglior cannoniere (9 marcature al suo attivo). In fondo alla classifica l'85 Castenaso ha tratto il massimo dallo scontro diretto con il Nonantola e ora può guardare con maggior fiducia al proseguo del campionato.

Classifica: Trieste 21; Bozen 19; Luciana Mosconi Ancona 16; Intini Noci, Pressano 15, Capua,
Meran,Cologne 10;, Romagna 8; Mezzocorona Metallsider 7; 85 Castenaso 6; Rapid Nonantola 2.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400