Cerca

Beretta: «Esposito può ambire alla Nazionale»

L'allenatore del Lecce esalta il giovane difensore, nato a Galatina e cresciuto nel setttore giovanile: «Ha grandi numeri, sta giocando bene e si disimpegna egregiamente sugli esterni. Lippi lo segue? È un ragazzo umile e può ambire a qualcosa di importante»
Il gol di Esposito (Lecce) con il MilanROMA - A distanza di tempo dalle polemiche che lo avevano visto protagonista con José Mourinho, l’allenatore del Lecce, Mario Beretta, torna a parlare dell’Inter: «Nerazzurri in crisi? Non userei questo termine. Ci sta nel calcio che alle volte si trova difficoltà a trovare la via del gol -. Bisogna considerare che l’allenatore è nuovo e non si può pretendere di trovare i giusti equilibri in appena tre mesi di lavoro, specialmente quando si cambia modo di giocare. E comunque Mourinho è primo in classifica, nonostante si dica che la sua Inter stia giocando male. Figuriamoci cosa accadrà quando giocherà meglio».

Una battuta infine anche su Andrea Esposito, autore del gol che domenica scorsa ha condannato il Milan nel posticipo dell’ultimo turno di campionato: «E' un ragazzo che ha grandi numeri - ha concluso Beretta - sta giocando bene e si disimpegna egregiamente sugli esterni. Lippi lo segue? Esposito è un ragazzo umile e può ambire a qualcosa di importante nel calcio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400