Cerca

Battesimo infausto: a Giovinazzo esulta il Valdagno

Nel ristrutturato impianto di viale Aldo Moro, i vicentini si impongono 2-1 nella serie A1 di hockey su pista maschile grazie a una doppietta di Raed. Sabato prossimo alle ore 20,45 altro match interno contro la Rotellistica Novara, ultima della classe
Battesimo infausto: a Giovinazzo esulta il Valdagno
GIOVINAZZO - Finalmente il ritorno in viale Aldo Moro per l’Afp Giovinazzo, nella sfida interna con il Valdagno. Il ristrutturato Palasport accoglie quasi mille spettatori, nell’incontro di cartello del quarto turno d’A1 di hockey su pista. Partono bene i vicentini di mister Alberto Lodi, ma la prima incursione del match è smorzata dal caldo guantone di Chiaramonte, mentre dall’altra parte, Puzzella sventa un’incuneata di Dagostino, prima di distendersi per allontanare una velleitaria conclusione di Garcia Mendez.

I padroni di casa seguono le direttive di Pino Marzella: su invito millimetrico di Garcia Mendez, ancora Dagostino non inquadra lo specchio. L’istinto di Chiaramonte serve a negare a Raed, che si rifarà più tardi, la gioia dello 0-1, mentre sul versante opposto il dialogo tra Garcia Mendez e Gimenez e vanificato dal salvataggio della difesa ospite, proprio a pochi passi dalla linea di porta. Nicolia si fa vedere con un tiro dalla distanza, ben controllato da Chiaramonte. L’errore di Altieri a due passi da Puzzella provoca l’immediata reazione dei vicentini che violano la porta dei padroni di casa col centro di Raed al 20’ minuto. Nel finale, l’arbitro Ferrari sale in cattedra annullando la rete del momentaneo 1-1 al bomber Altieri: secondo il fischietto di Viareggio la pallina non aveva varcato la linea di porta. Si va al riposo sullo 0-1.

I secondi venticinque minuti di gioco si aprono con la respinta di Puzzella su Altieri e con l’errore di Illuzzi, su una punizione di prima. L’estremo difensore del team di Lodi sembra un limite invalicabile fino al quarto d’ora quando è costretto ad abdicare: le braccia alzate al cielo di Turturro, al suo primo centro stagionale, e l’urlo incontenibile dell’intero Palasport valgono il meritato rientro in carreggiata da parte della banda di casa. Un risultato che, in pochi minuti, cambia nuovamente. L’1-2 del Valdagno arriva ancora dalla stecca di Raed che trafigge Chiaramonte con una punizione di prima. Illuzzi è travolto in area di rigore, ma il penalty di Gimenez finisce a lato.

L’ultimo sussulto arriva dall’indomabile capitan Depalma: e se sulla prima conclusione Puzzella ci mette una mano, sulla seconda è la traversa a salvare il Valdagno. Mani nei capelli, ma l’applauso del popolo di Giovinazzo giunge lo stesso. In attesa del prossimo bagno di folla, sabato prossimo alle ore 20,45, nel match interno contro la Rotellistica Novara, ultima della classe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400