Cerca

Il Lecce a Bergamo quasi a pieno organico

Nel decimo turno della serie A di calcio, il tecnico dei salentini avrà a disposizione molti giocatori dopo infortuni e squalifiche. Il tecnico: «Avrò più possibilità di scelta, ma ero tranquillo prima della gara contro il Palermo, perchè noto che il gruppo si allena sempre molto bene»
LECCE – Dopo il buon pareggio con il Palermo il Lecce è atteso da una trasferta ostica contro l’Atalanta di Gigi Del Neri che in casa ha fatto abbastanza bene. «Ritornano a disposizione diversi giocatori, dopo infortuni e squalifiche, siamo quasi a pieno organico – spiega il tecnico giallorosso Mario Beretta – avrò più possibilità di scelta, anche se ero tranquillo prima della gara contro il Palermo, perchè noto che tutto il gruppo si allena sempre molto bene. Domani ci mancherà Giacomazzi, per squalifica, che è un giocatore molto importante per noi, ha avuto un inizio di campionato di grande spessore, però ci sono giocatori, che lo possono sostituire, come Munari, che tra l’altro ha fatto molto bene mercoledì scorso, perciò sono tranquillo perchè chi verrà chiamato in causa potrà dare il suo contributo».

Tanti gli impegni ravvicinati con i giocatori chiamati agli straordinari: «Veniamo da tre gare in sette giorni, e questo può creare qualche problema dal punto di vista atletico, anche se è una situazione comune a tutte le squadre, e noi, comunque, stiamo bene fisicamente. Secondo me in trasferta abbiamo offerto delle buone prestazioni, dobbiamo però migliorare nel saper sfruttare meglio delle situazioni che potenzialmente possono far male all’avversario, e per questo dobbiamo essere più determinati. Dobbiamo giocare con coraggio anche dopo aver raggiunto il vantaggio – spiega – cercando di non abbassare troppo il nostro baricentro, anche se bisogna sempre fare i conti con gli avversari. Altro aspetto che bisogna tener presente è il fatto che in squadra ci sono giocatori che non hanno grossa esperienza nel massimo campionato, e questo, comunque, lo avevamo presente sin dall’inizio e c'è da dire che siamo contenti di quello che abbiamo fatto finora. Fanno piacere le parole di Marcello Lippi che ha detto di seguire con attenzione Esposito; questa è una nota di merito per il ragazzo e per la società. È, inoltre, normale che se viene citato un nostro calciatore a me fa piacere. L’Atalanta è una squadra che gioca un ottimo calcio, ha delle qualità importanti, sono tosti in casa, stanno facendo un buonissimo campionato come del resto lo hanno fatto nello scorso campionato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400