Cerca

Gioia del Colle, partita proibitiva a Latina

La quinta giornata del campionato di serie A2 maschile di pallavolo propone (domenica, ore 18) la gara interna contro una squadra con le carte in regola per riconquistare la massima serie persa nella scorsa stagione dopo sette anni. In programma c'è anche Castellana-Crema
Jorge Cannestracci, tecnico della Nava Gioia del ColleGIOIA DEL COLLE - La quinta giornata del campionato di serie A2 maschile di pallavolo propone alla Nava Gioia del Volley una gara sulla carta proibitiva. Arriva in Puglia l'Andreoli Latina, che torna a disputare la serie A2 dopo ben 7 stagioni nella massima serie e che quest'anno mette in mostra un sestetto con tutte le carte in regola per riconquistare la serie A.

Mister Ricci potrà contare tra i suoi sull'esperienza indiscussa di Simone Rosalba, martello classe 76, oltre al talento dell'opposto Leondino Piombini, guidati in regia dal palleggiatore Luciano De Cecco, a completare il libero Cortina, il martello croato Kovacevic, e i centrali Tomessetti e Moretti.

Dall'altra parte la Nava Gioia, reduce da una trasferta infelice con il Città di Castello, diretta concorrente per la salvezza. Infelice perché i biancorossi conducevano il match per 2 set a 0, poi rimontati dagli umbri e sconfitti al quinto set. Morale quindi non altissimo, tanto da cercare con orgoglio una rivincita magari proprio in casa con il Latina. In campo per il Gioia il sestetto base: De Giorgi palleggiatore, Rigoni e Diogo martelli, Dias opposto, centrali Polidori e Belardi, libero Gatto.

«Latina è una squadra molto forte - commenta mister Cannestracci - attrezzata per vincere il campionato, non sarà facile. Tuttavia noi dobbiamo pensare solo ad esprimere al meglio il nostro gioco e credere nelle nostre potenzialità. Vorrei solo che la mia squadra riesca ad allungare i tempi di rendimento positivo. La gara non è fatta di soli 2 set. È quello che ci sta capitando: giochiamo solo per due set, così come è accaduto a Città di Castello. In settimana abbiamo lavorato molto su questo. Se poi miglioriamo la battuta e il contrattacco, abbiamo buone probabilità di fare ancora meglio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400