Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:32

La Italgest inanella la terza vittoria di fila

Nella serie A d'Elite maschile di pallamano, Casarano espugna Siracusa battendo i padroni di casa dell'Albatro per 28-20. Con questa vittoria, i ragazzi di mister Trapani agguantano in testa alla classifica il Bologna, prossimo avversario in campionato il 5 novembre
I tifosi dellAlbatro SR - Italgest Salento d'amare Casarano 20-28 (10-11)

SIRACUSA: Bronzo, Bellavia, G. Viscovich, Costanzo, Fusina, Calvo, Garcia, Vasquez, Arias, Heinz, M. Viscovich, Giannone, Simonovic, Brzic. All. Vinci
CASARANO:Buffa, Ognjenovic 3, Torbica 5, Carrara 4, Kammerer, Opalic 1, Fovio, Bozovic 1, Stritof 2, Telepnev 5, Di Leo 7, Prskalo, Malena, Amendolagine. All. Trapani

Arbitri: Boscia - Pietraforte

SIRACUSA - Dopo il bis, ecco servita anche la terza vittoria consecutiva in campionato. La Italgest Salento d'amare espugna il Pala "Lo Bello" di Siracusa dopo aver battuto i padroni di casa dell'Albatro per 28-20. Con questa importante ed attesa vittoria, i ragazzi di mister Francesco Trapani agguantano in testa alla classifica di Serie A d'Elite il Bologna dell'ex Tarafino, prossimo avversario in campionato il prossimo 5 novembre.

Capitan Fovio e compagni si aspettavano molto in questa difficile gara che li metteva di fronte ad un avversario ostico e pericoloso in special modo davanti al proprio pubblico. I rosso - azzurri, però, sono scesi in campo determinati e convinti di potersi giocare le proprie carte, nonostante gli avversari fossero più freschi sia mentalmente che fisicamente.

Questa partita, infatti, è stata la quarta nel giro di nove giorni per la Italgest Salento d'amare, che arriva alla pausa con un'ottima posizione in classifica e con il morale sempre più alto grazie ai risultati positivi che stanno conseguendo in Italia. La larga vittoria sul Prato non è stato un caso, i campioni d'Italia hanno disputato una gara accorta ed ordinata, evitando di concedersi eccessivamente agli aretusei, orfani del solo Mata Sanchez, in tribuna come quinto straniero. Trapani, invece, decide di portare in panchina sia Bozovic sia Di Leo, nonostante soffrano di qualche problema fisico.

In apertura di match, i salentini sbagliano un tiro di rigore con Carrara, neutralizzato dall'estremo difensore di casa Garcia. Al 7' il punteggio vede i bianco - azzurri avanti di misura, 3-2. Vantaggio che va rimpinguandosi dopo cinque minuti: 4-2, quando capitan Fovio risponde al collega Garcia parando un rigore del centrale siciliano Brzic. La Italgest Salento d'amare non ci sta e firma un perentorio parziale di 5-0, grazie a Di Leo e Carrara, che capovolge la situazione: i Campioni d'Italia vanno a condurre la contesa 4-7 dopo 19'. Nell'ultima fase dell'incontro, complice anche un po' di confusione al tavolo dei cronometristi, l'Albatro rientra in gioco, 8-9 al 26'. Un primo tempo molto nervoso, con numerose esclusioni temporanee da ambo le parti, si chiude con i rosso - azzurri che mantengono intatto il risicato vantaggio, 10-11.

Nella ripresa, i ragazzi di Vinci completano la rimonta e centrano il pari al 36': 13-13. Gli ospiti replicano ai siciliani ritornando avanti 16-15 al 42'. In campo vi sono diversi errori sia da una parte che dall'altra, la gara è molto equilibrata ed intensa anche sugli spalti. Fovio e compagni continuano a giocare su alti livelli e a costruire un'importante mole di gioco, incrementando il gap al 44': 19-16. Quattro minuti più tardi, i salentini completano un altro parziale di 3-0, che li fa volare sul 22-16 in proprio favore. La gara scivola sui binari vincenti della Italgest Salento d'amare, che al 52' si trova avanti 24-16 e 27-17 al 57'. L'incontro si conclude sul punteggio finale di 20-28 che proietta i rosso - azzurri in testa alla classifica insieme al Bologna UTD.

Conquistata la terza vittoria consecutiva in campionato, la Italgest Salento d'amare può usufruire di un breve periodo di pausa per permettere lo svolgimento degli impegni della Nazionale per le Qualificazioni agli Europei 2010. Nella lista dei convocati dal selezionatore azzurro Javier Equisoain sono presenti tre giocatori rosso - azzurri: oltre alla conferma tra i pali di Vito Fovio, sono da segnalare gli illustri ritorni di Ognjenovic ed Opalic, talenti riportati su alti livelli dalla compagine salentina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione