Cerca

Cras Taranto, è proprio una falsa partenza

Le ioniche perdono anche nel secondo turno della serie A1 femminile di basket. A Parma, le ioniche partono malissimo (37-21 alla fine del secondo quarto). La reazione arriva nel terzo parziale fino al pareggio nel quarto (48-48). Ma non serve: la Lavezzini s'impone 76-67
Suzy Batkovic (Cras Taranto)LAVEZZINI PARMA-LEVONI TARANTO 76-67

LAVEZZINI BASKET PARMA Stabile 2 (0/1), Paparazzo 5 (1/1, 1/1), Zanoni 13 (4/9, 0/1), Zara 15 (0/3, 3/4), Vilipic 14 (4/6), Summerton 14 (5/8, 1/2), Porter 4 (2/3, 0/3), Screen 9 (0/1, 1/5). All. Scanzani.
LEVONI CRAS TARANTO Mahoney 20 (6/7, 1/4), Bello 0 (0/1), Zimerle 17 (1/5, 5/8), Sauret 2 (1/4), David 2 (1/2), Godin 6 (3/7, 0/1), Batkovic 12 (2/6, 2/5), Greco 8 (1/5, 1/4). All. Ricchini.
ARBITRI Canestrelli di Genova e Fagiani di Altopascio (Lu).
PARZIALI 16-6, 37-21, 44-38
NOTE Tiri liberi: Parma 26/31; Taranto 10/13. Tiri da due punti: Parma 16/31; Taranto 15/39. Tiri da tre punti: Parma 6/17; Taranto 9/22. Uscita per raggiunto limite di falli Summerton. Spettatori 800 circa.

PARMA - Seconda sconfitta per Taranto (orfana di Brunson), che cede il passo ad una Lavezzini Parma determinata e precisa al tiro. Brutto primo tempo da parte del Cras, che all'inizio della gara prova a spingere subito sull'acceleratore, salvo incappare in errori banali. La Lavezzini, aggressiva in difesa e paziente in attacco, riesce a riempire l'area con attenzione.

Dopo il vantaggio firmato Batkovic (3-6 al 4'), Taranto subisce un parziale di 13-0, fermato solo dalla sirena del primo quarto (16-6). L'inizio del secondo periodo ricalca l'andamento dei primi 10 minuti. Parma ancora una volta con Summerton e Vilipic, prova a scappare definitivamente (20-6 al 12'), ma un bel canestro di Sauret e una Batkovic più incisiva riportano sotto il Cras che però, se in attacco comincia a trovare la via del canestro, in difesa soffre terribilmente una Lavezzini praticamente perfetta nel primo tempo. Dopo l'intervallo lungo, le giocatrici di Taranto rientrano in campo con u n'altra faccia e soprattutto con u n'altra intensità.

Messe alle corde, Zimerle e compagne riescono a rialzarsi, piazzando un parziale di 14-2 propiziato dalla efficace difesa allungata e da un attacco entrato in ritmo, grazie soprattutto a Zimerle, Mahoney e Godin. Una reazione che permette a Taranto di chiudere la terza frazione sotto solo di 6 punti (44-38). Intensità e tensione salgono alle stelle. Le padrone di casa, tornate a +8 (48-40 al 32'), sembrano aver ripreso tono. Il Cras però non molla la presa, e quando Zimerle torna a far centro dalla distanza, le pugliesi agganciano Parma (48-48 al 34').

Qui, l'ingresso di Zanoni riporta linfa vitale all'attacco delle emiliane, che riescono a tornare nuovamente sul +6 (54-48 36'). Gli ultimi due minuti sono pirotecnici, con le squadre che si scambiano canestri su canestri. Il Lavezzini però, è glaciale dalla lunetta, portando a casa partita e due importantissimi punti.

• Le gare del secondo turno della serie A1

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400