Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 09:03

Del Core del Foggia squalificato per una giornata

L'attaccante rossonero (autore del gol al Gallipoli, non potrà giocare la prossima gara di Prima Divisione. Un turno a Di Bella (Potenza). In Seconda Divisione, stop di un turno per De Santis (Andria). Inibiti fino al 21 ottobre i dirigenti Bitetto e Pesce del Noicattaro
ROMA - Mano pesante del giudice sportivo, Gianpaolo Tosel, nei confronti del romanista Philippe Mexes. Il difensore francese è stato squalificato per 3 turni perché, al 20' del secondo tempo del match perso 1-0 a Siena, "all'atto dell'epulsione ha rivolto all'arbitro un pesante insulto". Un turno di stop invece per Pietro Accardi (Sampdoria), Daniele Dessena (Sampdoria), Christian Panucci (Roma), Michele Paolucci (Catania), Sokratis Papastahopoulos (Genoa), Marco Rossi (Genoa), Francesco Scardina (Chievo), Mohamed Lamine Sissoko (Juventus), Luca Cigarini (Atalanta) e Gianluca Zambrotta (Milan). Ammende infine per Cagliari (4.000 euro), Roma (3.500), Inter (2.500), Palermo (1.000) e il capitano dell'Atalanta, Cristiano Doni, che dovrà pagare 1.000 euro per proteste nei confronti degli ufficiali di gara.

Il giudice sportivo della Lega calcio ha squalificato otto calciatori in merito agli incontri dell'ottava giornata del campionato di Serie B giocati nel weekend. Si tratta di Carlos Barrionuevo (Salernitana), Jorge Bolano e Simone Gozzi (Modena), Alessandro Dal Canto (Treviso), Leonardo Miglionico e Massimo Loviso (Livorno), Massimo Taibi (Ascoli), Edoardo Briati (Pisa). Multa di 8mila euro e diffida poi per il Frosinone, per i comportamenti violenti tenuti dalla tifoseria nel match perso 5-2 a Livorno; multate anche Salernitana (8mila euro), Mantova (6mila euro), Livorno (4.750 euro) e Avellino (1.500 euro).

Il giudice sportivo Pasquale Marino, in riferimento alle gare della 7ª giornata in 1ª Divisione ha deciso di non assumere alcun provvedimento in relazione al comportamento disciminatorio di un piccolo gruppo di tifosi della Cremonese nei confronti di un giocatore di colore della Pro Patria; la maggioranza dei tifosi ha infatti chiaramente manifestato la propria dissociazione. Sempre per discriminazione razziale il giudice ha invece inflitto al Padova una ammenda di 5 mila euro. Altre ammende, per motivazioni diverse, a Foggia (2.000 euro). Paganese (1500 euro), Crotone (1.000 euro): Pistoiese (750 euro), Monza, Spal (500 euro). Dodici i giocatori squalificati e tutti per una giornata: Cremonesi (Cremonese), Russo (Crotone), Del Core (Foggia), Battaglia (Legnano), Carrara (Lecco), Taccola (Paganese), Di Bella (Potenza), Cuffa (Portogruaro), Giampieretti (Ravenna), Di Napoli (Real Marcianise), De Martis (Sorrento), Bellavista (Verona). Tra gli allenatori due giornate di stop a Dario Rossi (Cavese). Tra i dirigenti inibito fino al 4 novembre Diego Foresti (Monza).

In riferimento alle gare della settima giornata della IIª divisione, squalificati nove giocatori. Per due giornate è stato fermato Pimazzoni (Sambonifacese) e per una Buglio (Alessandria), De Santis (Andria), Panariello (Giacomense), Piovesan (Itala San Marco), Giacomoni (Mezzocorona), Corale (Scafatese), Rogato (Val di Sangro), Barsotti (Viareggio). Tra gli allenatori due giornate di stop a Sannino (Varese e per una D'Angelo (Sudtirol) e Scotto (Scafatese). Tra i dirigenti inibiti fino al 21 ottobre Vito Bitetto e Filippo Pesce (Noicattaro). Tra le società ammende a Alessandria (2.500 euro), Val di Sangro (750 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione