Cerca

Avellino-Bari si giocherà a porte chiuse

L'incontro di calcio (sabato 18 ottobre, ore 16) della nona giornata di serie B, non avrà spettatori. Lo ha deciso il prefetto di Avellino a causa dell'inagibilità dello stadio Partenio dovuta a carenze igienico-sanitarie e alla mancanza della certificazione antincendio
BARI - L'incontro di calcio Avellino-Bari, in programma sabato 18 ottobre per la nona giornata di serie B, sarà disputato a porte chiuse. Lo ha deciso il prefetto di Avellino, Ennio Blasco, a causa dell'inagibilità dello stadio comunale Partenio di Avellino, dovuta a carenze igienico- sanitarie e alla mancanza della certificazione antincendio.
Lo rende noto la questura di Bari, che invita i tifosi del Bari a non recarsi in Campania, non essendo possibile assistere alla partita.

In vista dell'impegno, allenamento pomeridiano per il Bari al San Nicola. I pugliesi hanno svolto una seduta in palestra. Dopo il recupero di Barreto, una nuova buona notizia per il tecnico, Antonio Conte: è tornato disponibile l'argentino Donda (dopo aver saltato la gara con il Mantova per una contrattura).
Domani pomeriggio è previsto un nuovo allenamento, mentre la rifinitura prima della gara campana è in programma venerdì mattina.

Intanto, l'Associazione Bari In Testa, sollecitata dalle segnalazioni di decine di sostenitori biancorossi, ha scritto alla Lega Calcio e a Sky per protestare contro l'orario di inizio del recupero di campionato Bari-Sassuolo, in programma martedì 21 ottobre alle 14,30.
Per l'associazione, ancora una volta sono stati calpestati i diritti dei tifosi, che rappresentano ormai la componente meno importante nel panorama calcistico italiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400