Cerca

Il Dream Team riconquista il torneo di Amatrice

Taranto (campione d'Italia di basket in carrozzina), dopo la netta vittoria sul Giulianova (avversario domenica prossima nel primo turno della serie A1), batte l'Elecom Roma e vince per il secondo anno di fila il torneo laziale. Domani presentazione ufficiale della squadra
Dirk Passiwan (Dream Team Taranto) con la maglia della GermaniaTARANTO - Il Dream Team vince per il secondo anno di fila il Torneo di Amatrice (Rieti), gustoso anticipo del campionato di serie A1 di basket in carrozzina. Dopo la nettissima vittoria sul Giulianova nel match d'esordio i ragazzi terribili di Egidio L'Ingesso bissano nella finale con l'Elecom Roma dell'ex Brad Ness. Pur avendo soltanto sei effettivi a disposizione (Latagliata assente per motivi di lavoro, Mazzi ha un indolenzimento muscolare alla spalla ed è tenuto precauzionalmente a riposo) il tecnico ionico dosa alla perfezione le energie della squadra e porta a casa un successo meritatissimo e corroborante in vista della nuova stagione.

Il commento alla finale con i romani è affidato proprio alle sue parole. «Nel primo periodo abbiamo sofferto un po' le penetrazioni di Pennino e Cherubini ma Di Bennardo ci ha sempre tenuti vicini nel punteggio. Nel secondo quarto è arrivata la svolta: Counts, strepitoso anche nell'esordio con Giulianova (dove con 26 punti è stato il top-scorer del match) ha iniziato ad infilare il canestro con grande continuità (per l'americano al termine della partita un ottimo 9/12 dal campo) ed abbiamo piazzato un parziale di 22-9 che ci ha permesso di andare al riposo lungo con un discreto margine di vantaggio. Nel terzo periodo è salito in cattedra Passiwan, che dall'angolo del perimetri ha fatto sfracelli (eccezionale 6/6 per il nazionale tedesco) incanalando la partita sul nostro binario. Nell'ultimo quarto è salita un po' di comprensibile stanchezza ma abbiamo retto bene il ritorno della Elecom ed abbiamo chiuso in scioltezza con un bel 70-61».

Il responso del torneo di Amatrice in vista dell'esordio di domenica prossima in campionato (al Palamazzola contro il Giulianova), non può che essere positivo. «E' stato senz'altro un buon test ma dobbiamo ancora lavorare tanto, specialmente sulla fase difensiva. Però, a prescindere dal risultato quello che mi è piaciuto di più è stato lo spirito messo in campo dai ragazzi. C'è stato sempre l'aiuto reciproco e la squadra ha dimostrato di essere compatta». Non si può non citare il primo incontro da avversario con Brad Ness. «Con lui ci siamo abbracciati a fine partita. Certo: vederlo con un'altra maglia fa un effetto strano ma il basket è una cosa, l'amicizia un'altra. E Brad sarà sempre un nostro grande amico».

Una nota va spesa anche per la prima apparizione di Dirk Passiwan. «Sembra che giochi con noi da una vita. È un ragazzo disponibile e, quel che conta di più, è un vero fuoriclasse. Quest'anno abbiamo tante frecce al nostro arco. Stiamo lavorando bene e così dobbiamo continuare. Nello spogliatoio si respira un clima sereno e vedo i ragazzi convinti delle loro potenzialità. La strada è quella giusta».

Intanto domani, lunedì 13 ottobre alle ore 18 al Palamazzola, si terrà la presentazione ufficiale della squadra. Oltre al roster completo saranno presentati il quadro tecnico-societario e il nuovo main sponsor. Stampa e tifosi sono invitati.


QUADRANGOLARE AMATRICE

Semifinali
Dream Team Taranto - Giulianova 85-46
Elecom Roma - Santo Stefano 85- 55

Finale 3°- 4° posto
Santo Stefano - Giulianova 75-70

Finale 1° - 2° posto
Dream Team Taranto - Elecom Roma 70-61

DREAM TEAM TARANTO - ELECOM ROMA 70-61 (14-18, 36-27, 58-41)

Dream Team - Miceli 8, Counts 18, Dror 8, Passiwan 12, Stella 6, Di Bennardo 18. All. L'Ingesso.
Elecom - Hartnett 5, Carpentieri, Moukhariq 4, Ness 17, Cherubini 21, Patarca 3, Barbini n.e., Bifolchi, Paggi n.e., Pennino 6, Jayrathe 5. All. Jayrathe
Arbitri - Ascione, Russo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400