Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 21:22

Il Club Atletico Bari Volley vince a fatica

Nella quarta giornata della serie B1 maschile di pallavolo (girone C), supera 3-1 lo Squinzano. Ma il risultato è meno netto di quanto dica il punteggio. Il tecnico Lorizio: «Ci siamo adeguati troppo al loro livello di gioco». Vincono anche il Molfetta (al tiebreak) e il Fasano
Time out del Club Atletico Volley BariBARI - Missione compiuta, ma che fatica! Il Club Atletico Bari Volley fa suo il derby con i leccesi dello Squinzano, ma ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per superare per 3-1 l'ostica compagine guidata dall'allenatore-giocatore Martina, che, pur non godendo dei favori del pronostico alla vigilia, ha irretito con il suo gioco spigoloso gli avversari portandoli a commettere l'errore più grande che si possa compiere con una squadra tenace come quella salentina: adeguarsi al loro livello e ai loro ritmi. La tecnica superiore di Minafra e compagni ha consentito loro di uscire da una situazione che si stava complicando, ma c'è ancora da lavorare per Pino Lorizio e il suo staff per trovare la giusta continuità di rendimento: pause e cali di concentrazione sono difetti che in molte circostanze si pagano a caro prezzo.

Il tecnico di Castellana Grotte è costretto a fare a meno dell'acciaccato Rinoldo. Per sostituire il martello siciliano sceglie allora capitan Minafra, di banda in coppia con Fiore, con Laterza in cabina di regia, Di Fino opposto, Lacalamita e De Tellis centrali, Basile libero. Formazione tipo per gli ospiti con mister Martina che si schiera al centro dove affianca l'altro ex di turno di parte salentina Squeo, con Notarpietro al palleggio, Toma sulla diagonale, Carlo Pagano e l'italo-argentino Timpanaro laterali, Ponzetta libero.

Parte con il piede giusto la squadra di casa che con Fiore e Di Fino sembra prendere il largo (16-11). Poi qualcosa si inceppa nei meccanismi del team di Pino Lorizio e Squinzano, lentamente ma inesorabilmente, torna in partita sfruttando i tanti errori degli avversari (19-19 con ace di Timpanaro). Al momento della verità Bari ritrova un minimo di lucidità e con un parziale di 3-0 firmato De Tellis, Lacalamita e Fiore stronca le velleità di rimonta degli ospiti (24-20). Una magia di Laterza porta Bari avanti di un set (25-21).

Il vantaggio non riesce però a sbloccare mentalmente Minafra e compagni che anzi sono costretti a subire la reazione dei salentini, guidati da un Toma in grande spolvero. All'inizio della seconda frazione gli ospiti costruiscono un break di 4 punti che consentirà loro di condurre le danze per tutto il set (4-8). La compagine del capoluogo pugliese fa fatica a mettere a frutto la sua superiorità tecnica contro uno Squinzano cattivo agonisticamente. I leccesi riescono a rimettere in equilibrio il match con un attacco di Carlo Pagano (23-25).

C'è da soffrire e parecchio anche nel terzo parziale per la formazione del Presidente Vastano: Squinzano non ha nessuna voglia di mollare la presa e il set rimane in bilico fino alle ultime battute. Sul 22-21 due errori consecutivi di Toma e Squeo consentono a Bari di andare a servire per il set. Un primo tempo di De Tellis fa tirare un sospiro di sollievo al pubblico di fede barese (25-22).

Per nulla demotivati dal nuovo svantaggio Martina e compagni continuano a mettere a dura prova la squadra di casa anche nel quarto set. La svolta del match subito dopo la seconda sospensione tecnica: da 16-16, Laterza e soci si portano sul 22-16, approfittando del primo vero passaggio a vuoto degli avversari da inizio gara. Fiore, uno dei tanti ex del match e top-scorer dell'incontro con 22 punti, punisce qualche ricezione difettosa degli ospiti, un muro di Fiorentino (subentrato nel quarto set a Lacalamita), fa gioire la sua squadra per la seconda vittoria consecutiva, la terza in quattro gare (25-20).

«Sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire - dice a fine gara Pino Lorizio, tecnico del Bari Volley - contro un sestetto che non molla mai e che è venuto qui senza paura a giocare la sua gara. Il nostro errore è stato quello di adeguarci al livello di gioco dei nostri avversari. Siamo partiti benissimo ma paradossalmente questo ci ha fatto rilassare troppo. Bisogna invece rimanere sempre umili e mantenere i piedi ben saldi a terra in un campionato equilibrato e ricco di trappole come quello di quest'anno. Se siamo più forti dobbiamo dimostrarlo sul campo, dando sempre il 150% di noi stessi». Nel prossimo turno Minafra e compagni impegnati in un nuovo derby, in trasferta contro il Fasano-Alberobello.

CLUB ATLETICO BARI VOLLEY - CITTÀ DI SQUINZANO 3-1 (25-21; 23-25; 25-22; 25-20)

CLUB ATLETICO BARI VOLLEY: Laterza 4, Di Fino 19, De Tellis 6, Lacalamita 6, Fiore 22, Minafra 4, Basile (L), Fiorentino 2, Carella, Rinoldo n.e., Gelao n.e., Anselmo n.e. All. Lorizio-Bruno
CITTÀ DI SQUINZANO: Notarpietro 4, Toma 20, Martina 6, Squeo 9, Pagano C. 6, Timpanaro 10, Ponzetta (L), Pagano D., Francone, Pagano M. n.e., Soda n.e. All. Martina-Mele
Arbitri: Walter Stancati di Cosenza e Christian Palumbo di Cosenza. Spettatori: 200 circa
BARI: Bp 0, Bs 15, Mp 8; SQUINZANO: Bp 5, Bs 12, Mp 7

• Il quadro dei campionati di serie B maschili e femminili

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione