Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 04:20

Casarano spreca: è fuori dalla Ehf Cup di pallamano

Dopo la gara vinta ieri, l'Italgest doveva difendere le tre reti di vantaggio. Ma nel ritorno col Lokomotiv, disputato sempre a Varna (Bulgaria), i campioni d'Italia hanno perso con cinque gol di scarto (23-18). Cup Winners' Cup: lo Junior Fasano perde la partita d'andata
Italgest CasaranoItalgest Salento d'amare Casarano - Lokomotiv Varna 18-23 (11-11)

Lokomotiv Varna: Ivanov, Vladkov, Yousnyu, Kazakov, Rachev, Zubanov, Chakmakov, Enchev, Asenov, Kobakov, Chernev, Dimitrov, Borisov. All. Yordanov
Italgest Salento d'amare: Torbica, Ognjenovic, Bozovic, Stritof, Carrara, Telepnev, Di Leo, Prskalo, Buffa, Kammerer, Malena, Opalic. All. Trapani.
Arbitri: Novikov - Perepilitsy (UKR)

VARNA (BULGARIA) - I sogni di accesso al terzo turno di EHF Cup della Italgest Salento d'amare si infrangono sul muro del Lokomotiv Varna. I Campioni d'Italia, infatti, hanno perso la gara di ritorno in Bulgaria, decisiva ai fini della qualificazione, con il punteggio di 23-18. In tal modo, i ragazzi di mister Francesco Trapani abbandonano il palcoscenico europeo dopo aver lottato con orgoglio e carattere per tutti i centoventi minuti della doppia sfida in terra bulgara.

La compagine salentina poteva difendere le tre reti di vantaggio acquisite nel primo match giocato ieri, nel quale aveva dimostrato una superiore caratura tecnica e mentale sui ragazzi di Yordanov. Fovio e compagni, però, hanno pagato più dei loro avversari l'impegno ravvicinato e soprattutto il calore dei numerosi sostenitori bulgari che hanno trascinato i propri beniamini al successo.

Eppure la Italgest Salento d'amare aveva intrapreso la partita spigliata e decisa a non badare a calcoli. Al 16', infatti, i rosso - azzurri conducono 7-4 sul Lokomotiv, che però si rifà sotto fino all'intervallo quando riesce ad agguantare gli italiani sul 11-11. Nella ripresa prosegue serrata la lotta punto a punto tra le due formazioni, ma i padroni di casa riescono a condurre un gioco fluido e corale che li porta in vantaggio al 51': 19-17.

Negli ultimi dieci minuti i ragazzi di Trapani hanno dovuto stringere i denti e dare il cuore per centrare l'impresa, che è ancora nitida a tre giri d'orologio dal termine: 21-18, che qualificherebbe proprio i campioni d'Italia. I restanti centottanta secondi, però, sono da incubo, poiché il Lokomotiv Varna sigla il parziale di 2-0 che chiude l'incontro così come il cammino europeo della Italgest Salento d'amare Casarano.

Al fischio finale della coppia arbitrale ucraina Novikov-Perepilitsy, sono palpabili la gioia e la soddisfazione dei bianco - rosso - neri, abili nel rimontare tre gol di scarto ai salentini. Il terzo turno di EHF li attende, e per la Italgest, invece, l'attenzione ritorna alla Serie A d'Elite, dove sabato riceverà tra le mura amiche l'Al.Pi. Prato, a sorpresa ancora a secco dopo le due prime giornate.

Nella gara di andata della Cup Winners' Cup, perde lo Junior Fasano. La squadra di Kuzmanoski, priva di Rubino e Lo Passo, e con Fanizza e Pranjc in panchina solo per onor di firma, è caduta sul campo dell'Alpla Hard (Austra) per 34-26 pur riuscendo nel secondo tempo a giocare alla pari degli avversari. Nel ritorno di sabato prossimo la formazione pugliese proverà a ribaltare il risultato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione