Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 21:52

Casarano sbanca Varna. Domani si rigioca

La Italgest fa sua la gara d'andata del 2° turno di EHF Cup di pallamano. Sul campo del Lokomotiv, i campioni d'Italia hanno vinto 27-24. Domenica alle ore 17 (le 16 in Italia) disputeranno il ritorno con l'obiettivo di amministrare il vantaggio e qualificarsi
Janko Bozovic (Italgest Casarano)Lokomotiv Varna - Italgest Salento d'amare Casarano 24-27 (11-13)

Lokomotiv Varna: Ivanov, Vladkov 4, Yousnyu, Kazakov, Rachev 4, Zubanov 2, Chakmakov 7, Enchev, Asenov, Kobakov 1, Chernev 4, Dimitrov, Borisov 1. All. Yordanov
Italgest Salento d'amare: Torbica 4, Ognjenovic 3, Bozovic 4, Stritof 2, Carrara 3, Telepnev 3, Di Leo 4, Prskalo 4, Buffa, Kammerer, Malena, Opalic. All. Trapani.
Arbitri: Novikov - Perepilitsy (UKR)

VARNA (BULGARIA) - La Italgest Salento d'amare fa sua la gara d'andata del 2^ turno di EHF Cup. Sul campo del Lokomotiv Varna, una delle compagini più attrezzate del massimo campionato bulgaro, i Campioni d'Italia hanno battuto i bianco-rosso-neri con il punteggio di 27-24. Domani, alle ore 17 (le 16 in Italia), i salentini disputeranno gara-2 con l'obiettivo di amministrare il prezioso vantaggio che consentirebbe loro la qualificazione al 3^ turno della competizione continentale.

I rosso- azzurri hanno dimostrato di essere definitivamente usciti dalla breve parentesi negativa delle primissime battute della stagione, sfoderando un'ottima prestazione complessiva. I ragazzi di Trapani hanno interpretato al meglio il match e sono scesi in campo convinti e risoluti nel centrare il successo. Già al primo quarto di gara la Italgest Salento d'amare guidava 7-6 sui padroni di casa, che dieci minuti più tardi continuavano ad essere sotto nel punteggio, 10-13. Al termine della prima frazione, Fovio e compagni andavano al riposo sul 13-11 in proprio favore e nella ripresa ritornavano sul parquet del Palasport di Varna con la stessa concentrazione dei primi trenta minuti.

Al 38' andava lievitandosi il gap tra le due formazioni, con la Italgest avanti 17-14. Il Casarano proseguiva il match senza particolari patemi, amministrando il gioco con intelligenza e audacia. A cinque giri d'orologio dal fischio finale della coppia ucraina Novikov - Perepilitsy, i campioni d'Italia guidavano ancora sul +3, 20-23: vantaggio, questo, che si consumerà anche dopo i sessanta minuti di gioco che consegnano gara-1 alla compagine casaranese per 27-24.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione