Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 14:33

Cras Taranto, inizia la nuova avventura

Domani a Roma (PalaTiziano: sede unica del primo turno) comincia il campionato delle ioniche (A1 donne di basket). Affronteranno Faenza alle ore 17,15. Coach Ricchini: «La voglia è quella di partire con il piede giusto». Disponibile per l'esordio anche il play Zimerle
Il capitano Monica Bello, play del Cras TarantoTARANTO - Il grande giorno è arrivato. Domani, 12 ottobre, il Cras Taranto esordirà nel suo ottavo campionato dell'A1 femminile di basket. Appuntamento a Roma, sul campo unico del PalaTiziano (viale Tiziano, nei pressi dello stadio Flaminio), contro il pericoloso Faenza. Match fissato alle ore 17,15, all'interno dell'evento LBF Opnening Day Roma 2008, partito già venerdì con la serata di gala ''Donne & Basket'' nel suggestivo scenario delle Limonaie di Villa Torlonia, con la presentazione delle 14 squadre di serie A1, delle tante iniziative di supporto predisposte dalla LegA Basket Femminile e la consegna degli Oscar del Basket femminile relativi alla passata stagione agonistica. Tra questi il prestigioso riconoscimento al centro del Cras Rebekkah Brunson come miglior straniera della scorsa A1.

CRAS PROTAGONISTA DEGLI OSCAR - A ritirare il premio la neo capitana Monica Bello, premiata dal suo presidente Angelo Basile, in versione consigliere di Lega. Bello ha fatto le veci della sua compagna, attualmente in America impegnata nella rieducazione al ginocchio destro, sottoposto ad operazione relativamente alla cartilagine. «Aspetteremo Brunson - ha detto Basile - per l'inizio del 2009. Per ora sogniamo con una squadra che comunque è di alto livello». Il dirigente jonico ha poi premiato un'altra giocatrice crassina, come miglior giovane della passata stagione, ossia l'ala pivot foggiana di 21 anni Silvia Sarni, della quale il Cras è fresco proprietario del cartellino. L'atleta è rimasta alla Comense, che ha sfruttato la formula del prestito.

RICCHINI: «SCOPRO IL CRAS» - Al PalaTiziano saranno presenti circa 150 supporters rossoblù, comprese le persone che partiranno con il bus promosso dal Cras. La tifoseria crassina promette una speciale coreografia. Il Cras sarà una scoperta anche per il suo allenatore. Roberto Ricchini, 55 anni di Alessandria, si appresta a vivere la sua prima stagione dalla panchina rossoblù. «È un impegno che mi onora, ho voglia di cominciare - dice il coach alla vigilia della sfida con Faenza -. Ormai è giunto il momento di rompere gli indugi. E' stato un precampionato vessato da arrivi ritardati e soprattutto acciacchi, ma questa è situazione comune a diverse squadre. Io penso a curare il mio orticello. Mi sembra che mentalmente la squadra sia pronta. Lo ha dimostrato una settimana fa in quella partita vera che è stata la finale del quadrangolare con Napoli. Certo - continua l'ex coach di Alessandria, Napoli e Comense - il campionato è un'altra storia».

Questo è il Faenza per Ricchini: «Hanno cambiato molto. Conosco bene Zampella, play metodico con intuizioni sorprendenti. L'ho avuta a Como nella passata stagione. Poi c'è Adriana, che vorrà riscattare l'ultima fase della sua carriera. Poi c'è Bjelica, che credo sia animata dalla voglia di far bene davanti alla sua vecchia squadra e soprattutto sfogare la fame di minutaggio, dopo la stagione anonima a Valencia. Insomma, Faenza è un osso duro».

Questo è il Cras per Ricchini: «Ho a disposizione ottime individualità. Non tutte al top fisico, ma non mi lamento. In campo, durante la stagione, tra Italia ed Europa, la squadra dovrà cucirsi addosso una sua identità. Voglio una squadra che parli di basket usando il collettivo, come se fosse un'orchestra. A disposizione tante voci, interessanti e stimolanti da allenare. Mi spiace che non ci sia Brunson, ora dobbiamo aiutare Godin, come le altre nuove Batkovic e Mahoney, ad entrare nei meccanismi da Cras». Ossia? «Quintetto pressante in difesa e pirotecnico in attacco».

TUTTE ARRUOLABILI, C'E' ANCHE ZIMERLE - Gli ultimi giorni della settimana hanno visto svuotarsi l'infermeria del Cras. Il pivot Batkovic, dopo la contrattura al collo subita durante la finale del quadrangolare vinto domenica scorsa con Napoli, è guarito. Mentre l'ala francese Sauret-Gillespie è sulla via del recupero atletico, dopo una fase di preparazione segnata da noie muscolari. La notizia più bella giunge dal play Anna Zimerle, che nelle ultime 72 ore ha recuperato dall'infiammazione alla spalla che l'ha tenuta bloccata per una settimana abbondante. La giocatrice si è allenata regolarmente con la squadra anche questa mattina a Roma e dunque è a disposizione del tecnico Ricchini, che valuta "prezioso il suo recupero in extremis". In forma buona le altre cestiste rossoblù.

FAENZA, CLIENTE TOSTO - Rivoluzione a Faenza, ma la squadra che ha vinto la Coppa Italia nel 2007 resta una cliente tosto. Rimane in sella alle romagnoli il guru del basket femminile italiano, ossia Paolo Rossi. Il coach ha perso l'ala-pistolera Ballardini, ma è ripartito con slancio con otto decimi della formazione cambiati. Via ottime cestiste, ecco nuove giocatrici talentuose. C'è il rientro del play Adriana, alla quale si aggiungono la guardia ex Venezia Modica, l'ala della Slovenia Erkic, l'ex ala-pivot del Cras Bjelica ed il centro americano Gardner-Combs.

LE FORMAZIONI - Queste le probabili formazioni del match Cras-Faenza. Cras Basket Taranto: Bello, Greco, Mahoney, David, Batkovic; Zimerle, Siccardi, Sauret-Gillespie, Prado, Godin. All. Ricchini. Club Atletico Faenza: Adriana, Modica, Ramon, Bjelica, Gardner-Combs; Zampella, Thais, Erkic, Santucci, Alexander. All. Rossi. Arbitri: Di Francia di Napoli e Dal Bosco di Padova. Inizio del match alle 17,15 (PalaTiziano di Roma, la perdente della sfida giocherà in casa il ritorno fissato il 25 gennaio 2009).

RADIO E TV - Grande attenzione dei media sui match del Cras, a partire da quello in programma domani a Roma. La sfida sarà trasmessa in radiocronaca diretta attraverso le frequenze di Radio Città Bianca (94.2 mhz a Taranto e provincia, 95.2 mhz a Brindisi a provincia). La partita sarà poi trasmessa in differita martedì 14, dalle ore 12, sul canale satellitare della Rai, Rai Sport Più (227 del bouquet Sky).

Ricco anche l'approfondimento del giorno dopo il match. Lunedì 13, infatti, la televisione media partner del Cras, BS television di Taranto, dalle ore 21 regalerà ai telespettatori una prima puntata speciale di "Basket Time", condotta dal giornalista Enrico Sorace. Prevista la presenza della squadra rossoblù al completo. A seguire, attorno alle 22, la differita della partita integrale Cras-Faenza, col commento di Tony Cappuccio.

• Le gare del primo turno della serie A1

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione