Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:52

San Vito si scalda. Sabatelli: «Pronti per partire»

Il presidente del club (A2 femminile di pallavolo): «L'ottima campagna abbonamenti è la prova dell'affetto che i tifosi biancazzurri provano per i nostri colori. Intanto, attendiamo il numero delle squadre che retrocederanno». Debutto domenica a Piacenza alle ore 18
SAN VITO DEI NORMANNI (BRINDISI) - «Siamo pronti per questa nuova stagione in A2»: lo afferma il presidente della SSD Volley San Vito (A2 femminile di pallavolo) Luigi Sabatelli, il quale ha comunicato che la campagna abbonamenti, lanciata alla fine di settembre, procede a gonfie vele. «È la riprova dell'affetto che i sostenitori di fede biancazzurra provano per i nostri colori», ha aggiunto, parlando poi di qualche altra novità nel campo degli sponsor in arrivo nelle prossime ore: «Stiamo formalizzando l'intesa con un altro grosso sponsor che andrà così a far parte del nostro pool. Ormai siamo alla vigilia dell'esordio ed è tempo che anche gli ultimi tasselli del mosaico che pazientemente stiamo costruendo vadano al loro posto».

Sabatelli, dopo essersi soffermato sulla partecipazione al "Trofeo A Sud", ritenuta, al di là dei risultati (la Volley San Vito ha perso di misura contro il Castellana ed è stata poi battuta dal Benevento), complessivamente positiva, ha anche parlato di tutto il resto dell'attività agonistica portata avanti dal suo sodalizio: «C'è un grande fermento - egli ha detto - sia a livello femminile, con le ragazze promosse in serie D che scalpitano per l'imminente inizio del loro campionato, che a livello maschile, nel cui settore possiamo vantare una prima squadra promossa in serie C che si sta già egregiamente comportando in Coppa Puglia».

Tornando al campionato maggiore, la serie A2 femminile (il San Vito esordisce a Piacenza domenica alle ore 18) , Sabatelli ha comunicato che non è stato ancora risolto dalla Federazione il rebus retrocessioni: «Spero proprio che in occasione della presentazione ufficiale del campionato, in programma giovedì a Roma, si possa conoscere anche il numero delle squadre che retrocederanno». Il problema - come è noto - è sorto a seguito della imprevista defezione, all'atto delle iscrizioni, di due squadre che ha costretto a ridurre a 14 il numero delle partecipanti.

• Il calendario della serie A2 femminile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione