Cerca

Troppo forte Macerata per la Stamplast Martina

La Lube Banca Marche si aggiudica l'anticipo della seconda giornata della A1 maschile di pallavolo vincendo per 3-0. I parziali: 27-25, 25-21, 25-22. In classifica i pugliesi di Lattari restano fermi a quota 1
• Serie A2: Gioia e Castellana cedono nettamente
Frantz Granvorka (Prisma Martina Franca)MACERATA-MARTINA FRANCA 3-0 (27-25, 25-21, 25-22)

Lube Banca: Lebl 13, Giovi (L), Vermiglio 3, Bartoletti 13, Martino 7, Monopoli, Corsano (L), Omrcen, Swiderski 13, Podrascanin 9. Non entrati Snippe, Saraceni, Santana. All.: De Giorgi.
Stamplast: Ricciardello (L), Coscione 1, Moltò 2, Stancu 8, Cernic 12, Granvorka 12, Rodriguez 11. Non entrati Vulin, Guglielmi, Stoijkovic, Quartarone. All.: Lattari.
Arbitri: Massimo Pessolano, Roberto Mastrodonato.
NOTE - Spettatori 1700, incasso 2500, durata set: 32', 26', 29'; tot: 87'. Macerata: bs 13, ace 1, mv 8, errori punto 8 ricezione pft 46%, attacco 50%. Martina Franca: bs 8, ace, 3, mv 5, errori punto 11, attacco 37%, ricezione perfetta 56%.

MACERATA - Macerata senza Omrcen, Martina nuovamente in dieci uomini (Vulin è rimasto a casa per un problema muscolare, Valdir sarà disponibile dopo la terza giornata) e senza cambi. I marchigiani si impongono 3-0 ma il punteggio non inganni perché se il primo set, terminato 27-25 per la Lube, se lo fosse aggiudicato la Stamplast si sarebbe visto forse un altro match.

Il sestetto di De Giorgi vince, però, con merito perché è sicuramente più squadra rispetto a quella di Lattari che è ancora alla ricerca di automatismi da oliare. La chiave della partita sta nelle difficoltà offensive di Martina, specie su attacco in palla alta ed in fase di contrattacco (tante le situazioni favorevoli nelle rigiocate non capitalizzate sottorete) e nella grandi capacità difensive di Macerata che in molte occasioni è riuscita a prolungare scambi, vincendoli, che parevano vederla in difficoltà.

Nel primo set la Stamplast ha avuto spesso la possibilità di portarsi in vantaggio conducendo da subito (4-7, 6-10,10-14) il match grazie ad una battuta più efficace ed un muro più attento. La Lube però rientra in partita guidata da un Swiderski super (14-14). Da qui in poi la gara si gioca punto a punto con i biancozzurri che hanno anche a disposizione un set ball conquistato con un ace di Granvorka che però sbaglia la battuta subito dopo. L'errore in attacco successivo di Rodriguez è l'emblema di una serata difficile sottorete (Granvorka chiude il parziale con il 20% di positività in attacco). Degli undici errori punto commessi durante tutto il match ben sei appartengono al primo parziale.

Nel secondo set la partita è in equilibrio sostanziale sino al 16-15 con la Lube però sempre in avanti di uno o due punti. Lebl è stratosferico da posto tre e nessuno riesce a contenerlo. I maceratesi allungano a più tre (18-15, 20-17) poi Martina si riporta sotto (20-19) per poi essere ricacciata indietro definitivamente (il muro di Martino su Granvorka del 22-19 in pratica mette la parola fine al set).

Nel terzo parziale si comincia ad armi pari (8-8), poi Macerata prende il largo (13-8, 16-12) mettendo definitivamente fuori partita i centrali di Martina (Moltò praticamente rimane ai margini del match, chiudendo con un misero 11%) colpendo con il duo dell'est Lebl -Swiderski, a tratti imprendibili per il muro pugliese. Un sussulto però della Stamplast, con Cernic sugli scudi, riporta il match sui binari della parità (16-15 con muro di Rodriguez, 19-19 con attacco vincente di Granvorka). Sul 22-21 Lube, l'ennesimo errore in attacco (Cernic out) spiana la strada ai padroni di casa che si aggiudicano parziale e match.

«Abbiamo commesso tanti errori in attacco, dobbiamo migliorare il nostro gioco, la nostra intesa di squadra. Bisogna avere pazienza e lavorare tanto in palestra. La squadra è buona ed i risultati arriveranno», ha commentato il centrale spagnolo Moltò.

In classifica i biancorossi di De Giorgi salgono a 5 punti mentre i pugliesi di Lattari restano fermi a quota 1. Domani (ore 18) gli altri incontri del secondo turno: Bre Banca Lannutti Cuneo-Framasil Pineto; Copra Nordmeccanica Piacenza-Tonno Callipo Vibo Valentia; Marmi Lanza Verona-Itas Diatec Trentino; Trenkwalder Modena-Antonveneta Padova; Yoga Forlì-Sisley Treviso (18.30, diretta Sky Sport 2). Lunedì 6 ottobre (ore 20.30, diretta Sky Sport 2) il Monday Night tra Rpa-LuigiBacchi.it Perugia e Acqua Paradiso Gabeca Montichiari.

• Le gare del secondo turno della serie A1 maschile
• Il calendario della serie A1 maschile

• Serie A2 maschile: Gioia e Castellana cedono nettamente
• Il calendario della serie A2 maschile

• Il programma delle gare di B1 e B2 maschili e femminili

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400