Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 03:22

Il Lecce sfiora il colpo sul campo della Lazio

Salentini a un passo dall'impresa in serie A all'Olimpico contro la capolista dell'ex Rossi. Tiribocchi va in gol al 25' del primo tempo. Nella ripresa, i biancocelesti pressano, ma la difesa giallorossa è impenetrabile fino a un minuto dalla fine. Poi Inzaghi pareggia
Il gol alla Lazio di Tiribocchi (Lecce)LAZIO-LECCE 1-1 (0-1 nel primo tempo)

Lazio (4-3-2-1): Carrizo 5, Lichtsteiner 6, Siviglia 5.5, Rozenhal 5, Radu 5.5 (15 st Kolarov 6), Brocchi 5.5 (37' st Inzaghi S. 6), Ledesma 6, Mauri 5 (5' st Meghni 6), Foggia 6, Pandev 6, Zarate 5. (86 Muslera, 25 Cribari, 29 De Silvestri, 6 Dabo). All.: Rossi 6.
Lecce (4-3-1-2): Benussi 6, Polenghi 6, Stendardo 6, Fabiano 5.5, Esposito 6, Giacomazzi 6, Zanchetta 6, Ariatti 6, Caserta 6 (25' st Boudianski), Tiribocchi 6.5 (27' st Cacia sv), Castillo 6 (37 st Konan). (1 Rosati, 30 Antunes, 5 Diamoutene, 8 Munari). All. Beretta 6.
Arbitro: Pierpaoli di Firenze 5.5.
Reti: 25' pt Tiribocchi, 44' st Inzaghi S.
Angoli: 10-3 per la Lazio.
Recupero: 2' e 3'.
Ammoniti: Pandev, Giacomazzi e Siviglia per proteste; Tiribocchi per gioco falloso; Benussi e Boudianski per comportamento non regolamentare.
Spettatori: 30 mila.

** I GOL **
- 25' pt: contropiede di Polenghi che serve Tiribocchi al centro dell'area il quale di testa schiaccia in rete complice un Carrizo immobile al centro della porta.
- 44' st: pareggio della Lazio. Zarate di testa verso il centro dell'area, pallone che rimbalza sulle spalle di Stendardo, irrompe Inzaghi che di potenza batte Benussi.

ROMA - Il Lecce sfiora il colpaccio all'Olimpico e alla fine raccoglie un preziosissimo punto contro la Lazio. È il primo pareggio in campionato per la formazione di Delio Rossi. Simone Tiribocchi e soprattutto una disattenzione di Carrizo stavano costando molto cara ai biancocelesti. Poi ci ha pensato Simone Inzaghi a firmare il gol del meritato pareggio. Non è stata una brutta Lazio e anzi avrebbe meritato qualcosa di più se Pandev e compagni non avessero sbagliato l'impossibile. Zarate era meno ispirato del solito, ma sul piano del gioco c'è ben poco da ridire.

Va dato comunque il giusto merito al Lecce che fa la sua partita cercando di chiudere più spazi possibili sfruttando le ripartenze. Delio Rossi deve rinunciare a Rocchi, alle prese con la febbre; attacco con Zarate e Pandev coadiuvati da Foggia; in difesa Rozehnal in campo, Cribari va in panchina. Beretta recupera in porta Benussi, reduce da una contusione a una mano; in difesa a sinistra fiducia a Esposito; in attacco Tiribocchi la spunta su Cacia.

Parte bene la Lazio che tiene il ritmo alto, agisce sugli esterni e mette sotto pressione la retroguardia giallorossa; il Lecce controlla attentamente ed è sempre pronto a ripartire in velocità sfruttando le folate di Caserta e Castillo. Sono comunque i biancocelesti a creare pericoli. Molto attivo Lichtsteiner, abile negli inserimenti e non disdegna neppure la conclusione a rete. A sbloccare il risultato al 25' è però il Lecce con un colpo di testa a schiacciare di Simone Tiribocchi, la palla rimbalza a terra e sorprende un incerto Carrizo che dava l'impressione di essere sul pallone. È il primo gol di Tiribocchi e anche il primo centro del Lecce in trasferta.

La Lazio prova subito a reagire, si procura presto una buona occasione con una giocata del duo Pandev-Foggia. Tuttavia il Lecce continua a giocar bene e a ripartire ottimamente in contropiede come al 38' quando Tiribocchi si ritrova contro Carrizo, l'attaccante esita un pò troppo prima del tiro e Siviglia recupera.

La Lazio si innervosisce, Pandev su tutti e commette alcune imprecisioni. E proprio il macedone, già ammonito, nel recupero rischia l'espulsione finendo a terra in area per un inesistente tocco di Fabiano.

Gli stessi 22 ad inizio ripresa ma al 5' il primo ad entrare è Meghni al posto di Mauri; poco dopo Kolarov rileva Radu. La Lazio si mantiene in avanti e al 16' Ledesma ci prova da fuori cercando l'incrocio. Il pareggio sembra cosa fatta al 21' quando un velenoso sinistro di Kolarov si stampa sulla traversa. Al 23' però è Foggia a divorarsi letteralmente il gol da ottima posizione.

Beretta percepisce il pericolo e inserisce Boudianski al posto di Caserta e Cacia per Tiribocchi. Si gioca a porta romana con la Lazio costantemente in avanti e con il Lecce a difendersi con i denti, buttando via il pallone.

Ultimi cambi: nel Lecce Konan per Castillo e nella Lazio Simone Inzaghi per Brocchi. Ancora occasioni di marca biancoceleste per Ledesma su punizione al 38', Benussi graziato dalla fortuna. Il pareggio arriva al 44' con una zampata in area di Simone Inzaghi che sul filo del fuorigioco, trova la conclusione vincente.

• Beretta, tecnico del Lecce: «Primo tempo molto bello»

SERIE A - 6ª GIORNATA DI ANDATA - 5 OTTOBRE - ORE 15.00

Atalanta - Sampdoria
Cagliari - Milan ore 20,30
Chievo - Fiorentina
Genoa - Napoli
Inter - Bologna oggi alle 20,30
Juventus - Palermo
Lazio - Lecce 1-1 giocata oggi
Reggina - Catania
Siena - Roma
Udinese - Torino

CLASSIFICA (legenda: squadra, punti, partite giocate, vinte, pareggiate, perse, gol fatti, gol subiti)

Lazio (+) 13 6 4 1 1 14 7
Napoli 11 5 3 2 - 6 3
Udinese 10 5 3 1 1 8 3
Inter 10 5 3 1 1 7 4
Catania 10 5 3 1 1 5 3
Milan 9 5 3 - 2 8 6
Juventus 9 5 2 3 - 4 2
Palermo 9 5 3 - 2 8 7
Atalanta 9 5 3 - 2 3 3
Lecce (+) 8 6 2 2 2 6 6
Roma 7 5 2 1 2 8 7
Fiorentina 7 5 2 1 2 4 6
Genoa 6 5 2 - 3 6 5
Siena 5 5 1 2 2 4 4
Torino 5 5 1 2 2 7 8
Chievo 5 5 1 2 2 4 6
Sampdoria 4 5 - 4 1 2 4
Bologna 3 5 1 - 4 2 7
Reggina 1 5 - 1 4 3 9
Cagliari 0 5 - - 5 1 10
(+): una gara in più

CLASSIFICA CANNONIERI

6 RETI: Zarate (2 rig) (Lazio).
4 RETI: Milito (1 rig) (Genoa); Pandev (Lazio); Miccoli (1 rig) (Palermo).
3 RETI: Gilardino (Fiorentina); Amauri (Juventus); Hamsik (Napoli).
2 RETI: Paolucci, Plasmati (Catania); Marcolini (1 rig) (Chievo); Sculli (Genoa); Ibrahimovic (Inter); Caserta, Castillo (Lecce); Pato (Milan); Cavani (Palermo); Corradi (Reggina, 1 rig.); Aquilani, Panucci (Roma); Amoruso (1 rig), Bianchi (1 rig) (Torino); Di Natale, Pepe (Udinese).
1 RETE: Floccari, Guarente, Padoin (Atalanta); Di Vaio, Valiani (Bologna); Larrivey (Cagliari); Mascara (Catania); Italiano, Langella (Chievo); Mutu (Fiorentina); Cruz, Maicon (Inter); Nedved (Juventus); Foggia, Inzaghi, Mauri, Siviglia (Lazio); Giacomazzi, Tiribocchi (Lecce); Ambrosini, Borriello, Kakà, Ronaldinho, Seedorf, Zambrotta (Milan); Denis, Maggio, Zalayeta (Napoli); Bovo, Bresciano (Palermo); De Rossi, Julio Baptista, Perrotta, Vucinic (Roma); Delvecchio, Franceschini (Sampdoria); Calaiò, Ficagna, Ghezzal, Kharja (Siena); Abbruscato, Rosina (1 rig.), P. Zanetti (Torino); D'Agostino (1 rig), Floro Flores, Inler, Quagliarella (Udinese).
1 AUTORETE: Terlizzi (Catania pro Inter); Mascara (Catania pro Inter); Di Loreto (Torino pro Reggina); Pisano (Torino pro Inter).

• Serie B: Bari terzo in classifica
• Iª Divisione: Porte chiuse a Taranto

• Pallamano: Casarano stavolta non fallisce

• Troppo forte Macerata per la Stamplast Martina
• La centrale Scott-Arruda: «La Florens come gli Usa»
• La Nava Gioia del Colle ha un pensiero fisso
• Il Corvo di Castellana Grotte vola verso Bassano

• Pallacanestro: Batkovic ha scelto il Cras per vincere
• La A Dilettanti al via con Latina-Molfetta
• Parte il gruppo di fuoco della serie B dilettanti
• C Dilettanti: Taranto contro Pescara per ripetersi
• Passiwan è la ciliegina sulla torta del Dream Team

• Dellino e Alemanno d'oro nel sollevamento pesi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione