Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 13:16

L'opposto Di Fino: «Non siamo quelli di Molfetta»

Voltare pagina: è questo l'imperativo categorico che si è posto il Club Atletico Bari Volley alla vigilia della gara di sabato prossimo a Marcianise (ore 19), la seconda consecutiva in trasferta prevista dal calendario del terzo turno della B1 (girone C) di pallavolo maschile
BARI - Cancellare Molfetta. E' questo l'imperativo categorico che si sono posti i ragazzi del Club Atletico Bari Volley alla vigilia della gara di sabato prossimo a Marcianise, la seconda consecutiva in trasferta prevista dal calendario della squadra gialloblu. Il desiderio di voltare pagina, dopo la brutta sconfitta di domenica scorsa contro Bonati e soci, è la molla che spinge Minafra e compagni ad impegnarsi ancora più del solito in allenamento, nel tentativo di dimostrare innanzitutto a se stessi, e poi a dirigenza, allenatore e tifosi che lo stop nel derby è stato soltanto un incidente di percorso da dimenticare in fretta.

«Una gara storta - conferma l'opposto Antonello Di Fino, la cui sostituzione nella seconda frazione è stata quasi l'emblema di una giornata-no -. In campo non ci riusciva nulla e qualsiasi cosa provassimo per uscire da una situazione che diventava sempre più difficile punto dopo punto, finiva con il diventare vana. Da cosa è dipeso? È chiaro che ci sono delle motivazioni tecniche per spiegare questo crollo. Ma penso che il nostro limite maggiore sia stato di natura psicologica. L'amarezza per non riuscire ad esprimere il nostro reale potenziale ha preso il sopravvento, condizionandoci troppo».

La gara in terra casertana con la neopromossa Marcianise diventa allora occasione da non perdere per voltare pagina. «Andiamo lì con il coltello tra i denti - continua l'atleta cosentino, al primo anno alla corte del Presidente Vastano - decisi a dimostrare che non siamo quelli di Molfetta e che la società ha fatto bene a puntare su questo gruppo per raggiungere i suoi obiettivi ambiziosi. Certo, sappiamo che il nostro compito non sarà agevole: giochiamo con una neopromossa che cerca nelle partite casalinghe i punti per ottenere la salvezza, l'ambiente sarà sicuramente caldissimo e comunque loro possono contare su giocatori di esperienza e affidabilità per la categoria come il mio amico Bonamici. Ma noi abbiamo tanta rabbia addosso, se riusciamo a tradurla in tensione positiva, potremo disputare un ottimo match».

Il giocatore ex Lamezia non nasconde la sua ricetta per conquistare i tre punti con la formazione campana. «Fare le cose semplici, senza strafare e soprattutto senza adeguarci al livello di gioco degli avversari - conclude Di Fino - mostrando grinta e convinzione di essere una squadra forte. Abbiamo tutte le carte in regola per fare risultato».

Arbitri dell'incontro saranno i signori Davide Morgillo di Napoli e Mariano Gasparro di Salerno, fischio di inizio alle 19.

• Il programma delle gare di B1 e B2 maschili e femminili

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione