Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 19:52

Cras, altro colpo: arriva l'australiana Batkovic

Il forte pivot, 27 anni, argento olimpico a Pechino, atterrerà a Bari domani. Da giovedì sarà a disposizione di Taranto (A1 femminile di basket). Ha giocato in Russia, Francia, Spagna e negli Usa. A Seattle la chiamavano Batgirl. Quadrangolare a Taranto il 4 e 5 ottobre
Cras, altro colpo: arriva l'australiana Batkovic
Suzy Batkovic (Cras Taranto)TARANTO - Due medaglie d'argento olimpiche ed un argento mondiale vinti con l'Australia, un'Eurolega ed un campionato francese vinti con il Valenciennes, tre campionati australiani conquistati, un passato importante nella Wnba con Seattle. Ora, dopo una carriera intensa, giocata ad alti livelli sino all'Eurolega 2008 con la mitica casacca della russa Ekaterinburg (8,8 punti e 5,2 rimbalzi la media nell'ultima edizione continentale per club), il forte pivot d'Australia Suzy Batkovic, domani, mercoledì 1 ottobre alle 17,45 atterrerà a Bari per poi raggiungere la sua nuova squadra del Cras. Da giovedì la cestista sarà agli ordini del coach rossoblù Roberto Ricchini.

DA LAMBTON A TARANTO - Suzy Batkovic, il 17 ottobre del 1980 è nata a Lambton, un sobborgo di Newcastle (Nuovo sud del Galles australiano), punto centrale degli affari della terra dei canguri. Cestisticamente Batkovic è un "prodotto" del famoso Istituto australiano dello sport. Ha iniziato a giocare a basket all'età di 14 anni, mettendosi presto in mostra. A 22 anni la prima consacrazione: una media impressionante nel campionato della sua nazione, pari a 20 punti e 12 rimbalzi a partita. Forte presenza fisica (92 chilogrammi di peso), buoni centimetri per il campionato italiano (194), una discreta mira dalla media distanza, una larga visione dell'area di rigore con puntate nel tiro da fuori. Queste le caratteristiche di Suzy Batkovic, che ha contribuito pesantemente alla seconda medaglia olimpica consecutiva dell'Australia. Al torneo di Pechino, perso in finale con gli Stati Uniti (92-65), il pivot ha chiuso come la terza miglior rimbalzista (8,9 palle recuperate a partita) e come la diciassettesima marcatrice, segnando 11,9 punti a gara.

PRIMA VOLTA ITALIANA PER LA BATGIRL - Per Batkovic (giocatrice dal doppio passaporto australiano-croato) si tratta del primo campionato italiano in carriera, dopo le avventure in Russia, Francia e Spagna. A Taranto troverà due vecchie compagne di club: la guardia-ala francese Audrey Sauret-Gillespie (assieme a Valenciennes) ed il play vicentino Anna Zimerle, con la quale ha giocato a Valencia. Dopo aver fatto innamorare nel 2005 la KeyArena di Seattle, che la ribattezzò batgirl (nomignolo indovinato, viste le sue movenze alate, dentro e fuori dall'area), Suzy Batkovic è pronta a far sognare i tifosi del Cras Basket Taranto.

SICCARDI HA RECUPERATO - La 26enne guardia-ala del Cras, Valentina Siccardi, ha recuperato dallo strappo al bicipite femorale, che l'aveva costretta a bloccarsi nei primi giorni della preparazione con il preparatore Mimmo Santarcangelo ed il coach Roberto Ricchini. Ora l'ex giocatrice del Viterbo lavora quasi a pieno regime con il gruppo rossoblù. Una notizia lieta dunque per il Cras, che attende "buone nuove" dall'America sul pivot Rebekkah Brunson, che si opererà al ginocchio nei prossimi giorni. Previsti quattro mesi di stop.

WEEKEND DI BASKET AL PALAMAZZOLA - Sabato e domenica i riflettori del basket femminile si accenderanno sul PalaMazzola di Taranto. Il 4 e 5 ottobre, infatti, si terrà il quadrangolare con squadre della serie A1: Cras, Napoli, Pozzuoli e Viterbo. Per la formazione di Ricchini si tratta dell'ultimo test probante (dopo i test match con Monopoli, Rende, Napoli e Pozzuoli), ad una settimana esatta dall'avvio del campionato, che vedrà la compagine jonica debuttare a Roma (PalaTiziano, campo unico) contro il forte Faenza. Sabato 4 ottobre partite (semifinali) dalle 18,30; domenica 5 ottobre partite (finalina e finalissima) dalle ore 17.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione