Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 23:36

Handball Trophy all'Indeco Conversano

I baresi hanno vinto l'edizione 2008 del torneo della Federpallamano. In un derby tutto pugliese, hanno battuto nella finalissima i campioni d'Italia dell'Italgest Casarano 34-27. Fasano 5°
• A1: Noci cede al Merano dopo una valanga di gol
Handball Trophy all'Indeco Conversano
I tifosi guardano la finaleItalgest Salento d'amare Casarano - Indeco Conversano 27-34 (13-16)

Italgest Salento d'amare Casarano: Prskalo, Bozovic, Di Leo, Carrara, Ognjenovic, Opalic, Fovio, Amendolagine, Buffa, Kammerer, Stritof, Torbica. All. Trapani
Indeco Conversano: Fantasia, Vainstein, Gaeta, Di Maggio, Kokuca, Radovcic, Uelington, Sampaolo, Doknic, Marrochi, Pavan Lopez, Corso Gomez, Di Ceglie. All. Svensson
Arbitri: Iaconello - Iaconello

RUBIERA (REGGIO EMILIA) - Il Conversano si è aggiudicato l'edizione 2008 dell'Handball Trophy, prestigioso torneo della Figh andato in scena al PalaBursi di Rubiera (Re) e che ha visto in campo le otto squadre del campionato di Serie A d'Elite maschile. In un derby tutto pugliese, la formazione barese si è aggiudicata la finalissima battendo per 34-27 i campioni d'Italia dell'Italgest Casarano. I baresi hanno conquistato così la loro seconda rassegna pre-campionato dopo quella del 2006, ma i campioni d'Italia non hanno sfigurato entrando in campo con grande determinazione e convinzione nei propri mezzi.
P
artenza all'insegna dell'equilibrio: la Italgest, trascinata da Prskalo, va avanti 2-0, ma si fa riprendere sul 3-3 al 7' complice qualche fallo di troppo in difesa. Al 10' i rosso - azzurri conducono 4-3, ma il Conversano ribatte colpo su colpo dando vita ad un incontro entusiasmante. In tredici minuti i campioni d'Italia vengono puniti spesso dalla coppia arbitrale composta dai fratelli Iaconello con diverse esclusioni temporanee: prima è la volta di Carrara per proteste, poi di Prskalo e infine anche di Bozovic. A metà primo tempo i ragazzi di Svensson mettono la testa avanti sul 7-5. Kokuca e compagni volano anche sul +4 ma Prskalo e Carrara riducono le distanze: al 20' il risultato è di 10-8 per i baresi. Lo stesso Carrara e Janko Bozovic firmano il pari a quota 10, ma due errori in fase offensiva consentono al Conversano si allungare sul 13-10 al 24'. La gara è un continuo tira e molla, Ognjenovic e il centrale Piero Di Leo riportano la Italgest a una lunghezza di svantaggio al 25' (12-13). Il primo tempo si chiude sul punteggio di 13-10 per l'Indeco.

Nella ripresa la Italgest Salento d'amare continua a lottare su ogni palla. Al 34' campioni d'Italia ancora sotto 15-17 ma premono il piede sull'acceleratore e pervengono al pareggio con Ognjenovic cinque minuti più tardi: 18-18. Al 45' Conversano nuovamente avanti 24-20 grazie all'impulso dell'ex Radovcic e del centrale Kokuca. Due minuti dopo Ognjenovic si lamenta con i direttori di gara per la condotta del match e poco dopo viene espulso per fallo da dietro su Radovcic. L'episodio del rosso cambia definitivamente l'inerzia della partita. Negli ultimi minuti si continua a giocare per onor di firma poiché in cinque gare i test hanno dato ormai le indicazioni necessarie a mister Trapani. Il match si conclude sul 27-34.

La Junior Fasano si è classificata al quinto posto dopo aver battuto il Prato 16-15.

Classifica Finale

1.Conversano
2.Casarano
3.Siracusa
4.Bologna
5.Fasano
6.Prato
7.Secchia
8.Teramo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione