Cerca

Beretta: «Lecce e Siena sono due squadre simili»

Il tecnico dei salentini presenta la partita di domani (al Via del Mare, ore 15), valida per il terzo turno della A di calcio: «Applichiamo lo stesso modulo tattico. Vincerà la partita chi avrà più forza e più determinazione». Caserta alle spalle di Cacia-Tiribocchi
Beretta: «Lecce e Siena sono due squadre simili»
LECCE - «Lecce e Siena sono due squadre molto simili ed applicano lo stesso modulo tattico (il 4-3-1-2 ndr). Vincerà la partita chi avrà più forza e più determinazione in ogni fase dell'incontro. Il Lecce vorrebbe fare il bis dopo il successo sul Chievo. Ma sappiamo che non sarà facile superare la mia ex squadra». Sono queste alcune considerazioni fatte da Beretta (per la seconda domenica consecutiva nelle vesti dell'ex: domenica scorsa contro il Chievo e domani contro il Siena; gli altri ex sono Tiribocchi ed Ardito) durante la conferenza stampa, tenuta al termine dell'ultimo allenamento settimanale. «È inutile nasconderlo che sono emozionato nel ritrovare i miei ragazzi della scorsa stagione. Adesso sono il tecnico del Lecce e domani farò di tutto per regalare alla tifoseria salentina un altro pomeriggio di gloria».

Stanno tutti bene e Beretta può contare su tutta la rosa, eccezion fatta per Giuliatto, il giovane Raschie ed il terzo portiere Petrachi. Per domani ha convocato 22 elementi, compreso l'ex Ardito tenuto a riposo contro il Chievo. Pur sollecitato, il tecnico leccese non si è sbilanciato sulla formazione che manderà in campo contro il Siena. Ha fatto capire, però, che Caserta sarà della partita. Stando alle indicazioni della settimana, Beretta dovrebbe confermare in blocco la squadra che ha vinto contro il Chievo.

Probabile formazione (4-3-1-2): Benussi; Polenghi, Fabiano, Stendardo, Antunes; Giacomazzi, Zanchetta, Ariatti; Caserta; Cacia, Tiribocchi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400