Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 21:02

Il Lecce conquista la prima vittoria in serie A

Caserta e l'argentino Castillo firmano nella ripresa i primi gol stagionali dei giallorossi. Meritata la vittoria dei salentini che, con una discreta gara, ben giocata tatticamente, fanno dimenticare ai propri tifosi l'amaro esordio di Torino. Prossimo turno: Lecce-Siena
Il Lecce conquista la prima vittoria in serie A
Lecce-Chievo: Castillo segna il 2-0LECCE-CHIEVO 2-0 (0-0 nel primo tempo)

Lecce: (4-3-1-2): Benussi 6; Polenghi 6,5, Fabiano 6,5, Stendardo 6,5, Antunes 6; Giacomazzi 6,5, Zanchetta 6, Ariatti 6; Caserta 7 (36' st Munari s.v.); Cacia 6 (18' st Castillo 6,5), Tiribocchi 6 (45' st Boudiansky s.v.). (1 Rosati, 5 Diamoutene, 6 Angelo, 29 Leonardo). All. Beretta 6,5
Chievo (4-3-3): Squizzi 6; Mantovani 5,5, Cesar 5,5, Mandelli 6, Malaga 6; Marcolini 6,5, Italiano 6,5 (30' st Bogdani s.v.), Pinzi 6,5; Iunco 5,5 (5' st Esposito 5,5), Pellissier 5, Luciano 5,5 (17' st D'Anna 5,5). (28 Sorrentino, 3 Scardina, 16 Rigoni, 21 Frey). All. Iachini 5,5
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo 6.
Reti: nel st 2' Caserta, 38' Castillo.
Angoli: 5-2 per il Chievo.
Recupero:0 e 5'.
Ammoniti: Iunco, Fabiano e Cesar per gioco falloso, Caserta per comportamento non regolamentare.
Spettatori: 8.000.

** I GOL **

- 2' st: si riprende e Lecce subito in gol. Cross dalla tre quarti di Giacomazzi, Ariatti colpisce di testa schiacciando in area e dalla destra arriva di gran carriera Caserta che insacca per il vantaggio giallorosso.
- 38' st: Tiribocchi caparbiamente conquista una palla a centrocampo liberandosi dalla marcatura avversaria e mette una palla al centro: il neoentrato Castillo, scattato sul filo del fuorigioco, controlla con freddezza e con un perfetto pallonetto mette alle spalle di Squizzi in uscita.

LECCE - Il Lecce targato Beretta rispetta la tradizione che lo vuole vittorioso sul proprio campo contro il Chievo. Al 3-0 dell'anno scorso in serie B è seguito oggi un 2-0 col quale i pugliesi hanno raccolto una preziosa e meritata vittoria, conquistando i primi punti importanti in classifica . Le reti portano la firma di due nuovi arrivati alla corte di Beretta, il centrocampista Caserta e l'attaccante Castillo, che l'anno scorso nel Pisa aveva sfoderato le sue doti di bomber.

La gara è stata sbloccata ad inizio di ripresa da Caserta che, con perfetto tempismo, si è inserito sulla destra raccogliendo un pallone corretto da Ariatti su cross di Giacomazzi. A suggellare il risultato, poi, ci ha pensato Castillo, subentrato a Cacia: pescato da Tiribocchi in ideale posizione al centro dell'area, ha approfittato di una sbandata della difesa locale, ha stoppato la palla e l'ha messa in rete con un pallonetto che ha scavalcato il portiere.

Il Chievo ha finito con l'essere vittima del suo attendismo: per tutto il primo tempo ha aspettato il Lecce al varco attuando la regola del fuorigioco con perfetto sincronismo. La squadra pugliese si è resa pericolosa soprattutto su calci d'angolo con Cacia, prima fermato da Squizzi e poi dalla sua mira imprecisa. Quando però Caserta ha portato in vantaggio il Lecce, la formazione di Iachini non ha dato l'impressione di poter proporre una valida reazione, anche perchè i suoi attaccanti si muovevano in ordine sparso senza riuscire mai ad impensierire seriamente Benussi.

Il tecnico dei veneti, una volta passato in svantaggio, ha cercato di cambiare volto alla gara inserendo subito Esposito e poi via via col trascorrere dei minuti prima D'Anna e poi Bogdani, ma la giornata negativa di Pellissier e compagni non ha permesso al Chievo di recuperare, complice anche la prestazione positiva della difesa del Lecce in cui ha esordito Stendardo.

In definitiva il Lecce è apparso più compatto e più determinato, sospinto dalla rabbia di Giacomazzi e dalla sagacia di Caserta. Il Chievo, invece, è sembrato evanescente, bello a vedersi ma poco concreto, e quando la lotta si è fatta dura si è perduto in accenni di azioni e in abbozzi di tiro, mai realmente pericolosi.

• I risultati
• La classifica
• I cannonieri
• Il prossimo turno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione