Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 11:50

Rigore di Cavalli: il Bari agguanta il Brescia al 91'

Nella terza giornata della serie B di calcio, i biancorossi vanno sotto nel recupero del primo tempo (45'+3') per un fallo di mano di Bonomi in area (rigore trasformato da Caracciolo). Nella ripresa, il cuore consente alla squadra di Conte di pareggiare sul finire
Rigore di Cavalli: il Bari agguanta il Brescia al 91'
Cavalli (Bari) festeggiato dopo il gol al BresciaBARI-BRESCIA 1-1 (primo tempo 0-1)

Bari (4-4-2): Gillet, Galasso (40' Bianco), Masiello A., Esposito, Bonomi, Rivas (14' st Kamata), De Vezze, Gazzi, Masiello S., Colombo (22' st Volpato), Cavalli. (72 Santoni, 13 Ranocchia, 17 De Pascalis, 69 Sodinha). All.: Conte.
Brescia (4-4-2): Viviano, Zambelli (37' st Rispoli), Martinez, Zoboli (16' st De Maio), Berardi, Savio, Baronio (22' st Zambrella), Szetela, Gorzegno, Caracciolo, Possanzini. (27 Arcari, 8 Vass, 14 Feczesin, 19 Maccan). All.:Cosmi.
Arbitro: Rosetti di Torino.
Reti: nel pt al 48' Caracciolo (rigore), nel st al 46' Cavalli (rigore).
Angoli: 4-1 per il Bari.
Ammoniti: De Vezze e Bonomi per gioco non regolamentare, Gorzegno, Berardi, Savio per gioco falloso.
Recupero: 2' e 6'.
Spettatori: 10.000.

BARI - Un rigore ciascuno e Bari e Brescia chiudono sul pari al San Nicola una sfida intensa, giocata da entrambe le squadre in formazione rimaneggiata su un terreno di gioco in condizioni pessime. Senza il regista Donda (squalificato) e l'attaccante Barreto (infortunato), ma recuperando in extremis il laterale destro Galasso, Conte ha scelto, per il suo tradizionale 4-4-2, a centrocampo De Vezze per impostare la manovra, schierando in avanti la coppia inedita Colombo-Cavalli. I lombardi, privi degli acciaccati Morfeo e Taddei, hanno avuto in Baronio un ispirato suggeritore e nel tandem Caracciolo-Possanzini un costante pericolo per la difesa barese.

Nella prima frazione è stato il Bari ad esercitare una discreta supremazia territoriale, grazie al filtro di De Vezze e Gazzi, oltre alla spinta sulla destra del rapidissimo Rivas. Alla mezz'ora i pugliesi hanno messo alle corde gli avversari, prima con un affondo di Rivas e successivamente con una conclusione di Colombo, fermata dal palo. L'undici di Cosmi non ha mai allentato la tensione, pressando i portatori di palla biancorossi e rendendo così asfittica la manovra barese. Nel finale in contropiede una percussione di Savio ha scompaginato le fila difensive avversarie e Bonomi ha fermato con un braccio il successivo cross in area del laterale tedesco-ugandese: Rosetti ha fischiato il primo rigore della giornata, trasformato da Caracciolo.

Nella ripresa i due portieri non sono stati sostanzialmente impegnati per la prima mezz'ora, poi i pugliesi, con l'innesto del velocista Kamata (inserito al quarto d'ora da Conte per Rivas), hanno tentato di pareggiare con un forcing finale che ha arretrato ulteriormente il baricentro delle rondinelle. Allo scadere Bianco, liberato al tiro in area, è stato atterrato da Savio: dal dischetto Cavalli ha pareggiato i conti spiazzando Viviano.

• I risultati
• La classifica
• I cannonieri
• Il prossimo turno

• Grosseto surclassato dal Sassuolo. Anche il Parma cala il poker

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione