Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:44

Mazzone quinto alle Paralimpiadi di Pechino

di G. Flavio Campanella
Il terlizzese, 37 anni, non ha potuto fare di più nei 200 metri stile libero di nuoto (classe S4) della XIII edizione dei Giochi per i diversamente abili. Il barese gareggerà di nuovo nei 50 metri sl (il 15 settembre)
Mazzone quinto alle Paralimpiadi di Pechino
di G. FLAVIO CAMPANELLA

Il nuotatore Luca MazzoneBARI - Il terlizzese Luca Mazzone, ruvese di adozione, 37 anni, si è piazzato al quinto posto nei 200 metri stile libero di nuoto (classe S4) della XIII edizione delle Paralimpiadi (destinate ai diversamente abili) in corso di svolgimento a Pechino (Cina, dal 6 al 17 settembre). Il barese, unico rappresentante pugliese tra gli ottantaquattro atleti azzurri convocati per gareggiare negli sport previsti, ha concluso con il tempo di 3'1481. La medaglia d'oro è andata allo spagnolo Richard Oribe (2'5581). Il francese David Smetanine (3'0447) ha conquistato l'argento, mentre il bronzo è andato al ceco Jan Povysil (3'0674). Il risultato di Mazzone è identico a quello ottenuto due giorni fa nei 100 metri stile libero vinti da Smetanine (secondo Oribe, terzo Povysil).

DUE ARGENTI OLIMPICI - Luca Mazzone, alla terza partecipazione olimpica (ha in bacheca due medaglie d'argento vinte nel 2000 a Sidney), rischia di bissare i risultati di Atene 2004, quando ottenne tre quinti posti. Eventualmente, non ne farà un dramma. Perché agli obiettivi agonistici affianca quelli dell'associazione sportiva dilettantistica da lui fondata: la Flower's town, con sede a Terlizzi, grazie alla quale dà la possibilità a tanti ragazzi di avviarsi al nuoto, principalmente a fini terapeutici. Istruttore di disabili, Mazzone pratica nuoto agonistico dal 1997, sette anni dopo il tuffo nelle acque di Giovinazzo (finì su uno scoglio) che lo fece diventare tetraplegico. Nonostante la menomazione (anzi, grazie a questa), Luca (che già nuotava dall'età di 12 anni), decise di gareggiare dopo avere visto l'edizione olimpica di Atlanta 1996.

LUNEDI' 15 FINALE DEI 50 STILE - Al nuotatore barese resta un'altra possibilità di arricchire il medagliere personale: piazzarsi sul podio nei 50 metri stile libero in programma a Pechino lunedì 15 settembre. Per arrivare in finale (ore 6,17 italiane) dovrà però superare la batteria di semifinale. La qualificazione sembra scontata. Poi, dovrà vedersela con i soliti avversari (Oribe, Smetanine e Povysil), ai quali va aggiunto lo svedese Christoffer Lindhe, giunto quarto sia nei 200 sia nei 100 stile libero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione