Cerca

Volley

Molfetta
capitombolo
in Veneto

Partita senza storia, Verona impone la legge del più forte

Molfettacapitombolo in Veneto

BARI - Contro la Calzedonia Verona è 3-0. Nel turno infrasettimanale l’Exprivia Molfetta subisce la sconfitta contro una delle squadre papabili per i posti alti della classifica e deve fare subito piazza pulita dei cattivi pensieri perché il campionato di A1 di volley non concede tempo per riposare. Molfetta è stata brava fino a metà del primo set perché riesce a difendere bene e arginare i colpi da maestro di Mitar Djuric, sebbene non ancora al 100% della forma. Fino al 12-11 la squadra pugliese tiene testa ai padroni di casa anche se commette più errori in fase offensiva: si distingue per il giusto spirito di approccio al match con un Francesco Del Vecchio positivo e di grande aiuto al terminale Giulio Sabbi.

L’atteggiamento caparbio della squadra molfettese si manifesta anche nel secondo parziale quando le bordate dell’opposto Sabbi e i colpi di Joao Rafael De Barros Ferreira (avvicendato con il martello rumeno Olteanu) mantengono viva l’attenzione sul gioco del gruppo fino al 16-15, lì lì per agguantare la squadra di casa e fino al 21-20: la difficoltà sta nel gioco troppo prevedibile del palleggiatore Ropret, messo in difficoltà sotto rete. Ancora sul 23-21 Verona tenta l’affondo con due delle sue migliori arme non convenzionali: Zingel e Djuric. C’è quell’allungo che porta la squadra di coach Andrea Giani sul 2-0.

L’Exprivia non riesce ad approfittare delle piccole sbavature della squadra di casa, è già sul 13-7 quando l’allenatore pugliese Vincenzo Di Pinto dà le dritte per riprendere il ritmo di gioco: un gioco che è poco variabile contribuendo ad aumentare il passivo nei confronti della Calzedonia e arrivati sul 20-13 i ragazzi di casa aumentano il ritmo per concludere in bellezza con il secco 3-0.

Non è il nostro momento migliore - dice il giovane centrale molfettese Polo -: ho visto comunque una squadra volitiva, che non si arrende anche quando c’è da recuperare punti perché crediamo che nulla è finito fino a che non si arriva a 25». Domenica prossima ritorna il derby del Sud a Vibo Valentia.

la.ma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400