Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 00:00

Sfuma il sogno olimpico della barlettana Pia Lionetti

Nei quarti di finale della prova a squadre di tiro con l'arco, l'Italia è stata infatti sconfitta 231-217 dalla Corea del Sud di Sung-Hyun Park, Ok-Hee Yun e Hyun-Jung Joo
Sfuma il sogno olimpico della barlettana Pia Lionetti
Pia LionettiBARI - È sfumato il sogno olimpico della barlettana Pia Lionetti, 21 anni, e delle compagne azzurre Natalia Valeeva (38) ed Elena Tonetta (20). Nei quarti di finale della prova a squadre di tiro con l'arco, l'Italia è stata infatti sconfitta 231-217 dalla Corea del Sud di Sung-Hyun Park, Ok-Hee Yun e Hyun-Jung Joo.

Le asiatiche (che hanno successivamente vinto l'oro battendo in finale la Cina; bronzo alla Francia) hanno manifestato tutto il potenziale sin dalla gara contro le tiratrici italiane.

La prestazione di Pia, atleta dell'Aeronautica militare, è stata ottima, così come all'altezza sono state la campionessa mondiale Valeeva e la Tonetta. Ciò nonostante, le azzurre hanno dovuto sempre rincorrere (59-53, 116-107, 173-162 i parziali) per poi arrendersi alle campionesse dopo essere riuscite a eliminare negli ottavi un'altra formazione temibile, cioè Taiwan (215-211).

Del resto, le ambizioni di medaglia si erano assottigliate dopo la prova nelle qualificazioni di venerdì scorso. Valeeva si era piazzata in 30ª posizione, Pia al 51° posto. Tonetta aveva fatto peggio giungendo 55ª. La somma dei punteggi ottenuti dalle tre arciere aveva collocato l'Italia in una parte del tabellone complicato.

Ad ammetterlo è anche Michele Lionetti, 64 anni, raggiunto telefonicamente da La Gazzetta del Mezzogiorno: «Purtoppo è così - ammette il padre di Pia, consigliere nazionale della Fitarco (già presidente regionale) -. Le atlete stesse non riescono a capire cosa sia successo, dal momento che hanno reso al di sotto delle possibilità. Hanno avuto un calo tutte insieme.

Le condizioni nel campo di gara (l'Olympic Archery Field di Pechino; ndr) erano normali. Bastava un punteggio migliore di almeno una delle tre per piazzarsi meglio ed evitare di incrociare la Corea del Sud già nei quarti.

Le possibilità di una medaglia c'erano, come dimostra anche la vittoria su Taiwan. Non dimentichiamo che le ragazze hanno conquistato nel mese di giugno la medaglia d'argento nella prova di Coppa del Mondo a Boé (Francia), ultimo test prima delle Olimpiadi. È stata una competizione vera, con tutte le nazionali più forti».

Siccome il talento delle italiane è indiscutibile, la causa va forse cercata altrove. Dal villaggio olimpico arrivano notizie di un gruppo teso e forse scarico (del resto, le aspettative sono enormi; la Federazione ha come obiettivo una medaglia dopo l'oro di Atene vinto da Marco Galiazzo, domani dalle ore 4 italiane in campo nella gara a squadre).

Teso per il trattamento avuto in Cina (dove non hanno potuto lavorare in palestra), stanco per il girovagare delle ultime settimane.

Dopo la prova di World Cup, le azzurre sono prima andate in Sardegna per un raduno tecnico, durato una decina di giorni, e poi partite il 26 luglio alla volta di Pechino, dove hanno trascorso due settimane in attesa delle competizioni. Nonostante la stanchezza (più mentale che fisico-atletica), si nutrono ancora speranze perché da martedì ci sono le sfide a eliminazione diretta nell'individuale.

Pia Lionetti sarà tra le prime a tirare. La gara dei sedicesimi contro la francese Berengere Schuh è fissata per le ore 4,13 (+ 6 ore in Cina).

«Io dico che può scapparci una sorpresa - commenta papà Lionetti -. Però, tra mia figlia e la Valeeva soltanto una potrà avanzare». Sì, perché ammesso che nei trentaduesimi di finale passino entrambe (e che poi nei sedicesimi la barlettana possa avere ragione anche di una tra la polacca Justyna Mospinek e la giapponese Sayoko Kitabatake), la pugliese, iscritta al Gruppo sportivo dell'Aeronautica militare, incontrerebbe quasi certamente la compagna Valeeva oppure la coreana Jung Hyun Joo, una delle favorite per la vittoria finale.

Un passo per volta, però. Passati i primi due turni, il giorno di ottavi, quarti, semifinali e finale (fissata alle 11,40) sarà giovedì 14 (dalle ore 4,30) .
G. Flavio Campanella

• Dieci atleti pugliesi alle Olimpiadi di Pechino

• Il programma completo delle Olimpiadi 2008 (8-24 agosto)
• Il sito del Coni dedicato ai Giochi olimpici
• Il sito ufficiale di Pechino 2008

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione