Cerca

Si leverà subito il peso. No, lo solleverà: è Vito Dellino

Nato a Bari 26 anni fa, sarà tra i primi atleti impegnati ai Giochi di Pechino (8-24 agosto). Salirà sulla pedana del sollevamento pesi già domenica 10 agosto nella gara d'apertura del sollevamneto pesi (qualificazioni alle 4 e alle 8 ore italiane; finale alle 13 e alle 15)
Si leverà subito il peso. No, lo solleverà: è Vito Dellino
Il barese Vito DellinoSi toglierà subito il peso. Anzi, lo solleverà. Vito Dellino, nato a Bari 26 anni fa, sarà tra i primi atleti impegnati ai Giochi Olimpici cinesi di Pechino (8-24 agosto). Salirà, infatti, sulla pedana dell'University of Aeronautics & Astronautics Gymnasium già domenica 10 agosto nella gara d'apertura del sollevamento pesi (qualificazioni alle 4 e alle 8 ore italiane; finale in programma alle 13 e alle 15). In questa disciplina così è: si parte dai più piccoli (per poi salire di categoria). Si fa per dire, ovviamente, visto che il ginnasta cresciuto nella storica società barese Angiulli non è alto (160 centimetri), ma ha una muscolatura possente. Insomma, si cimenta nella categoria 56 chilogrammi (sono tre i tentativi consentiti), ma nello slancio è capace di portar su un bilanciere di oltre un quintale. Nell'ultima manifestazione internazionale, gli Europei italiani di Lignano Sabbiadoro, in provincia di Udine, ha conquistato l'argento (all'Italia mancava da 23 anni) con 135 chili. Sul podio, a dire il vero, ci è andato come terzo (è giunto nono nello strappo e sesto nel totale), ma successivamente ha scalato una posizione per la squalifica (doping) del moldavo Igor Bour (151 chili), che aveva conquistato l'oro davanti al plurimedagliato turco Halil Mutlu (149).
REGOLAMENTO E... REGOLE - Il minimo è esporre uno stralcio di regolamento (nello slancio il bilanciere è sollevato dalla pedana fino alle spalle e poi è spinto al di sopra della testa con le braccia completamente distese verticalmente; nello strappo è invece sollevato dalla pedana fino a sopra la testa con le braccia tese, divaricando o piegando le gambe), ma sono state (e sono tuttora) proprio le regole (calpestate) il tallone d'achille di questo sport. Non si tratta, però, di un rilievo tecnico. Sono i casi di positività alle sostanze dopanti ad averne minato l'immagine. Basti dire che proprio il neo campione europeo Mutlu tornava in Friuli alle competizioni dopo una squalifica di due anni, comminata dalla Federazione internazionale nel maggio del 2006 dopo che in un controllo fu rilevato l'uso di steroidi anabolizzanti. Insomma, il rientro è avvenuto proprio alla vigilia dei Giochi, dove il turco ha già conquistato tre ori (uno in ciascuna delle precedenti edizioni: Atlanta 1992, Sydney 2000 e Atene 2004). Dellino, in cuor suo, pensa a un piazzamento di prestigio (tra i primi dieci), ma sa già che i primi tre sono occupati.
University of Aeronautics & Astronautics GymnasiumDALL'ANGIULLI A PECHINO - Ciò nonostante, Vito, appartenente al Centro Sportivo Esercito (vive a Roma), non vuol fare da comparsa (è possibile che batta i primati personali), anche perché ci sono altri obiettivi in prospettiva (tra cui i Giochi del Mediterraneo del 2009 a Pescara). In ogni caso, la partecipazione alle Olimpiadi è di per sé un traguardo storico. La convocazione è arrivata di recente, ma Dellino si era già qualificato nel settembre scorso ai Mondiali di Chiang Mai, in Thailandia, dove è migliorato di 15 chili nel totale. Sette volte campione italiano, deve molto al tecnico Costantino Smurro perché Vito (dagli occhi blu) era destinato al body building. Fu il maestro dell'Angiulli a dirgli di provare a sollevare quando aveva 17 anni e mezzo. Detto e fatto: vittoria dopo un mese (pesava 48 chili) alla prima gara (la Coppa Italia di A2, che non esiste più). Da allora, ne ha alzati di pesi. Con il tecnico Dino Turcato ha fatto la trafila dalla classe Junior alla Senior. Poi è arrivato Georgi Gardev, onnipresente (e fondamentale) in palestra. Lo ha conosciuto al centro sportivo romano Giulio Onesti. Il posto giusto per atleti puliti come Dellino.
G. Flavio Campanella

• La scheda di VITO DELLINO

• Il sito ufficiale della Federazione italiana pesistica e cultura fisica

• Dieci atleti pugliesi alle Olimpiadi di Pechino
• Il sito del Coni dedicato ai Giochi olimpici 2008
• Il sito ufficiale di Pechino 2008

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400