Cerca

Diretta su Rai 3 alle 21

Anticipo Coppa Italia
Bari in campo a Palermo

Bari, per ingaggio di Stellone mancano solo dettagli

Con il Palermo affronteremo una partita diversa. Voglio vedere passi in avanti. Con il Cosenza alcune cose mi sono piaciute, altre meno. Non avremo nulla da perdere, daremo il massimo per passare il turno": così ha presentato la gara di domani a Palermo, per il terzo turno di Coppa Italia, il tecnico del Bari Roberto Stellone.
«Siamo partiti da venticinque giorni - ha aggiunto - la tenuta fisica non può essere al top come l’assimilazione degli schemi. Questa gara ci serve per mettere minuti nelle gambe. Una vendetta contro il Palermo che ha battuto il mio Frosinone la passata stagione? Con i siciliani si è persa una buona possibilità di salvezza, ma non medito vendette. Penso al Bari. Le nostre potenzialità per il torneo? Con il Frosinone ci si poteva nascondere, perché il club era una neopromossa. Il Bari parte come una squadra che dovrà fare un campionato importante. Per vincere il torneo si devono incastrare tanti fattori».
Stellone ha questa idea della rosa: «Avremo in rosa ventidue o ventitre titolari, due o tre giovani. Arriveranno altri due, tre elementi dal mercato. Dobbiamo avere due giocatori per ruolo, se arrivano più rinforzi, altri partiranno». Sull'undici titolare, il tecnico, per concludere, ha le idee chiare: «Ci saranno cambiamenti rispetto all’undici schierato con il Cosenza. La formazione? Micai, Cassani, Tonucci, Di Cesare, Di Noia, Sabelli, Romizi, Valiani, Martinho, Monachello, Maniero. Sabelli giocherà da ala destra, Di Noia terzino sinistro».
L’ultima battuta sulle voci di mercato che indicano Antonio Cassano vicino al Bari: «Ottimo giocatore, ma di mercato dovete parlare col ds Sogliano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400