Cerca

Pallavolo femminile - L'Italia batte Cuba 3-0

La nazionale azzurra di Barbolini si è aggiudicata il primo quadrangolare del World Grand Prix. Ad Alassio sugli spalti quasi 3500 spettatori hanno assistito ad una gara molto combattuta
Pallavolo femminile - L'Italia batte Cuba 3-0
Pallavolo ALASSIO - L'Italvolley femminile supera Cuba per 3-0 e si aggiudica il primo quadrangolare del World Grand Prix. Le azzurre di Barbolini hanno richiamato sugli spalti quasi 3500 spettatori, ed hanno offerto un grande spettacolo, grazie anche alla prestazione delle degni rivali cubane. Non tragga in inganno il secco 3-0 finale, la gara è stata molto combattuta, sempre in bilico. Si sono viste molte azioni spettacolari e grandi fasi difensive. L'Italia ha meritato di vincere, perché ha saputo interpretare con la giusta metalità tutte le fasi più importanti. Tra le singole benissimo Gioli e Lo Bianco, ottime Piccinini e Del Core, super il libero Paola Croce. Importante e positivo il rientro di Tai Aguero.
S'inizia con un parziale giocato ad alto livello. Cuba parte di slancio e si porta subito a più 5 (6-11), ma le azzurre, con le centrali in spolvero e l'opposto Ortolani in giornata, non si sono scomposte hanno lentamente rimontato sino ad agguantare il pari sul 18-18. Finale di set punto a punto sino a quando una battuta vincente di Antonella Del Core non ha siglato il 25-23. Nel secondo si gioca un volley spettacolare. Cuba molto concentrata batte bene ed attacca con ottime percentuali, l'Italia grazie alla serata eccellente di Lo Bianco risponde con il suo gioco corale, in cui Simona Gioli (in formato World Cup) si esalta anche individualmente. Il parziale romane a lungo in equilibrio, poi, come nel set d'apertura Cuba prende il largo. Sul 16-20 Barbolini decide di mandare in campo Tai Aguero al posto della Ortolani. È la svolta. La campionessa cubana vestita d'azzurro si esalta subito a muro ed in difesa. L'Italia rimonta annulla un set point e chiude 27-25.
Ancora più combattuto il set finale. Italia e Cuba si confrontano a viso aperto, in pratica si procede per tutto il parziale punto a punto. Le azzurre arrivano al match-point, ma vengono fermate, poi sono le cubane che hanno la loro occasione per riaprire la gara, ma non ci riescono nemmeno loro. Finisce 27-25 per le azzurre con Simona Gioli che sigla gli ultimi punti, quello della vittoria su palleggio della Aguero. Domani mattina la squadra azzurra parte per Hong Kong dove giocherà il secondo quadrangolare della manifestazione, sulla sua strada squadre di primo livello Cina, l'unica con le azzurre ancora imbattuta; Cuba e Giappone. Nel gruppo italiano esce Valentina Fiorin ed entra Paola Cardullo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400