Cerca

Quella volta che Costantino segnò due gol a Zamora

Era il 1930 e l'Italia venne sconfitta per 2-3 dalla Spagna in amichevole con le reti di Costantino (doppietta), Regueiro (doppietta) e Ventorla. Il reuccio di Bari è stato l'unico calciatore a segnare due volte al mitico portiere iberico nella stessa gara tra nazionali
Quella volta che Costantino segnò due gol a Zamora
Ricardo ZamoraTra i 27 confronti Italia-Spagna se ne trova uno disputato proprio in data 22 giugno. Era il 1930 e l'Italia venne sconfitta a Bologna per 2-3 dalla Spagna, in amichevole con le reti di Costantino (doppietta), Regueiro (doppietta) e Ventorla. Raffaele Costantino, denominato anche il reuccio di Bari per i suoi trascorsi nel capoluogo pugliese, è stato l'unico calciatore a segnare una doppietta nella stessa partita tra nazionali al portiere iberico Zamora.


Raffaele CostantinoFAIELE MEMORABILE CONTRO L'UNGHERIA - Per i baresi è stato (ed è ancora) anche Faiele (diminutivo di Raffaele). Ala destra, fu uno dei primi giocatori meridionali a giocare stabilmente nella nazionale di calcio italiana a fianco di giocatori come Meazza e Schiavio: ebbe il suo momento di gloria nel 5-0 dell'Italia alla grande Ungheria nel 1930, partita nella quale distribuì assist per la tripletta di Meazza e segnò un gol. Degno di nota il fatto che totalizzò sei delle ventitré presenze in Nazionale mentre militava nel campionato di Serie B, in un'epoca nella quale, vista la mancanza di collegamenti televisivi, era difficile per un atleta meridionale mettersi in evidenza.
Ha anche allenato il Bari e la Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400