Cerca

Fascetti: «Cassano può essere l'uomo decisivo»

Il tecnico che ai tempi del Bari lanciò il talento pugliese, esprime grande fiducia nelle potenzialità di Antonio in vista del match che stasera la Nazionale giocherà contro la Francia (a Zurigo alle ore 20,45): «È in forma e non ha paura di giocare questa partita»
Fascetti: «Cassano può essere l'uomo decisivo»
Antonio Cassano contro la RomaniaROMA - «Credo che puntare su Cassano per Italia-Francia sià la cosa più giusta, è in forma e non ha paura di giocare questa partita. Se conferma quello che ha fatto vedere negli spezzoni della gara con la Romania, stasera può essere l'uomo decisivo». Eugenio Fascetti, il tecnico che ai tempi del Bari lanciò il talento pugliese, esprime grande fiducia nelle potenzialità di Antonio Cassano in vista del match che stasera la Nazionale giocherà contro la Francia ad Euro2008.

«Dall'ultima scenata contro il Torino - afferma a GRT - Antonio si è comportato bene. Possiamo dire che è sulla via della guarigione. Comunque andrà stasera - continua - penso che Cassano potrà essere un punto fermo della Nazionale ai Mondiali del 2010, dove non credo - conclude Fascetti - possano arrivare giocatori come Toni e Del Piero».

AZZURRI, RISCATTO O UMILIAZIONE
Umiliazione o riscatto, Caporetto o Vittorio veneto, nella polvere o sugli altari. I titoli dei giornali di domani sono pronti. Tutto dipende dagli ultimi 90 minuti della fase a gironi. Gli azzurri, stasera in maglia bianca, affronteranno i bleus di Domenech e per sperare di passare il turno una delle due squadre deve vincere. Ma potrebbe non bastare, perchè se la Romania dovesse superare l'Olanda nell'altra gara del girone che si giocherà in contemporanea a Berna, sarà tutto inutile.

L'Italia dovrebbe scendere in campo con Buffon tra i pali, Zambrotta, Panucci, Chiellini e Grosso in difesa, De Rossi, Gattuso e Pirlo a centrocampo, Camoranesi e Cassano (al debutto dal primo minuto) punte esterne e Toni al centro dell'attacco. Arbitrerà lo slovacco Michel. Donadoni è sicuro. «Serve una prestazione al top della condizione attuale e ce la metteremo tutta fino all'ultima goccia del nostro sudore perchè la responsabilità che abbiamo è importante. Da Cassano mi aspetto che faccia il suo, come tutti gli altri perchè - ha detto il Ct - dobbiamo vincere. Pirlo stanco? È chiaro che un giocatore che ha disputato due partite ha speso di più ma le energie nervose faranno la differenza». Ricorre il 38°o anniversario di Italia-Germania 4-3 e potrebbe essere di buon auspicio.

«Ci sono dei momenti in cui c'è da soffrire e quella fu una di quelle partite in cui si seppe tirare fuori la zampata vincente ed è quello che cercheremo di fare anche stasera». C'è l'incognita del terreno pesante per la pioggia battente che ha anche costretto la squadra a rinunciare all'ultima sgambatura e rimanere in albergo. Dino Zoff, ex ct azzurro, non crede al presunto «biscotto» tra Olanda e Romania ed è convinto che l'Italia se batte la Francia può passare il turno. I romeni, dal canto loro, faranno la partita della vita per dimostrare il loro valore infischiandosene delle insinuazioni.

• Una storia infinita: ultimo incrocio nelle recenti qualificazioni
• I transalpini non perdono contro l'Italia dai Mondiali di Argentina
• Ma per le agenzie di scommesse l'Italia è fuori

EUROPEO DI CALCIO 2008

• Tutto sull'Italia: contro la Francia martedì 17 alle 20,45
• Le gare in un clic
• L'elenco delle partite
• Le classifiche dei gironi
• Le squadre
• I giocatori
• Gli arbitri
• Le città di Svizzera e Austria

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400