Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 17:42

Italia-Romania, vietato sbagliare

Il compito degli azzurri (in campo a Zurigo alle ore 18) è riscattarsi e riaprire il discorso qualificazione ai quarti di finale dell'Europeo. Del Piero sarà capitano: «Sono pronto». Nell'altra gara del girone C si affronteranno Francia e Olanda (ore 20,45)
Italia-Romania, vietato sbagliare
Il ct dellROMA - Massima concentrazione per scacciare i timori e riappropriarsi della storia. Questo il compito dell'Italia che oggi alle 18 scendono in campo a Zurigo contro la Romania per una gara che da campioni del mondo non possono non vincere. L'Italia, zero punti in classsifica, è costretta a conquiatare i tre punti per riscattare la pesante sconfitta di lunedì scorso contro l'Olanda (ora a 3 punti), ma soprattutto per riaprire il discorso qualificazione ai quarti di finale, in attesa del confronto con la Francia (1 punto), stasera (ore 20,45) impegnata proprio con gli Oranges.
Del Piero porterà la fascia di capitano dall'alto delle sue 87 presenze. Insomma per ripartire l'Italia si affida a lui. «Le responsabilità non mi spaventano, sono pronto», ha dichiarato ieri un Del Piero più carico che mai. E d'altronde Donadoni è stato chiaro: «Non penso du avergli affidato nessun titpo di responsabilità eccessiva, lui è un giocatore d'esperienza». Venendo al turn-over Donadoni ha precisato: «Di Natale sa che la considerazione da parte mia è totale, i cambi che ci saranno stasera non sono da vedersi come bocciature».
Infine, il significato politico di un match come Italia-Romania: su questo Donadoni cerca di abbassare i toni delle polemiche. «Mi auguro che tuti guardino la gara con sportività e con grande passione e tutto si fermi lì perchè da parte degli attori in campo sarà vissuta in questo modo e basta».
Temperatura intorno ai 15 gradi e qualche goccia di pioggia in una Zurigo che non sembra per nulla interessata al match. Deserta la Fanzone allestita dalla Uefa, per le vie del centro solo qualche tifoso con le maglie delle rispettive Nazionali. Anche qui, però, ci sono i bagarini. La richiesta per un biglietto è sempre la stessa, dai 700 ai 900 euro, dipende dalla categoria. Il Letzigrund, 30.000 posti, sarà comunque esaurito, la Figc ha venduto 6.909 biglietti, l'intera dotazione a sua disposizione. Circa 7.000 i tagliandi 'piazzatì dalla federazione romena, ma questa volta dovrebbe dominare l'azzurro con più di 10-11.000 spettatori sugli spalti del Letzigrund.

EUROPEO DI CALCIO 2008

• Tutto sull'Italia: contro la Francia martedì 17 alle 20,45
• Le gare in un clic
• L'elenco delle partite
• Le classifiche dei gironi
• Le squadre
• I giocatori
• Gli arbitri
• Le città di Svizzera e Austria

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione