Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 14:04

Agli Europei di calcio Olanda travolge Italia

Inizio da incubo per gli azzurri di Donadoni a Berna nell'esordio del gruppo C: finisce 3-0. Tardiva ed inutile la messa in campo di Del Piero e di Cassano. "Giallo" regolamentare sul primo gol
• VIDEO: Van Nistelrooy, Sneijder e Van Bronckhorst
Agli Europei di calcio Olanda travolge Italia
OLANDA-ITALIA 3-0

• OLANDA (4-2-3-1): Van Der Sar; Ooijer, Boulahrouz (31'st Heitinga), Mathijsen, Van Bronckhorst; De Jong, Engelaar; Kuyt (36'st Afellay), Van der Vaart, Sneijder; Van Nistelrooy (25'st Van Persie). In panchina: Timmer, Stekelenburg, De Zeeuw, Robben, Melchiot, Bouma, De Cler, Huntelaar, Vennegoor of Hesselink. Allenatore: Van Basten

• ITALIA (4-3-3): Buffon; Panucci, Barzagli, Materazzi (9'st Grosso), Zambrotta; Gattuso, Pirlo, Ambrosini; Camoranesi (30'st Cassano), Toni, Di Natale (18'st Del Piero). In panchina: Amelia, De Sanctis, Chiellini, Gamberini, De Rossi, Borriello, Quagliarella, Perrotta, Aquilani. Allenatore: Donadoni

• ARBITRO: Frojdfeldt (Svezia)

• RETI: 26'pt Van Nistelrooy, 31'st Sneijder, 34'st Van Bronckhorst

•NOTE: Serata fresca, terreno in perfette condizioni. Spettatori: 30.777. Ammoniti: Toni, Zambrotta, Gattuso, De Jong. Angoli: 5-3 per l'Italia. Recupero: 1'pt e 3'st Calcio - Olanda Italia

BERNA (Svizzera) - «Siamo i campioni del mondo» han cantato i tifosi azzurri. Meglio dire: eravamo campioni del mondo? L'Olanda non ci batteva da 30 anni e doveva vendicarsi per l'eliminazione del 2000: ha ottenuto entrambi i risultati buttandoci (quasi) fuori dall'Europeo. Il peso dell'assenza di Cannavaro, qualche scelta non precisamente fortunata di Donadoni (perché De Rossi in panchina e non in campo?) e un gol di Van Nistelrooy concesso dallo svedese Frojdfeldt con Panucci oltre il fondo e Van Nistelrooy in fuori gioco, hanno deciso la partita. L'Olanda ha giocato meglio nel primo tempo, ha segnato due gol, ha sofferto un po' (dopo l'entrata di Del Piero e Cassano), ma poi ha arrotondato il risultato con l'ottimo Van Bronckhorst. Nulla da dire. Una serataccia che provocherà molte polemiche: Donadoni sarà messo sulla graticola. Van Basten, che ha perso alla vigilia Robben e aveva dovuto prima ancora rinunciare a Babel, ha optato per Kuyt a destra e Sneijder (entrambi bravi) a sinistra nel trio alle spalle di Van Nistelrooy (sempre pericoloso), e per De Jong (duro) davanti alla difesa, dove ha giocato centralmente Boularouz. Esclusi dalla formazione iniziale Heitinga e Afellay. Donadoni, senza Cannavaro, ha optato per una formazione collaudata con Materazzi (malissimo) centrale difensivo, Pannucci (male) a destra e Zambrotta (male) a sinistra. A centrocampo il trio milanista Gattuso, Pirlo, Ambrosini (il solo a salvarsi), con De Rossi (a sorpresa) in panchina.
Nella ripresa Grosso, Del Piero (due tiri) e Cassano (un bell'assist) non hanno cambiato la brutta partita degli azzurri. Dopo 25' di equilibio, l'Olanda ha preso in mano la gara e la difesa azzurra è naufragata sulle fasce anzitutto, dovo Panucci e Zambrotta si sono trovati in difficoltà contro avversari veloci e incisivi come Sneijder e Kuyt. E Materazzi, che alla vigilia aveva detto di non avere avuto mai la... sfortuna di marcare Van Nistelrooy ha avuto ragione: il centravanti olandese (gol in posizione di offside al 27' su traversone basso di Van Bronckhorst da sinistra, ma con Panucci oltre la linea), lo ha bruciato in velocità al 43' e per fortuna Buffon ha evitato il tre a zero.
Sul primo gol, che ha aperto la strada alla vittoria olandese, Panucci era finito fuori campo, travolto da Buffon che ha respinto di pugno. L'arbitro lo ha considerato non infortunato e quindi ha convalidato. Noi potremo anche non essere d'accordo, ma lo svedese ha deciso così e comunque Materazzi aveva lasciato solo il realista. Sono tutti elementi, come la facilità con cui Kuyt si è sbarazzato di Zambrotta sul secondo gol al 31', permettendo a Sneijder - anche lui solo - di scavalcare con un bel tocco Buffon in uscita, che fanno pensare a diverse cose: 1) che l'infortunio a Cannavaro sta pesando in maniera decisiva perché in difesa non c'è un direttore d'orchestra; b) che Donadoni non ha scelto bene a centrocampo, dove in fase d'interdizione Gattuso è parso in affanno e il solo Ambrosini ha tenuto bene. (
Camoranesi, bastonato da Van Bronckhorst (che ha salvato sulla linea su tocco scellerato di Ooijer), non è riuscito a limitare il terzino olandese. Toni (una girata di testa, poche palle ricevute, un errorissimo nel finale) ha potuto fare poco, Di Natale ha operato l'unico tiro pericoloso, ma alto, nel primo tempo.
In pratica, l'Italia ha quasi sempre subito. Nella ripresa Donadoni è partito con la stessa formazione, Zambrotta ha avuto uno spunto sulla sinistra, ma ha tirato alto. Poi il c.t. ha tirato fuori Materazzi, in difficoltà, mettendo Panucci al centro, Zambrotta a destra e inserendo Grosso a sinistra. Toni al 15' ha girato di sinistro debolmente. Poi è entrato Del Piero che ha cercato di far fesso il suo ex compagno Van der Sar al 21'. Vanamente. Quando Toni (31'), servito da Cassano, si è mangiato il gol che avrebbe potuto riaprire la partita e Grosso (33') ha tirato su Van der Sar che poi ha fatto una paratissima su punizione di Pirlo (34') si è capito che la partita era finita. Anzi no: in contropiede la nostra difesa ha preso il terzo gol da Van Bronckhorst, con Zambrotta che ci ha messo lo zampino. Cosa di più? Una serataccia. Donadoni dovrà rivedere molte cose, ma non ha difensori. Peccato.
Franco Zuccalà

EUROPEO DI CALCIO 2008

• Tutto sull'Italia: contro la Romania venerdì 13 alle 18
• Le gare in un clic
• L'elenco delle partite
• Le classifiche dei gironi
• Le squadre
• I giocatori
• Gli arbitri
• Le città di Svizzera e Austria

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione