Cerca

Ko con la Croazia

Delusione Italbasket
sfumano i Giochi di Rio

TORINO - L’Italia crolla a un passo dal traguardo e vede sfumare così il sogno di partecipare ai Giochi di Rio. Gli azzurri cedono alla Croazia 84-78 dopo un tempo supplementare nella finale del torneo preolimpico di Torino: ai Giochi ci andranno i croati. E’ la terza volta di fila che la nazionale italiana manca la qualificazione alle Olimpiadi.

Gli azzurri guidati da Ettore Messina hanno inseguito per tutta la partita la squadra di Aza Petrovic, pagando le pessime percentuali al tiro, l’ottima difesa dei croati e i problemi di falli. Quando l’inseguimento sembrava completato, con il canestro di Melli a pochi secondi dalla fine dei regolamentari che è valso il supplementare (sul 70-70), seguito dall’errore di Bogdanovic, i croati hanno stretto ulteriormente le maglie della difesa e, complici l’esclusione di Datome e Gallinari per raggiunto limite di falli, hanno sfruttato le difficoltà dell’Italia nel trovare la via del canestro.

Decisamente carente la gestione della terna arbitrale, con Messina costretto a ruotare i suoi per cercare di centellinare i fischi dei tre arbitri, come dimostra la differenza tra i falli fischiati contro (21-30) e dei tiri liberi tentati (33 per la Croazia, 19 per l’Italia). Incredibili nel supplementare gli errori di Alessandro Gentile, che ha prima sbagliato un canestro in contropiede per poi perdere una palla decisiva sul punteggio di 80-76 con 30» da giocare.

Termina così mestamente un progetto che aveva come obiettivo principale l’approdo dell’Italia ai Giochi Olimpici di Rio 2016: non sono bastati i 18 punti di Belinelli e i 12 di Gallinari e Datome per limitare la Croazia e conquistare il pass per il Brasile: il croato Dario Saric, autore di 18 punti, è stato premiato miglior giocatore del torneo, mentre i miglior realizzatorI della Croazia sono stati Bogdanovic, 26 punti, e Simon, con 21 punti e il 60% dall’arco da tre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400