Cerca

Il greco è la prima novità

Moras si presenta
«Bari, ho 35 anni
ma l'età non conta»

Bari, ingaggiato il difensore Moras

Moras e il presidente Giancaspro

BARI - «Non conta l’età, contano le motivazioni. A 35 anni voglio dare il massimo. Lottare. I tifosi quando vedono i giocatori dare il massimo sono contenti. Mi sento a casa, mi sembra di essere in Grecia. Ho trovato qui affinità con la mia cultura": così si è presentato il nuovo difensore del Bari Moras, greco, ingaggiato con un biennale dopo esser stato svincolato dal Verona. «Ho scelto Bari - ha puntualizzato - perché è una piazza molto importante. Mi ha chiamato il ds Sean Sogliano e ho subito dato la mia disponibilità. Con Sogliano abbiamo sempre avuto un rapporto franco, abbiamo litigato tante volte, ma ci stimiamo. Serie B o serie A? Non conta la categoria, conta il progetto».

Poi, parlando dei calciatori del Bari che conosce ha aggiunto: "A Bologna ho giocato con Valiani. Conosco il mio connazionale Gentsoglou, cresciuto nel settore giovanile dell’Aek Atene. Gli anni più belli? Li ho vissuti a Verona: è stato difficile andar via dal Veneto, anche per il legame con i tifosi. Peccato per la retrocessione, abbiamo vissuto una annata sfortunata e strana. Siamo partiti male con tanti infortuni e non siamo riusciti ad alzare la testa». Ultima battuta sul ruolo: «Sono un centrale. Non so se a 35 anni posso fare altro», ha concluso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400