Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 21:06

Cannavaro operato. Gamberini chiede il numero 5

È durato poco più di mezz'ora ed l'intervento cui è stato sottoposto il capitano della Nazionale, infortunatosi alla caviglia sinistra durante l'allenamento di lunedì e per questo fuori causa per l'Europeo. Prognosi di tre mesi. Il sostituto racconta le prime sensazioni
Cannavaro operato. Gamberini chiede il numero 5
Fabio Cannavaro dopo lROMA - È durato poco più di mezz'ora ed è perfettamente riuscito l'intervento chirurgico a cui è stato sottoposto questa mattina a Vienna Fabio Cannavaro, il capitano della Nazionale infortunatosi alla caviglia sinistra durante l'allenamento di lunedì scorso. «A Cannavaro il prof. Ferretti, assistito dal suo aiuto Conteduca e alla presenza del medico del Real Madrid Del Coral, ha in sostanza ricucito il legamento lesionato - informa la Figc -. L'intervento è stato eseguito alla Privat Klinik di Vienna dove Cannavaro è entrato intorno alle 8,30. Al ritorno in camera, Cannavaro era tranquillo e non ha risparmiato un sorriso e qualche battuta ai dirigenti della Figc che lo hanno accompagnato in clinica, Gigi Riva ed Antonello Valentini».

Il capitano azzurro ha deciso di rimanere in ritiro con i compagni di squadra per tutti gli Europei e su richiesta del presidente Giancarlo Abete l'Uefa ha deciso di assegnargli un accredito speciale in segno di apprezzamento per la scelta e per l'attaccamento mostrato alla sua squadra.
«In serata - conclude la Federcalcio -, fatti i normali controlli post operatori, è previsto che Cannavaro lasci la clinica e rientri nel quartier generale dell'Italia, dove al più presto comincerà la rieducazione».
«Per Cannavaro quella di una prognosi di tre mesi è previsione ragionevole», ha detto Ferretti. «Sono ancora un pò frastornato, ma ho grande fiducia - ha commentato Cannavaro - qui c'era mio figlio Christian e mi ha detto di guarire presto perché vuole rivedermi sul campo a breve».

Intanto, Alessandro Gamberini, sostituto di Cannavaro, racconta così le prime sensazioni: «Sono felice di essere qui, ma anche molto dispiaciuto per quanto è successo a Cannavaro. Fabio è un elemento fondamentale di questa squadra, e il nostro leader. Adesso prima di prendermi la maglia con il numero 5 gli chiederò il permesso. Mi fa comunque piacere - dice ancora Gamberini - che lui rimanga con noi come capitano non giocatore: ci darà la carica giusta. Io vengo qui con grande umiltà, ma in allenamento m'impegnerò moltissimo per mettere in difficoltà Donadoni. Se sono qui lo devo anche a Prandelli, maestro in campo e di comportamento».

• VIDEO: L'infortunio di Cannavaro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione