Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 22:58

Calcio / Euro 2008 - In campo Cassano e bikini

A Coverciano (Firenze) è iniziata la preparazione degli Azzurri per i campionati che inizieranno in Svizzera il 7 giugno. Invasione di campo di una ragazza in costume da bagno. Per la Nazionale (Gruppo C) la 1ª partita contro l'Olanda il 9 giugno
Calcio / Euro 2008 - In campo Cassano e bikini
Calcio - Allenamento di Cassano in Nazionale FIRENZE - L'«extraterrestre» Antonio Cassano è sbarcato a Coverciano, per il suo ritorno, con una mezz'ora di anticipo sull'orario previsto. Unico segno della voglia di non rinunciare alla sua fama di ragazzaccio sulla via verso Euro 2008, quel taglio finto casual sui jeans all'altezza del ginocchio destro, per un look molto sportivo prima di rivestire la maglia azzurra venti mesi dopo l'ultima volta. Per il resto, il primo giorno dell'attaccante ritrovato in nazionale è stato inconsueto, nella sua regolarità.
Nessuno pensava che la cassanata fosse dietro l'angolo. Ma non c'è dubbio che al primo giorno, l'alunno più fotografato fosse lui. E allora, l'Italia di Donadoni ha riabbracciato il suo talento a lungo smarrito, gli ha riservato l'entusiasmo dei cento tifosi che alle 11.30 lo hanno accolto ai cancelli di Coverciano, gli ha perfino offerto la carezza di qualche compagno (Quagliarella) in allenamento. E ha assicurato, per mezzo dei suoi protagonisti, di non aver problema a farlo entrare, nella sua veste di ultimo arrivato. «Il rigetto del gruppo? Antonio è solo un ragazzo di 26 anni, non un extraterreste», lo ha difeso Donadoni. Ma il commissario tecnico ha poi puntualizzato che non si trasformerà in un «missionario» che deve salvar l'anima calcistica del barese, e che ora il suo pupillo deve imparare «ad ascoltare, prima che a parlare». Insomma, a rispettare le regole.
«Lasciatelo sorridere, e lui ci farà vincere le partite. Ma se invece gli mettete addosso la pressione dei risvolti caratteriali, allora possono essere problemi...», è stato il benvenuto di Gigi Buffon, suo amico oltre che esperto di guasconeria. Così quando alle 17.30 Cassano è entrato in campo tra i primi (solo un caso, ma è il segno chiesto da Donadoni), è stato con il portiere Juve, con l'altro amico Materazzi e con l'ex compagno dei tempi Real Fabio Cannavaro che si è intrattenuto di più a parlare, sempre col sorriso sulle labbra.
Poi un allenamento "normale": tanti scatti sotto gli occhi del preparatore Andreini, molte indicazioni tattiche da Donadoni quando è stato il momento di esercitarsi negli schemi delle tre punte (per inciso, il doriano è stato schierato con Borriello centrale e Del Piero a sinistra), un po' di sorpresa all'invasione di campo di due belle ragazze in bikini. Coverciano - Irruzione in bikini per la Nazionale di calcio italiana
«Antonio non è più un ragazzo, deve camminare con le sue gambe», ha poi sottolineato Gigi Riva, team manager e punto di riferimento per tutti i giocatori, che fece da vera e propria balia all'attaccante nel 2004. Ora, assicura Rombo di Tuono, «qualcosa è cambiato»: e semmai a conservare un ruolo di "tutore" è solo Donadoni.
Non che ci si potesse aspettare gavettoni come alla Samp, esuberanza in allenamento, battute fuori dalle righe. Però sotto il genere "cassanate" lo scatto delle decine di fotografi accorsi a Coverciano per Fantantonio è sempre pronto. Solo i prossimi giorni diranno se tutti quegli scatti sono normalissimo calcio e basta, dunque sotto il profilo del gossip più polemico inutili. Intanto lo è diventato quel gettone telefonico che, quattro anni fa, Cassano spedì simbolicamente a Riva perché si sentiva abbandonato, trascurato. Oggi, per tutti, non è più tempo di "telefono, casa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione