Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 09:42

Motomondiale - Rossi torna leader del Mondiale

Il Dottore acciuffa la 90ª vittoria in carriera e anche il primo posto nella classifica della MotoGP. Valentino domina il GP di Francia in una giornata che ha visto il dominio delle Yamaha (secondo Lorenzo, terzo Edwards) - con qualunque gomma - su tutti gli avversari
Motomondiale - Rossi torna leader del Mondiale
Valentino Rossi vince in FranciaLE MANS (FRANCIA) - Valentino Rossi acciuffa la 90esima vittoria in carriera e con essa anche la leadership del Mondiale MotoGP. Il «Dottore» vince, dominando, il Grand Prix di Francia sul circuito «Bugatti» di Le Mans. In una giornata che ha visto il dominio delle Yamaha - con qualunque gomma - su tutti gli avversari. Alle spalle del pesarese, infatti, c'è un grande Jorge Lorenzo che a piedi cammina con le stampelle per la due caviglia fratturate a Shanghai, ma in sella alla sua M1 fa cose incredibili. Sul terzo gradino del podio, poi, c'è un Colin Edwards che sembra vivere una seconda gioventù, sempre veloce in prova e performante in gara con la moto del team Tech3 di Poncharal. La Honda limita i danni con Dani Pedrosa quarto. Lo spagnolo fa la formichina ed alle prime goccioline di pioggia, cadute ad una decina di giri dalla fine, chiude la manetta del gas, preferendo non rischiare ed accontentarsi di un piazzamento, perdendo, però, la testa della graduatoria ora occupata da Rossi con 97 punti, tre in più del pilota del team Repsol Honda Hrc e dello stesso Lorenzo.
Si fa difficile, invece, la stagione di Casey Stoner, ora con 41 punti da recuperare. Il campione del Mondo paga la rottura del motore D16 della sua Ducati, in pieno rettilineo, a otto tornate dalla fine, mentre era in lotta per la seconda posizione. L'australiano effettua un giro completo con il motore borbottante che si spegna all'ingresso della pit lane e sarà costretto a «remare» con un piede per arrivare al proprio box e saltare sulla seconda moto con gomme da bagnato, approfittando della pioggia. Uscirà ultimo, dietro a Marco Melandri che con la moto gemella è quindicesimo. Dal box bolognese non giunge nessun ordine di scuderia ed il punticino sudato dal «Macio» che aveva preso anche lui, al volo, la moto con pneumatici da pioggia.
Scorrendo l'ordine d'arrivo ottima quinta posizione per Chris Vermeulen - vincitore sotto il diluvio nel 2007, ndr - con la Rizla Suzuki davanti alla Honda del team Jir Scot di Andrea Dovizioso ed al compagno di team Loris Capirossi. Chiudono la «top ten», l'altra Repsol Honda di Nicky Hayden, la Lcr Honda di Randy De Puniet e quella San Carlo Gresinini di Shinya Nakano. Alex De Angelis, con la moto gemella è dodicesimo. Rossi, dunque, torna in testa al mondiale e lo fa in una giornata dove raggiunge per numero di vittorie nei GP Angel Nieto, avendo davanti solo il grande Mino Agostini. Il campione di Tavullia sembra tornato ai giorni migliori e davanti vede il Gran Premio di casa al Mugello dove, in caso infilasse il tris darebbe uno scossone ancora più grosso alla classifica.
Nelle altre due classi, Alex Debon ha vinto in 250. Il pilota della Lotus Aprilia ha preceduto sul podio gli italiani Marco Simoncelli (Gilera) e Mattia Pasini (Aprilia). Bello il duello tra i due nostri portacolori deciso proprio al traguardo. In classifica, sempre al comando il finlandeese della KTM Mika Kallio, quinto a Le Mans, con 93 punti contro i 77 di Pasini. Vittoria per un pilota di casa, invece, tra le piccole 125 cc. con Mike Di Meglio. Il pilota della Derbi ha preceduto sul podio le Aprilia del britannico Smith (Polaris World) e lo spagnolo Terol (Jack & Jones Wrb). Il primo degli italiani è Iannone (Aprilia I.C Team), quinto, mentre Simone Corsi (Aprilia Jack & Jones Wrb) si deve accontentare del tredicesimo posto. La gara era stata interrotta a nove giri dal termine per la pioggia. I piloti sono poi rientrati in pista per una minigara di soli cinque giri con le gomme da bagnato, come da regolamento. In classifica Di Meglio è il nuovo leader con 74 punti, contro i 66 di Terol ed i 62 di Simone Corsi.

- MotoGp

1. Valentino Rossi (Ita-Yamaha/B), 117,180 km in 44'30"799 (media: 157,948 km/h)
2. Jorge Lorenzo (Spa-Yamaha/M) a 4.997
3. Colin Edwards (Usa-Yamaha/M) 6.805
4. Dani Pedrosa (Spa-Honda/M) 10.157
5. Chris Vermeulen (Aus-Suzuki/B) 21.762
6. Andrea Dovizioso (Ita/Honda/M) 22.395
7. Loris Capirossi (Ita-Suzuki/B) 27.806
8. Nicky Hayden (Usa/Honda/M) 27.995
9. Randy De Puniet (Fra-Honda/M) 29.344
10. Shinya Nakano (Gia/Honda/B) 30.822

Mondiale piloti Gp

1. Valentino Rossi (Ita/Fiat Yamaha) 97 punti
2. Jorge Lorenzo (Spa/Fiat Yamaha) 94
3. Dani Pedrosa (Spa/Honda) 94
4. Casey Stoner (Aus/Ducati) 56
5. Colin Edwards (Usa/Yamaha Tech) 47
6. Loris Capirossi (Ita/Suzuki) 42
7. Nicky Hayden (Usa/Honda) 37
8. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 36
9. James Toseland (Gbr/Yamaha Tech) 33
10. Shinya Nakano (Gia/Honda) 28

- 250 cc

1. Alex Debon (Spa/Aprilia), 108,810 km in 47'27"406 (media: 137,569 km/h)
2. Marco Simoncelli (Ita/Gilera) a 4.816
3. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 4.998
4. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 5.770
5. Mika Kallio (Fin/KTM) 6.197

Mondiale piloti 250

1. Mika Kallio (Fin/KTM) 93 punti
2. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 77
3. Alex Debon (Spa/Aprilia) 59
4. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 59
5. Marco Simoncelli (Ita/Gilera) 53

- 125 cc

1. Mike Di Meglio (Fra/Derbi), 20,925 km in 10'08"574 (media: 123,781 km/h)
2. Bradley Smith (Gbr/Aprilia) a 0.800
3. Nicolas Terol (Spa/Aprilia) 3.077
4. Pol Espargaro (Spa/Derbi) 10.407
5. Andrea Iannone (Ita/Aprilia) 11.697

NB: la corsa, prevista sui 24 giri, è stata interrotta dopo 14 a causa della pioggia. I piloti sono ripartiti per altri cinque giri prendendo posto al via in base alla posizione occupata al momento dell'interruzione.

Mondiale piloti 125

1. Mike Di Meglio (Fra/Derbi) 74 punti
2. Nicolas Terol (Spa/Aprilia) 66
3. Simone Corsi (Ita/Aprilia) 62
4. Joan Olive (Spa/Derbi) 58
5. Stefan Bradl (Ger/Aprilia) 58

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione