Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 20:48

Calcio / Serie A - Entra Ibra: scudetto all'Inter

I neroazzurri vincono a Parma (doppietta della punta, entrata nella ripresa) e si laurea campione d'Italia. La Fiorentina (gol decisivo di Osvaldo, ex Lecce) si qualifica per la Champions League (a scapito del Milan). Empoli e Parma retrocedono in B insieme con il Livorno
Calcio / Serie A - Entra Ibra: scudetto all'Inter
Javier Zanetti festeggio lo scudetto dellROMA - L'Inter è campione d'Italia per la 16esima volta nella sua storia, la Fiorentina va ai preliminari di Champions League mentre il Milan giocherà la coppa Uefa con Sampdoria e Udinese, in B, dopo il Livorno, finiscono Parma ed Empoli. Questi i verdetti dell'ultima giornata di serie A che incorona per la terza volta di fila i nerazzurri.
La formazione di Mancini resiste alla rincorsa della Roma e con una doppietta del rientrante Ibrahimovic vince a Parma per i tre punti che le consegnano il tricolore e condannano alla retrocessione gli emiliani dopo 18 anni di serie A. I giallorossi devono così accontentarsi della seconda piazza, a tre lunghezze dall'Inter, in virtù anche del pari rimediato a Catania dove al vantaggio di Vucinic risponde nel finale Martinez, per il gol che vale la seconda salvezza consecutiva per gli etnei.
In Champions League, oltre a Inter, Roma e Juventus va la Fiorentina, che conserva il quarto posto grazie all'1-0 all'Olimpico di Torino firmato da Osvaldo mentre al Milan non basta il sonoro 4-1 sull'Udinese siglato da Pato, Inzaghi, Cafu (all'ultima partita in rossonero) e Seedorf, con Kakà che si è fatto anche parare un calcio di rigore. Un successo inutile per la formazione di Ancelotti, che nella prossima stagione si ritroverà a disputare la Uefa in compagnia degli stessi friulani e della Samp.
A meno di ripensamenti, invece, disputerà l'Intertoto il Napoli, che chiude all'ottavo posto nonostante la sconfitta sul campo della Lazio per 2-1, con le reti di Rocchi e Firmani (Domizzi a segno per i partenopei) che rendono meno amaro il finale di stagione per i biancocelesti. Per quanto riguarda i verdetti in coda, come detto, con Parma e Livorno retrocede anche l'Empoli, a cui non basta la vittoria per 2-1 sugli stessi amaranto (reti di Buscè e Saudati che sbaglia anche un rigore) per evitare la discesa in B.
Il titolo di capocannoniere va invece ad Alessandro Del Piero con 21 gol: la doppietta siglata dal capitano bianconero ieri contro la Samp si rivela sufficiente visto che Borriello, l'unico in grado di insidiarlo, è rimasto a secco nella sconfitta del Genoa contro l'Atalanta (2-0, gol di Floccari e Marconi).
Per quanto riguarda gli altri incontri in programma oggi, finisce 2-2 tra Cagliari e Reggina, con la doppietta di Amoruso che vanifica i gol di Larrivey e Bianco, e con lo stesso risultato termina la sfida del «Franchi» tra Siena e Palermo, con Maccarone che apre e chiude le marcature, in mezzo le firme rosanero di Jankovic e Miccoli.

L'Inter ha conquistato oggi il sedicesimo scudetto della sua storia, il terzo nel periodo di presidenza di Massimo Moratti. Al primo titolo nerazzurro, risalente al 1910, seguirono le affermazioni datate 1920, 1930, 1938 e 1940. Nel dopoguerra il club milanese vinse il suo primo tricolore nel 1953 ripetendosi nella stagione successiva e nel 1963, 1965, 1966, 1971, 1980 e 1989. Dopo diciotto anni di astinenza l'Inter tornò a vincere nel 2006, con Roberto Mancini in panchina, conquistando il primo scudetto della presidenza di Massimo Moratti in seguito alle sanzioni inflitte dalla giustizia sportiva a Juventus e Milan nel quadro dello scandalo Calciopoli. Sempre con il tecnico di Jesi al timone, la squadra nerazzurra conquistò anche il titolo della stagione 2006/2007 dominando il campionato con diversi record: tricolore con cinque giornate d'anticipo (primato eguagliato), 97 punti nella classifica finale e 17 vittorie consecutive. In questa stagione l'Inter, guidata ancora da Mancini, ha vinto il suo sedicesimo titolo italiano all'ultima giornata con 85 punti. Nel suo palmares l'Inter vanta anche cinque edizioni della Coppa Italia (1939, 1978, 1982, 2005 e 2006), tre Supercoppa di Lega (1989, 2005, 2006), tre Coppa Uefa (1991, 1994 e 1998) e due edizioni consecutive della vecchia Coppa dei Campioni (1964 e 1965), seguite negli stessi anni da una doppia affermazione nella Coppa Intercontinentale. Eliminata dalla Champions League negli ottavi di finale dal Liverpool, l'Inter in questa stagione può ancora conquistare la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana. In entrambe le finali i nerazzurri affronteranno la Roma.

I risultati della trentottesima e ultima giornata di Serie A

Atalanta-Genoa 2-0 (32' Floccari/A, 93' Marconi/A);
Cagliari-Reggina 2-2 (18' Larrivey/C, 55' e 86' Amoruso/R, 81' Bianco/C);
Catania-Roma 1-1 (8' Vucinic/R, 85' Martinez/C);
Empoli-Livorno 2-1 (10' Buscè/R, 56' Saudati/E, 84' Diamanti/T);
Lazio-Napoli 2-1 (14' Rocchi/L, 71' Firmani/L, 83' Domizzi/N);
Milan-Udinese 4-1 (32' Mesto/U, 48' Pato/M, 59' Inzaghi/M, 79' Cafu, 88' Seedorf/M);
Parma-Inter 0-2 (62' e 79' Ibrahimovic/I);
Siena-Palermo 2-2 (2' e 58' Maccarone/S, 24' Jankovic/P, 30' Miccoli/P).
Torino-Fiorentina 0-1 (76' Osvaldo/F).
Giocata ieri
Sampdoria-Juventus 3-3 (7' e 65' rig. Del Piero/J, 16' rig. Trezeguet/J, 22' Cassano/S, 39' Maggio/S, 80' Montella/S)


La classifica

Inter 85 38 25 10 3 69 26
Roma 82 38 24 10 4 72 37
Juventus 72 38 20 12 6 72 37
Fiorentina 66 38 19 9 10 55 39
Milan 64 38 18 10 10 66 38
Sampdoria 60 38 17 9 12 56 46
Udinese 57 38 16 9 13 48 53
Napoli 50 38 14 8 16 50 53
Atalanta 48 38 12 12 14 52 56
Genoa 48 38 13 9 16 44 52
Palermo 47 38 12 11 15 47 57
Lazio 46 38 11 13 14 46 50
Siena 44 38 9 17 12 40 45
Cagliari 42 38 11 9 18 40 56
Torino 40 38 8 16 14 36 49
Reggina 40 38 9 13 16 37 56
Catania 37 38 8 13 17 33 45
Empoli 36 38 9 9 20 29 52
Parma 34 38 7 13 18 42 62
Livorno 30 38 6 12 20 35 60

Inter campione d'Italia, va in Champions League.
Roma in Champions League.
Juventus e Fiorentina ai preliminari di Champions League.
Milan, Sampdoria e Udinese in Coppa Uefa.
Napoli in Intertoto.
Livorno, Parma ed Empoli in serie B.

La classifica cannonieri

21 RETI: Del Piero (3 rig)
20 RETI: Trezeguet (2 rig) (Juventus).
19 RETI: Borriello (5 rig) (Genoa).
17 RETI: Mutu (6 rig) (Fiorentina); Ibrahimovic (8 rig) (Inter); Di Natale (2 rig) (Udinese).
15 RETI: Kakà (6 rig) (Milan); Amauri (1 rig) (Palermo).
14 RETI: Pandev (1 rig), Rocchi (3 rig) (Lazio); Totti (3 rig) (Roma); Maccarone (2 rig) (Siena).
13 RETI: Cruz (1 rig) (Inter); Amoruso (3 rig) (Reggina); Quagliarella (Udinese).
12 RETI: Doni (4 rig) (Atalanta); Bellucci (2 rig) (Sampdoria).
11 RETI: Inzaghi (Milan).
10 RETI: Acquafresca (1 rig) (Cagliari); Tavano (3 rig) (Livorno); Cassano (Sampdoria).
9 RETI: Pazzini (Fiorentina); Pato (Milan); Hamsik (Napoli); Vucinic (Roma); Maggio (Sampdoria).
8 RETI: Floccari, Langella (Atalanta); Martinez (Catania); Suazo (Inter); Iaquinta (1 rig) (Juventus); Domizzi (6 rig), Lavezzi, Zalayeta (Napoli); Miccoli (1 rig) (Palermo); Brienza (1 Palermo) (Reggina); Mancini (Roma); Rosina (4 rig) (Torino).
7 RETI: Spinesi (2 rig) (Catania); Pozzi (Empoli); Gilardino (Milan); Budan (2 rig) (Parma).
6 RETI: Matri (Cagliari); Giovinco (Empoli); Santana, Vieri (1 rig) (Fiorentina); Cambiasso (Inter); Seedorf (Milan); Sosa (Napoli); Cozza (Reggina); Giuly, Taddei (Roma); Di Michele (1 rig) (Torino).
5 RETI: Conti, Foggia (4 rig) (Cagliari); Vargas (Catania); Vannucchi (1 rig) (Empoli); Osvaldo (Fiorentina); Camoranesi (Juventus); Cavani, Simplicio (Palermo); Corradi, Gasbarroni (2 rig) (Parma); Perrotta, De Rossi (2 rig), Panucci (Roma); Vigiani (Reggina); Sammarco (Sampdoria); Loria (Siena).
4 RETI: Ferreira Pinto (Atalanta); Mascara (Catania); Saudati (1 rig) (Empoli); Crespo (Inter); Leon, Sculli (Genova); Salihamidzic (Juventus); Bianchi (1 rig) (Lazio); Diamanti (Livorno); Ambrosini (Milan); Lucarelli, Paci, Pisanu (Parma); Montella, Palombo (Sampdoria); Frick (Siena); Ventola (Torino).
3 RETI: Padoin, Tissone, Zampagna (1 rig) (Atalanta); Fini (1 rig), Jeda (Cagliari); Di Vaio, Figueroa, Konko (Genoa); Cordoba, Jimenez, Balotelli, Vieira (Inter); Chiellini (Juventus); Firmani, Ledesma, Mauri (Lazio); Knezevic, Rossini (Livorno); Pirlo (1 rig) (Milan); Bogliacino (Napoli); Cigarini (2 rig), Morrone, Reginaldo (Parma); Barreto (Reggina); Aquilani, Pizarro (1 rig) (Roma); Locatelli, Kharja (Siena); Diana (1 Palermo), Stellone (Torino); Asamoah, Floro Flores, Pepe (Udinese).
2 RETI: Bellini, Capelli, Carrozzieri, Muslimovic (Atalanta); Bianco (Cagliari); Budel, Buscè (Empoli); Donadel, Kuzmanovic, Montolivo, Papa Waigo, Semioli (Fiorentina); Rossi (Genoa); Legrottaglie, Nedved, Palladino (Juventus); Mutarelli (Lazio); Bogdani, Galante, Grandoni, Loviso (1 rig), Pulzetti (Livorno); Paloschi, Ronaldo (Milan); Calaiò, Gargano (Napoli); Jankovic, Rinaudo, Tedesco (Palermo); Cicinho, Juan (Roma); Bonazzoli, Delvecchio, Franceschini, Gastaldello, Volpi (Sampdoria); De Ceglie, Galloppa (Siena); Dossena, Inler, Mesto (Udinese).
1 RETE: Marconi, Pellegrino, Rivalta (Atalanta); Biondini, Cossu, Larrivey (Cagliari); Baiocco, Colucci, Morimoto, Sardo, Silvestri, Stovini, Terlizzi (Catania); Abate, Marzoratti, Raggi (Empoli); Gamberini, Gobbi, Kuzmanovic (Fiorentina); Danilo, A. Lucarelli, Masiello, Masiero, Milanetto (Genoa); Adriano, Burdisso, Cesar, Figo, Maicon, Maniche, Materazzi, Stankovic, Zanetti (Inter); Grygera, Marchionni, Sissoko, Stendardo (Juventus); Behrami, Kolarov, Siviglia, Tare (Lazio); Bergvold, De Vezze, Pavan, Tristan, Vidigal (Livorno); Cafu, Gattuso, Gourcuff, Oddo (1 rig.), Maldini, Nesta (Milan); Contini, Garics, Mannini (Napoli); Bresciano, Caserta, Cassani, Zaccardo (Palermo); Coly, Matteini, Morfeo, Rossi (Parma); Ceravolo, Joelson, Missiroli, Modesto (Reggina); Brighi, Mexes, Tonetto (Roma); Accardi, Caracciolo, Palombo, Sala (Sampdoria); Bertotto, Corvia, Forestieri, Portanova, Riganò, Vergassola (Siena); Barone, Bottone, Comotto, Corini, Dellafiore, Grella, Lanna, Malonga, Motta, Natali, Recoba, Vailatti (Torino); Felipe, Ferronetti, Zapata (Udinese).
AUTORETI: Falcone (Parma pro Roma); Zapata (Udinese pro Napoli); Ferri (Cagliari pro Torino); Rivalta (Atalanta pro Fiorentina), Langella (Atalanta pro Palermo); Giacomazzi (Empoli pro Sampdoria); Cordoba (Inter pro Udinese); Cordoba (Inter pro Siena); De Rosa (Genoa pro Udinese); Cannavaro (Napoli pro Genoa); Amauri (Palermo pro Atalanta); Dessena (Parma pro Sampdoria); Valdez (Reggina pro Livorno); Tonetto (Roma pro Siena); Bovo (Genoa pro Catania); Cavani (Palermo pro Cagliari); Rubinho (Genoa pro Cagliari); Canini (Cagliari pro Catania); Materazzi (Inter pro Palermo); Ferrari (Roma pro Cagliari); Marzoratti (Empoli pro Sampdoria); Morrone (Parma pro Juve).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione