Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 08:28

Calcio / Serie B - Bari, tremenda vendetta

Dopo lo 0-4 dell'andata, i biancorossi vanno a vincere 2-1 a Lecce rendendo arduo il salto diretto di categoria dei salentini. Bonanni (su rigore) e Cavalli assestano a inizio ripresa l'uno-due che tramortisce gli avversari (dimezza Corvia nel finale). Bologna 2°. Chievo quasi in A
Calcio / Serie B - Bari, tremenda vendetta
Lecce-Bari: il primo gol segnato da Bonanni LECCE-BARI 1-2 (0-0 nel primo tempo)

Lecce (4-4-2): Rosati, Polenghi, Fabiano, Cottafava, Giuliatto, Angelo (9' st Valdes), Budyanskiy (15' st Munari), Zanchetta, Ariatti, Abbruscato (23' st Corvia), Tiribocchi. (99 Benussi, 5 Diamoutene, 23 Schiavi, 80 Vives). All.: Papadopulo.
Bari: (4-4-2) Gillet, Belmonte, Esposito (dal 24' st Ladino), Stellini, Marchese, Kamata (1' st Cavalli), Gazzi, Masiello, Bonanni (30' st Strabelli), Santoruvo, Lanzafame. (23 Spadavecchia, 10 Carozza, 11 Ganci, 36 Statella). All.: Conte.
Arbitro: Orsato di Schio.
Reti: nel st 8' Bonanni (rigore), 11' Cavalli, 40' Corvia.
Angoli: 8-3 per il Lecce.
Recupero: 1' e 6'
Espulso: al 50' st Corvia per fallo su un avversario
Ammoniti: Kamata, Marchese, Munari, Zanchetta per gioco falloso, Bonanni e Gilet per comportamento non regolamentare.
Spettatori: 23 mila circa.

Lecce-Bari: il secondo gol siglato da CavalliLECCE - Il Bari ha vendicato l'onta della gara di andata quando fu sconfitto per 4-0 e ha inflitto al Lecce una sconfitta pesante soprattutto per la classifica perché ora i giallorossi sono stati superati in classifica dal Bologna. Il successo del Bari è meritato perché ha interpretato meglio la partita mentre il Lecce ha recitato a soggetto cercando delle velleitarie soluzioni personali.
I salentini, lanciatissimio verso la serie A, cercavano un successo per proseguire nella serie favorevole. Papadopulo, allenatore dei giallorossi, ha confermato la stessa formazione vittoriosa a Bergamo con l'Albinoleffe, mentre il Bari, privo di quattro titolari, ha proposto uno schieramento rimaneggiato.
Il primo tempo non ha offerto spunti di rilievo col Lecce che è apparso molto teso ed impacciato nella manovra ed il Bari che si è mosso con più ordine e disinvoltura, ma si è perso al limitare dell'area avversaria. La partita si è infiammata nella ripresa col doppio colpo degli ospiti che ha tramortito il Lecce. All'8' Giuliatto ha agganciato in area il piede di Lanzafame ed è stato calcio di rigore che Bonanni ha trasformato con un tiro prepotente a destra di Rosati. Tre minuti dopo Cavalli, subentrato a Kamata, ha preceduto l'uscita di Rosati e ha insaccato. Il Lecce si è buttato in avanti ma il Bari ha amministrato il vantaggio nonostante a 5' dal termine i salentini siano riusciti, con Corvia, a segnare il gol della bandiera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione